Prova

Fiat Grande Punto Natural Power


Avatar di Mario Cornicchia , il 18/10/08

13 anni fa - Un buon compromesso tra economia e prestazioni

Che la forza sia con voi, in questo caso la forza naturale del metano. Non un mostro di brillantezza ma un buon compromesso tra economia e prestazioni.

Benvenuto nello Speciale TOP 10 GPL METANO, composto da 11 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TOP 10 GPL METANO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

COM'E' Dopo Panda, Punto, Doblò e Multipla, la gamma delle Fiat gasate si allarga e le bombole del metano scivolano silenziose nel sottoscocca della Grande Punto. Una trasformazione radicale che ha richiesto un investimento di 25 milioni di euro per fare le cose a modino.

SOTTO SOTTO Le bombole sono due, una montata sotto il tunnel centrale e una sotto il vano di carico, per 84 litri (13 kg) di pieno gassoso, un bagagliaio ridotto a 200 litri e, per ora, solo quattro posti. La trasformazione aumenta il peso della Grande Punto 1.4 75cvdi circa 150 chilogrammi e include nuovi iniettori specifici oltre a unaunica centralina per benzina e metano, ottimizzata per accensione e iniezione.

ECOLOGICA Quando viaggia a metano la Grande Punto Natural Power ha a disposizione 70 cavalli (contro i 77cv di quando si alimenta a benzina) e 104Nm di coppia massima a 3000 giri e sul fronte emissioni con 115 g/km rimane sotto alla soglia media dei 120 grammi/km di anidride carbonica, aggiungendo così 500 euro ai 1500 disponibili come contributo governativo.

VEDI ANCHE



W METANO Le coscienze ecologiche tenteranno comunque di rifornirsi il più possibile presso uno dei 630 distributori di metano (più 105 nuovi in arrivo) poiché nella marcia a benzina la Grande Punto Natural Power inquina di più della Grande Punto 1.4 75cv a sola benzina, con 146 g/km contro 136 g/km. Con i 12 euro circa del pieno di metano Fiat dichiara una percorrenza di circa 300 chilometri, per una autonomia complessiva di circa 1000 chilometri utilizzando anche i 45 litri del pieno di benzina.

QUESTIONE DI FILLING Poche le differenze estetiche con la Grande Punto monocarburante oltre alle targhette Natural Power all'esterno e un pulsante sulla plancia con l'icona di una pompa di benzina per decidere se alimentare il millequattro con metano o benzina. Nel visore annegato nel contagiri compare la sigla CNG, per ricordare che nel sottoscocca ci sono 84 litri di Gas Naturale qual è il metano che non deriva dal petrolio come il GPL. Per il rifornimento il bocchettone è accanto a quello della benzina, dietro il portello sulla fiancata.

ATTIVA E DINAMICA Due gli allestimenti disponibili per la Grande Punto Natural Power a tre e cinque porte. Active, con servosterzo elettrico, retrovisori esterni regolabili elettricamente, Esp con hill-holder, chiusura centralizzata, alzacristalli elettrici anteriori, airbag frontali, volante regolabile n altezza e profondità e attacchi Isofix. Dynamic, con climatizzatore manuale, airbag laterali e a tendina, chiusura con telecomando, volante e pomello cambio in pelle. 15.550 euro è il prezzo di attacco per la Active tre porte a cui aggiungere 700 euro per due porte in più e 1.400 euro per l'allestimento Dynamic. Prezzi a cui scalare almeno 2000 euro di incentivi statali se disponibili, cumulabili ad altri incentivi per la rottamazione o incentivi locali.

COME VA Al volante la Grande Punto non è un mostro di brillantezza, con il Fire 1.4 appesantito dai 150 chilogrammi dell'impianto a metano. Chi ha fretta è costretto a spremere il millequattro, chi se la prende più tranquilla riesce a ottenere una guida fluida ed economica.Sia che si scelga la benzina, sia che si scelga il metano. Il lavoro di ottimizzazione della unica centralina di gestione e gli iniettori ad hoc rendonoquasi impercettibile la differenza alla guida, soltanto un poco più fluida ai bassi se si marcia a benzina.

PESO LEGGERO Il peso si sente poco in frenata, coni freni della Grande Punto imperturbabili all'effetto della gasatura: anche se probabilmente gli spazi di arresto si allungheranno, la percezione sotto il piede è di un impianto affidabile e ben dosabile. Il peso si fa sentire negli scarti: disposto tutto il più in basso possibile si nota la tendenza ad appoggiarsi di più sulle gomme e a richiedere l'intervento dell'Esp. In basso e ben bilanciato, però, non provoca reazioni anomale e da panico.


Pubblicato da M.A. Corniche, 18/10/2008
Gallery
top 10 gpl metano
Logo MotorBox