Autore:
Luca Cereda

GIOCO D’ANTICIPO Uno sguardo verso il futuro: a ciò servono, di solito, le concept. Che spesso, però, seguono il percorso contrario della celeberrima zucca di Cenerentola, uscendo dalla fabbrica molto meno piacevoli rispetto agli albori. Se a questa Hyundai HCD-14 Genesis Concept - che, come dice il nome stesso, prefigura la prossima Genesis Coupé- toccherà la stessa sorte, non lo sappiamo. Ma intanto, sfogliando la gallery possiamo farci un’idea di quale linguaggio (stilistico) parleranno le prossime coupé coreane.

MASCOLINA Disegnata da Christopher Chapman, la Hyundai HCD-14 Genesis Concept colpisce per la presenza: griglia massiccia a listelli, parafanghi minimalisti e passaruota che abbracciano ruote ciclopiche. Il fisico atletico è sottolineato da una finestratura stretta e da una linea di cintura alta che contrasta con il tetto tirato ad archetto. L’insieme termina con una codina appena accennata.

RICONOSCIMENTO OTTICO Quanto alle portiere con apertura a libro, difficilmente rimarranno. Ma qui servono a spalancare l’ingresso sugli interni, piuttosto ricercati sia nei materiali sia nel design, che a tratti si ispirano all’aeronautica. E sono anche tecnologici, of course: a bordo c’è un’interfaccia in grado di seguire lo sguardo del guidatore e riconoscerne i gesti, fornendogli – di conseguenza- le informazioni “cercate” sul display senza che debba distrarsi troppo dalla guida.

5 LITRI Telaio in acciaio altoresistenziale, sospensioni a cinque bracci all’anteriore e al posteriore e servosterzo dual mode sono invece alcuni punti salienti della base tecnica, che come vero elemento clou ha il motore: il V8 5.0 a iniezione diretta della Casa che può essere messo in moto con il riconoscimento ottico. Al V8, del quale non è specificata la potenza, viene abbinato su questa concept un cambio automatico a 8 rapporti.


TAGS: hyundai hcd-14 genesis concept Salone di Detroit 2013: tutte le big