MotoGP Germania 2022, la cronaca e i risultati del Gran Premio del Sachsenring
MotoGP 2022

MotoGP Germania 2022, Quartararo domina ed è in fuga! Disastro Bagnaia


Avatar di Simone Valtieri , il 19/06/22

2 settimane fa - Quartararo vince e va in fuga nel mondiale. Sui podio Zarco e Miller

Fabio Quartararo vince e va in fuga nel mondiale. Sui podio salgono Zarco e Miller. Bravo Marini, quinto. Pessimo Bagnaia, caduto
Benvenuto nello Speciale MOTOGP GERMANIA 2022, composto da 10 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MOTOGP GERMANIA 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

TITOLO NEL MIRINO Fabio Quartararo diventa l'erede di Marc Marquez, vincendo il Gran Premio di Germania senza se e senza ma. Gli altri non offrono resistenza, con Francesco Bagnaia che cade al quarto giro perdendo il posteriore quando stava cercando di non perdere contatto con il francese, e con l'altro transalpino, Johann Zarco, unico a provarci, ma finendo poi staccatissimo sul traguardo, secondo con la sua Ducati. Sul podio sale anche un generosissimo Jack Miller, che ci prova con Aleix Espargarò fino a indurlo all'errore. Quinto il migliore degli italiani, un ottimo Luca Marini con Fabio Di Giannantonio buono ottavo ed Enea Bastianini decimo. Il mondiale non è ancora chiuso ma Quartararo va in fuga nella classifica con 172 punti contro i 138 di Aleix Espargaro e i 111 di Johann Zarco.

Clicca qui per tutti i risultati del weekend del Gran Premio di Germania

PRONTI, VIA: CONTATTO! Tre, due, uno: via! Si spengono i semafori e Fabio Quartararo è subito abile a bruciare Pecco Bagnaia e prendersi la prima posizione. Dietro di loro sale subito Aleix Espargarò, con Johann Zarco quarto davanti ad altre tre Ducati: quelle Di Giannantonio, Miller e Marini, armonia rotta da Vinales che passa Marini sul rettilineo alla fine del primo giro. Mentre Miller deve scontare il long lap penalty ricevuto dopo le qualifiche. Davanti arriva subito un primo duello tra Quartararo e Bagnaia con tanto di incrocio di traiettorie e contatto tra i due! Bello anche il sorpasso di Zarco su Espargaro, mentre precipita fuori dai primi 20 la Ducati di Enea Bastianini

DISASTRO BAGNAIA Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia, nonostante le temperature estreme, prendono il largo, con il francese che sembra poter andare via al ducatista. Zarco e Aleix Espargarò seguono poco dietro, quando comincia il quarto giro: Francesco Bagnaia finisce nella ghiaia all'inizio del quarto giro e saluta definitivamente le speranze di titolo. Come lui anche Joan Mir, che si trovava in 13° posizione ed è andato giù anche lui in curva 1. La nuova configurazione vede Quartararo in testa con oltre un secondo su Zarco e poi le due Aprilia di Aleix Espargaro e Maverick Vinales. Fabio Di Giannantonio approfitta del long-lap penalty di Miller per tornare in quinta posizione davanti a Martin e allo stesso Miller. Nei dieci anche Binder, Marini e Nakagami, mentre Bastianini piano piano rimonta e dalla 19° posizione in pochi giri diventa 14°.

GIU NAKAGAMI Nei primi giri Fabio Qaurtararo prosegue, decimo dopo decimo, a costruire il suo vantaggio sul connazionale Johann Zarco, mentre rotola nella ghiaia per la quarta volta in questo weekend Takaaki Nakagami. Fabio Di Giananntonio resta il migliore degli italiani, alle spalle delle due Aprilia, con Bastianini che sale in 13° posizione e vede Bezzecchi davanti a sé. La situazione resta plafonata per qualche giro, a causa del caldo e delle proverbiali difficoltà di superare al Sachsenring. Ci prova Miller con ''Diggia'' ma va lungo, ci prova Marini con Binder e conquista l'ottava posizione.

