Prova su strada
Ferrari 812 Superfast

Ferrari 812 Superfast | Storia di un giorno di ordinaria follia

800 cv mettono in soggezione ma l'elettronica della 812 Superfast è cosi raffinata da farti sentire sempre un pilota provetto

1 19 0
Autore:
Marco Rocca

NON TROVO LE PAROLE Credetemi non è facile trovare le parole per descrivere quello che adesso, in questo preciso istante, sento sotto la pelle. Il cuore batte forte, credo di aver avuto lunghi istanti in cui ho smesso di respirare e ho la camicia intrisa di sudore. Non sto facendo sesso ma poco ci manca.

70 ANNI DI STORIA Forse dovrei farmi vedere da qualcuno (che sia bravo!) ma questo è l’effetto che fa trovarsi al cospetto di sua altezza, il nobile 12 cilindri aspirato, esattamente lo stesso frazionamento che 70 anni fa segnò l’inizio della gloriosa storia del Cavallino e che nel 2018 riscrive la storia dei motori ad alte prestazioni sulla Ferrari 812 Superfast.

I NUMERI PER SOGNARE 6.500 cc, 800 cavalli, 718 Nm di coppia a 7.000 giri al minuto e nessun maledetto turbo a sporcare l’erogazione impetuosa e infinita che solo un aspirato con la Formula 1 nel sangue sa regalare. Con la sigla di progetto F140 questo motore fa parte di una famiglia di V12 di 65° prodotti da Ferrari dal 2002 che con la superba Enzo stabilì il record di motore aspirato più potente mai montato su un'auto stradale. Per farvela breve, quello della 812 Superfast è il motore della Ferrari LaFerrari ma senza kers, stop!

IL MOTORE Superare quel capolavoro chiamato F12, ma anche F12 tdf che a tanti fa ancora battere il cuore forte, me compreso non è stato facile ma in Ferrari amano giocare forte. La prima scommessa è stata quella di aumentare la potenza senza l’utilizzo della sovralimentazione o di un Kers come sulla LaFerrari.

TECNOLOGIA SUPREMA Sulla carta ci sono 123 cv/l, una potenza specifica mai raggiunta per un motore montato anteriormente su una vettura di serie. Qualche segreto? Condotti di aspirazione a geometria variabile derivati dalle F1 del passato e pressione di iniezione pari a 350 bar. Ma volendo potremmo stare a parlarne per una settimana intera, senza peraltro esaurire l'argomento. 

LA LINEA Quando l’ho vista per la prima volta mi sembrava troppo carica ma, da vivo è un’altra storia. Il muso cosi accigliato, le fiancate scultoree e svuotate e una coda sostenuta ma pulita, con citazioni della 365 GTB-4 Daytona del 1969, mi hanno fatto cambiare idea. Sulla 812 Superfast non vedrete mai nemmeno l’ombra di un’ala o di uno splitter.

L'AERODINAMICA Il trucco c’è ma non si vede, ecco la magia Ferrari. Due esempi? il frontale che integra anche l’ingresso a paratie dinamiche sulla parte anteriore del fondo, e il parafango posteriore che presenta un inedito by-pass aerodinamico per incrementare il carico ma volendo potremmo starci fino a domani.

INTERNI Il concetto principale della plancia della 812 Superfast si basa su una struttura orizzontale passante da parte a parte che ingloba le bocchette aria e crea una scultura metallica con forte caratterizzazione sportiva e che strizza l’occhio agli interni de LaFerrari. Tutto risulta molto pulito e lineare. Tasti in giro non ce ne sono perché sono tutti raggruppati sul volante. All'inizio spiazza ma ci si fa presto l'abitudine. Per chi siede al fianco del fortunato guidatore, non manca (per 3.500 euro) un display di 8,8” a colori, che lo informa su velocità, numero di giri, marcia utilizzata, stazione radio selezionata, indicazioni del Gps… 

IL PREZZO DEL SOGNO Il prezzo di questo gioiello? 300.308 euro. Troppi? Troppo pochi? Sinceramente non mi sono mai posto il problema ma di sicuro posso dirvi che l'esclusività di avere cosi tanta tecnologia, un 12 cilindri sotto il cofano e un cavallino sulla chiave vale il prezzo del biglietto. 

