MotoGP Francia 2022, la cronaca e i risultati delle gran premio a Le Mans
MotoGP 2022

MotoGP Francia 2022, Bastianini, che tris! Bagnaia, che disastro!


Avatar di Simone Valtieri , il 15/05/22

1 mese fa - Bastianini vince la terza gara dell'anno e torna secondo nel mondiale!

Bastianini vince la terza gara dell'anno e si porta in seconda posizione iridata! Bagnaia cade mentre era in lotta con Enea! Sul podio Miller ed Espargaro, poi Quartararo
Benvenuto nello Speciale MOTOGP FRANCIA 2022, composto da 10 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MOTOGP FRANCIA 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

INCREDIBILE BESTIA! Come si fa a non considerare uno dei più papabili candidati al mondiale un pilota che vince tre delle prime sette gare, con un'autorevolezza da veterano e un ritorno, nella seconda parte di gara, che è già un marchio di fabbrica? Enea Bastianini trionfa nel Gran Premio di Francia a Le Mans costringendo ''Pecco'' Bagnaia a un salatissimo errore e riportandosi a -8 dalla vetta del mondiale, occupata da un Quartararo oggi sotto le attese, battutto anche da un consistente Jack Miller e da un mai domo Aleix Espargarò (secondo a -4 in classifica), che resiste alla pressione del campione del mondo per tutta la gara. Tante, comunque, le cadute, con i due suzukisti Mir e Rins a terra quando erano in top 5 e con Oliveira e Martin ancora deludenti. Nella top ten finiscono anche Zarco, Marc Marquez, Nakagami, Brad Binder, Marini e Vinales. A punti Bezzecchi (12ç), Di Giannantonio (13°) e Morbidelli (15°).

Clicca qui per tutti i risultati del weekend del Gran Premio del Francia 2022

PRONTI, PARTENZA... Via! Chi scatta meglio di tutti è Jack Miller che si mette al riparo dalle insidie della prima staccata, sfruttata al massimo da Enea Bastianini, secondo, con Pecco Bagnaia che diventa terzo. Non partono bene né Aleix Espargaro ne Fabio Quartararo, che vengono entrambi passati dalle Suzuki di Rins e Mir, ma anche dalla Honda di un ottimo Taka Nakagami. Al primo giro Miller passa sul traguardo con un ottimo margine su Pecco Bagnaia, che ha perso tempo a superare Bastianini. Terzo Rins, quarto Enea mentre dietro Quartararo perde tempo con Marquez e Nakagami. Succede di tutto a centro gruppo con Zarco e Binder che vengono a contatto con pezzi che volano e Nakagami che taglia una curva subito dopo il traguardo.

CHE BOTTA RINS! Ci mette due giri Pecco Bagnaia a tornare sotto al suo compagno di squadra Miller, e lo riprende all'inizio del terzo giro, con un Rins mai domo alle sue spalle e Bastianini a sandwich tra le due Suzuki, con Mir quinto. Ma è proprio Rins a salutare subito il gruppo, andando dritto a curva quattro e schiantandosi sull'asfalto non appena finita la ghiaia. Bastianini si riprende la terza posizione mentre un indemoniato Quartararo si riprende anche la sesta posizione superando Marquez, con Bastianini, Mir e Espargarò nel mirino. Bagnaia si mette al comando al quarto giro e prova ad allungare il più possibile sul rimontante Quartararo. Si ritira intanto Remy Gardner. 

TRIS DUCATI Con cinque giri sul referto la situazione inizia a delinearsi: Bagnaia, Miller e Bastianini sono davanti con la Ducati, poi Mir (Suzuki), Espargarò (Aprilia) e Quartararo, che nella sua rimonta con la Yamaha si porta dietro anche la Honda di Marquez. Chiudono al top ten Nakagami (Honda), Zarco (Ducati) e Binder (KTM). Gli altri italiani sono lontani, con 15° Marini, seguito a ruota da Di Giannantonio e Morbidelli, mentre sono 19° e 20° Dovizioso e Bezzecchi. Davanti Bagnaia prova a mettere un po' di spazio tra sé e Miller, ma il compagno di squadra tiene botta, e da dietro si avvicina Bastianini. Si forma ben presto un trenino, trainato da Bagnaia che però non riesce a fare la differenza sul passo. Dietro Quartararo sfrutta qualche difficoltà mostrata da Espargarò per farsi sentire dallo spagnolo.

