Pubblicato il 04/05/20

QUARANTENA SENZA NEWS Sono passati oltre due mesi dal doppio colpo annuncio di mercato dello Yamaha Factory Racing team, che si è prima assicurato i servizi di Maverick Vinales per le due stagioni a venire, e ha poi ingaggiato il sorprendente rookie of the year 2019, Fabio Quartararo, al posto di Valentino Rossi. Il Dottore, spiazzato dalla fretta della casa giapponese di chiudere la pratica piloti 2021-2022, pensava di avere tempo di testarsi in pista prima di decidere del suo futuro, ma è arrivata l'inattesa pandemia di Covid-19 a paralizzare il mondo e i suoi piani.

Valentino Rossi e Maverick Vinales (Yamaha Factory Racing)

IPOTESI YAMAHA Nelle lunghe giornate di quarantena sono giunte tante notizie circa il possibile futuro in MotoGP di Rossi, e lo stesso centauro di Tavullia ha più volte ribadito di voler continuare almeno un'altra stagione. Lo scenario più probabile è sempre rimasto quello di farlo in seno al team satellite Yamaha, il Sepang Racing Team Petronas, dotato di una moto dalle caratteristiche identiche rispetto a quelle di Vinales e Quartararo. Ma dopo circa due mesi di motori spenti - un periodo che si sarebbe potuto occupare proprio per finalizzare contratti e scartoffie varie, così come hanno fatto altri big del campionato, da Marc Marquez ad Alex Rins - non vi sono ancora notizie certe.

Valentino Rossi e Fabio Quartararo (Yamaha)

VALE, WHATSAPP? Alla vigilia del weekend il team principal del team SRT Petronas, Razlan Razali, ha ribadito di essere interessato a tale scenario, ma ha anche ammesso che con Valentino non ne abbiano ancora nemmeno iniziato a parlare. ''Finora niente, quindi gli teniamo la porta aperta'' - ha spiegato il manager malese a Crash.net - ''Se accadrà valuteremo sicuramente tale scenario, impossibile ignorarlo, è un nove volte iridato e ha un grande peso in termini di marketing ed esposizione, ma dobbiamo capire cosa voglia. Controllo il telefono ogni giorno ma per ora non ho visto niente, spero che valentino mi mandi almeno un messaggio su Whatsapp''.

Valentino Rossi ai test di Losail 2020 con la Yamaha

CORRERE FINO AI 46 Sul futuro del campione marchigiano si è espresso anche papà Graziano Rossi, che intervistato da Rai Sport, ha spiegato: ''Secondo me Valentino può ancora correre altri due, tre e forse quattro anni (Quando ne avrà 46 come il suo numero, n.d.r.). Di certo non ha voglia di smettere oggi o tra un anno, di questo sono sicuro. Sono convinto che sia ancora un pilota competitivo e possa vincere gare se vengono soddisfatte condizioni ottimali''. Parole che si aggiungono alle tante già dette dallo stesso campione di Tavullia, che forse vuole attendere di testarsi comunque in pista prima di prendere una decisione, ma questo è uno scenario non privo di rischi.

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, oggi di nuovo insieme in Yamaha

IMPREVISTI Il rischio, per l'appunto, è che le porte del team Petronas si socchiudano sempre di più con il passare delle settimane, senza contare che alla finestra c'è un altro campione del mondo, peraltro ben più giovane di lui, che ha già appeso il casco al chiodo lo scorso anno, ma che potrebbe fare un clamoroso dietrofront, già peraltro preventivato dal suo accordo di tester in Yamaha. Parliamo ovviamente di Jorge Lorenzo, che al momento è candidato a essere suo potenziale futuro compagno di team nel 2021 al posto di un Franco Morbidelli che non stiamo considerando nell'equazione, in quanto pilota della scuderia proprio di Rossi, ma che alla fine la Yamaha potrebbe preferire ai silenzi del Dottore, riducendo il posto libero nel team a uno solo. Il futuro di Valentino, potrebbe dipendere anche da questo.


TAGS: yamaha motogp valentino rossi jorge lorenzo petronas franco morbidelli MotoGP 2020 Graziano Rossi Razlan Razali