SENZA FINE Sulla 812 Superfast il limitatore viene a suonare il campanello a quota 8.900 giri. La spinta del V12 è impetuosa e quando il tuo spirito di conservazione ti sussurrerebbe di alzare il piede, lui ne ha ancora e ancora. Fa paura.

IL MENTO IN SU Il 12 cilindri è inebriante, come un profumo, una musica, un sapore. Ha cosi tanta spinta che se affondi il piede in rettilineo perdi velocemente la percezione di quello che sta succedendo intorno. Le mani tendono a staccarsi dal volante e il mento punta verso l'alto con una leggera flessione del collo. Micidiale, mai provata una sensazione del genere.

DAGLI INFERI E poi c’è la ferocia del sound che esce dai 4 scarichi che ti attraversa la colonna vertebrale per raggiungere le sinapsi celebrali e liberare piacere in ogni parte del corpo. Un suono udibile a chilometri di distanza, come il ruggito di un leone.

LE DAI DEL LEI Dopo aver passato una giornata insieme, devo ancora dare del lei alla 812 Superfast. Sa essere prevedibile e sorniona grazie a un’elettronica sopraffina, presente ma mai invadente ma se portata al limite la 812 tira fuori una guida vecchio stile, muscolare, in cui il dialogo è solo tra te e l’auto perché l’elettronica si tira fuori dalla conversazione. Ci vuole maestria con il volante e delicatezza con il piede destro.

PASSO CORTO Quel motorone montato davanti farebbe di tutto per assecondare il decollo ma l’equilibrio dinamico della 812 è magia pura e ti ritrovi a danzare tra le curve ad una velocità mai provata. Lo sterzo ad assistenza elettrica (per la prima volta su una Ferrari) è leggero e sorprendentemente ben calibrato. Anche le ruote dietro sterzano accorciando virtualmente il passo come sulla vecchia TDF. 4 metri e 65 di lunghezza per 1.525 kg (a secco) e non sentirli, le meraviglie dell'elettronica. 

TI AVVERTE DAL VOLANTE Poi c'è un marchingegno elettronico che prima non c'era e che vorrebbe rendere più umano il mostro da 800 cv. Si chiama Ferrari Peak Performance (F.P.P.). Quando la vettura sta arrivando del limite di aderenza. In fase sterzante il carico volante fornisce al guidatore l’indicazione che , facilitando il mantenimento della miglior prestazione possibile.

E IN PISTA? La 812Superfast non è una mangiacordoli convertita alla strada ma una sportiva di razza che nasce per dare il meglio sull’asfalto non troppo perfetto delle strade normali. Ma in pista che posso scatenare l’irruenza del doppia frizione capace di cambiate più veloci del 30% in salita e del 40% in scalata rispetto alla F12. Ma di cosa stiamo parlando…

ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA Bruciare lo 0-100 in 2,9 secondi per passare in solo 8 sec i 200 orari è una cosa che raccomando almeno una volta nella vita. I freni carboceramici, presi in prestito dalla LaFerrari mordono come un pitbull che non mangia da giorni. 

UN AMORE CHE FINISCE Insomma con la 812 Superfast è stato amore a prima vista ma che, putroppo è durato il tempo di una giornata.  Non per volere mio, s'intende, ma per volere della Ferrari che voleva l'auto indietro entro le 18. Magari le nostre strada un giorno si incontreranno di nuovo. 


TAGS: ferrari 812 superfast ferrari 812 superfast prezzo ferrari 812 superfast 2017 ferrari 812 superfast sound ferrari 812 superfast scheda tecnica ferrari 812 superfast usata ferrari 812 superfast 2018 ferrari 812 superfast prova

Modello / Versione MY Potenza Prezzo
Ferrari 812 Superfast 6.5 V12 DCT MY 2017 800 Cv / 588 Kw 291.642 €
villa d'este 2018
L'Alfa Romeo 33 Stradale vincitrice della Coppa Oro

L'Alfa Romeo 33 Stradale vince la Coppa Oro al Concorso d'Eleganza 2018

8
Supercar
Ferrari F12tdf
Ferrari F12tdf

780 cavalli e 799 esemplari per un'F12berlinetta più estrema

7
Back To Top