Pubblicato il 26/09/20

BICCHIERE PIENO A METÀ Una giornata bivalente per i colori italiani quella andata in scena oggi a Barcellona, nel giorno delle qualifiche del Gran Premio della Catalunya 2020. Se nei box della Yamaha si sorride a bocca larga, con la pole position strepitosa di Franco Morbidelli e la bellissima prima fila di Valentino Rossi, fresco di firma proprio con il team Petronas dell'amico e allievo dell'Academy, nei box della Ducati le bocche storte sono tante. A fronte di un nono posto discreto per Danilo Petrucci, deludono invece Francesco Bagnaia e - soprattutto - Andrea Dovizioso, che non sono stati in grado di passare il taglio della Q1 e domani scatteranno in 14° e 17° posizione. Per il Dovi la sedia di leader iridato traballa sotto gli attacchi soprattutto di Quartararo (2°), Vinales (5°) e Mir (8°), che lo seguono a soli 4 punti in classifica. Di seguito le dichiarazioni dei protagonisti italiani del sabato di Barcellona, quelle di Valentino sono state concesse ai micofoni di Sky.

FRANCO MORBIDELLI ''È stato bellissimo fare il miglior tempo oggi, sapere di essere stato il più veloce è una sensazione molto bella. Battere Fabio è sempre difficile su un giro secco, per questo sono molto felice delle mie qualifiche di oggi. Mi sentivo alla grande in sella e sapevo di poter spingere a fondo, con entrambe le mescole. Adesso si tratta di cercare di affinare tutto per domani e provere a partire subito bene. Abbiamo un buon passo ma ci sono piloti con un passo simile al nostro, sarà importante cercare di migliorare ancora un po' per domani, ma sono sicuro che sarà una bella gara. Voglio anche congratularmi con Valentino che resterà un altro anno in MotoGP, e dirgli che si sta trasferendo in una grande squadra, sarà bello averlo come compagno''.

VALENTINO ROSSI/1 IL CONTRATTO ''Volevamo essere pronti per giovedì, ma poi se firmavo giovedì mi toccava andare in conferenza stampa che dura un'ora e ci siamo detti: rimandiamo (scherza). No dai, è una bugia, non eravamo pronti. Allora Lin (Jarvis, boss Yamaha), in classico stile inglese mi ha detto: firmiamo venerdì. E noi invece, in classico stile italiano gli abbiamo detto, noi in Italia al venerdì non facciamo niente, allora abbiamo deciso per oggi. Avevamo già parlato con Petronas, con Razlan (Razali, il team principal), Wilco (Zeelenberg, responsabile del team) e Stiggy (Johan Stigefelt, team manager) i giorni di Misano, sono venuti in VR, abbiamo fatto un bel meeting. Era tutto a posto, bastava firmare.''

VALENTINO ROSSI/2 LE QUALIFICHE ''Sono contento perché ci siamo trovati subito bene con la moto già dalle prove del venerdì, insieme al team siamo riusciti a fare due-tre mosse nelle Libere 3 che mi hanno aiutato a guidare meglio. Riesco a chiudere meglio le curve, ad accelerare meglio, faccio soffrire meno la gomma dietro. Le Libere 4 rappresentano uno dei miei turni migliori in questa stagione, sono andato molto veloce, anche con le gomme usate. Sapevo di poter essere veloce in qualifica, anche se non è mai facile. Però sono riuscito a fare un bel giro, ho guidato al limite, senza esagerare, senza fare errori. Sono contento perché 1:39.129 è un buonissimo tempo. Essere in prima fila è sempre bello, è molto importante per la gara, sapevo di avere un bel passo e di poter essere competitivo. Sono riuscito a guidare bene, quindi sono felice. Le gomme? Dipenderà dalle temperature di domenica, ma penso che comunque rifaremo un’altra prova nel warm up. Anche se bisognerà un po' soffrire alla fine, penso che la morbida abbia un po' più di grip all’inizio. Sarà importante osservare il meteo da qui alla partenza della gara, le previsioni non sono tanto buone, quindi speriamo possa esserci una bella giornata come in queste qualifiche. Il sabato pomeriggio, anche se conquisti la pole o la prima fila, bisogna godersi il risultato per qualche minuto, ma poi è importante pensare subito alla gara. Sono competitivo, penso di poter fare una bella gara''.

DANILO PETRUCCI ''Questa mattina abbiamo finalizzato il nostro lavoro seguendo la direzione individuata ieri pomeriggio. Dopo aver ottenuto l’accesso diretto alla Q2, sono riuscito a completare un altro bel giro in qualifica: siamo tutti molto vicini, perciò sono soddisfatto della terza fila. Domani non sarà una gara semplice: sarà difficile scegliere le gomme giuste e gestirle per tutta la durata del Gran Premio, viste soprattutto le condizioni della pista e le basse temperature alle quali non siamo abituati su questo tracciato. Resto comunque fiducioso e ringrazio il team per il lavoro svolto''.

FRANCESCO BAGNAIA ''Oggi ho sbagliato io, non sono stato abbastanza veloce nell'ultimo settore per qualificarmi alla Q2, quella parte della pista è il mio punto debole, quindi ci devo lavorare ancora, magari dando un'occhiata ai dati di Zarco e Miller che sono più veloci. Nelle FP4 ho mantenuto un buon ritmo e domani credo di poter lottare per le prime sei posizioni, ovviamente partire 14° non aiuterà, ma sarà una gara atipica, penso di essere a posto per i primi 15 giri, mentre la seconda parte di gara sarà un mistero per tutti. Spero di recuperare subito in partenza, se riuscissi a essere nei primi otto dopo poche curve sarebbe perfetto, lo scorso anno ho fatto 4° in Australia partendo 15° perciò non mi arrendo. Su queste pista le gomme si usurano davvero tanto, sono le mescole sbagliate per il periodo ma non è colpa di nessuno, nemmeno di Michelin che si aspettava temperature più alte''.

ANDREA DOVIZIOSO ''Purtroppo fatico ancora a capire come frenare in maniera efficace e questo ovviamente complica tutto, soprattutto in qualifica. Non sentendomi a mio agio in frenata, non riesco ad essere veloce come vorrei e a sfruttare bene le gomme. È un peccato perché il nostro passo non è male, ma la nostra posizione in griglia sicuramente non renderà facile la nostra gara domani''.


TAGS: motogp valentino rossi andrea dovizioso francesco bagnaia franco morbidelli MotoGP 2020 CatalanMotoGP 2020