METÀ GARA Al secondo tentativo Jack Miller riesce a sorpassare Fabio Di Giannantonio mettendosi in quinta posizione, ma staccato di 1''5 dalle due Aprilia davanti che nel frattempo battagliano tra loro. Vinales ha una media al posteriore (come Quartararo), Espargarò un dura (come Zarco). Chi avrà fatto la scelta migliore lo dirà solo il finale di gara. Al 15° passaggio, ossia metà gara, Quartararo ha a 1''7 di margine su Zarco, che non sembra volersi arrendere, mentre è ormai staccata di quasi 5'' seconda la coppia di Aprilia, con Miller che li ha messi nel mirino. Di Giannantonio, invece, deve guardarsi le spalle da Martin e Marini, con le KTM di Binder e Oliveira che chiudono la top ten. La rimonta di Bastianini, invece, è arrivata alla 12° posizione, passando Bezzecchi.

PECCATO VINALES! Non accenna a placarsi il ritmo di Fabio Quartararo, che porta a 2'' il suo margine su Zarco nei due giri successivi, mentre alle loro spalle si formano tre terzetti: Aleix Espargaro, Maverick Vinales e Jack Miller lottano per il podio, mentre le Ducati di Di Giannantonio, Martin e Marini lottano per la sesta. Il primo terzetto si sfalda però presto, con Aleix Espargaro che allunga e Vinales che va largo e lascia la quarta posizione a Miller, perdendo una manciata di secondi. L'errore di Maverick, però, è dovuto a un problema serio, visto che lo spagnolo scivola rapidamente in decima posizione, facendo guadagnare un punto omaggio a Diggia, Martin, Marini, Binder e Oliveira. Al termine del 20° giro Top Gun Maverick ritorna ai box e si ritira, lasciando libero un posto nei dieci ad Enea Bastianini, che nel frattempo ha superato Pol Espargaro.

FABIO TRANQUILLO Mancano dieci giri alla fine e Fabio Quartararo (Yamaha) ha portato a quasi tre secondi il vantaggio su Johann Zarco (Ducati). Il terzo posto se lo giocano Aleix Espargaro (Aprilia) e Jack Miller mentre si forma un quartetto per la quinta posizione in cui Jorge Martin si mette dietro Luca Marini, Brad Binder e Fabio Di Giannantonio, che perde tre posizioni in un solo giro sui tre rivali. Miguel Oliveira non è lontano dall'italiano, mentre Enea Bastianini è staccato di 5'' dal nono posto e non ha prospettive di migliorare a breve la sua posizione. Il primo attacco di Miller arriva a otto giri dal termine, ma come aveva fatto poco prima con Diggia, Jack va lungo alla curva-1 e fa ri-infilare Aleix Espargaro. Davanti, intanto, Luca Marini supera Jorge Martin e si prende la quinta posizione provvisoria e va in caccia dei due davanti, il più veloce in pista nelle fasi finali. Miller, intanto, riprova a passare Espargarò, ma come prima va largo e viene ri-infilato.

RE FABIO, MILLER TERZO! Passano rapidamente i giri sulla corta pista del Sachsenring. A 3 giri dal termine Marini ha un secondo da recuperare a Espargaro e Miller con lo spagnolo che commette un errore e lascia passare l'australiano! Da dietro Marini ha chiesto troppo alle sue gomme e non riesce più ad avvicinarsi, con Martin che è comodo in sesta posizione. Davanti ci sono sempre Fabio Quartararo e Johann Zarco, il duo francese stabile davanti a tutti. Arriva rapidamente l'ultimo giro e il campione del mondo mette un altro macigno sulla sua riconferma: 25 punti in carrozza e tanta immensa classe. Sul podio finiscono Zarco e Miller, con Aleix Espargaro che si deve accontentare del quarto posto e Luca Marini ottimo quinto. Nei dieci anche Martin, Binder, Di Giannantonio, Oliveira e Bastianini. A punti anche Bezzecchi 11°, Morbidelli 13° e Dovizioso 14°


Pubblicato da Simone Valtieri, 19/06/2022
Tags
Gallery
MotoGP Germania 2022
Logo MotorBox