FASE DI STASI Dopo dieci giri Bagnaia resta al comando, sempre tallonato da Miller e Bastianini. Il più veloce in pista è Fabio Quartararo, che si riporta sotto a Mir e ad Espargarò. I primi tre hanno circa un secondo di margine sul secondo gruppo, quando mancano però ancora ben 18 giri alla bandiera a scacchi. Marquez perde contatto da Quartararo e resta settimo in solitaria, con Zarco che supera Nakagami in ottava posizione, e Martin che entra nella top ten passando Binder. Marini e Di Giannantonio, intanto, chiudono insieme la zona punti. Chi sembra poter rompere l'equilibrio tra i primi sei è Bastianini, che è molto vicino a Miller, ma attende per sferrare un attacco.

BESTIA PASSA! E l'attacco arriva a 16 giri dal termine, con un sorpasso deciso in staccata che porta Enea Bastianini in seconda posizione, non lontano da ''Pecco'' Bagnaia, Miller si mette in terza posizione a scudo ma deve guardarsi le spalle dal possibile rientro di Mir, Espargarò e Quartararo. Marquez, settimo, non è più solo, con Zarco che lo bracca da vicino. Due giri dopo, a metà gara la situazione è ancora questa, con l'unica variazione in top ten rappresenta dall'errore di Martin che viene passato da Oliveira e Binder, scendendo in 12° piazza.

VEDI ANCHE



AHI AHI MIR Nel corso del 15° giro un colpo di scena! Mir sbaglia e cade, lasciando la quarta posizione ad Aleix Espargarò e la quinta a Fabio Quartararo. Davanti ci sono sempre le tre Ducati, con Bastianini più vicino a Bagnaia, primo, che a Miller, terzo, e con un margine minimo di un secondo ballerino sull'Aprilia. A 11 giri dal termine sembra delinearsi una fuga dei due ragazzi italiani, Bagnaia e Bastianini, con Miller che perde circa un secondo e viene avvicinato da Espargarò e Quartararo. Nello stesso giro Marquez commette un errore e apre le porte a Zarco, lasciandogli la sesta posizione e tornando in settima, dov'era prima della caduta di Mir. Dietro di lui, in top ten, Nakagami, Oliveira e Binder. 

CADE MARTIN! Dieci giri dalla fine e Jorge Martin cade in curva 9, lasciando la possibilità di chiudere una gara difficile almeno in top ten e lasciando entrare nei 15 anche Bezzecchi con 12° Marini e 14° Di Giannantonio. Davanti ci sono sempre Bagnaia e Bastianini che ormai hanno un margine di quasi due secondi su Miller, che sente sul collo il fiato di Aleix Espargarò. Bastianini sembra avere qualcosa nel taschino, e a 9 giri dal termine comincia a pressare Bagnaia e lo costringe ad aumentare il ritmo. I due italiani sono i più veloci in pista

DISASTRO BAGNAIA! A sette giri dal termine scoppia la bagarre tra i primi due! Bastianini mette il muso davanti e Bagnaia gli risponde bruscamente, poi però sbaglia e prende la corsia del long-lap-penalty lasciando fuggire via il numero 23 del Grasini Racing. Per provare a tornare subito sotto a Bastianini, Bagnaia prova subito a forzare e commette un errore pesantissimo in ottica campionato, cadendo in curva 14 (come Mir) e finendo nella ghiaia! Che disastro per Bagnaia, che butta un montino di punti. Quartararo ringrazia e si gode la quarta posizione regalata, provando a salire sul podio minacciando Espargarò. Miller nel frattempo ha preso un margine sui due, con Bastianini che è solo in fuga con 2''5 su Miller.

CHE PAURA OLIVEIRA! Mentre Bagnaia torna mestamente ai box, camminando lungo una corsia dei box deserta, Enea Bastianini e Jack Miller rafforzano le loro posizioni. Aleix Espargaro e Fabio Quartararo continuano a lottare per la quinta piazza, mentre Johann Zarco ringrazia chi è caduto e si prende la quinta piazza. Marc Marquez e Taka Nakagami portano la Honda in sesta e settima piazza, mentre Oliveira è autore di una caduta pericolosissima alla ''S'', e viene sfilato da Binder (ottavo), Marini (nono), Vinales (decimo) e Pol Espargaro (undiceismo), non venendo travolto solo per una cortesia del destino. In zona punti ci sono anche Bezzecchi 12°, Di Giannantonio 13° e Morbidelli 15°.

TRIONFO ENEA! Negli ultim tre giri Enea Bastianini porta oltre i 3 secondi il margine su Miller, che ne ha a sua volta 1,5 su Espargaro e Quartararo. Per tutto l'ultimo giro i due battagliano ma Quartararo non riesce a sferrare l'attacco e si accontenta del quarto posto! Vince Enea Bastianini, terza vittoria su sette gare in questo inizio di mondiale per il team Gresini Racing, che ormai ci sta facendo l'abitudine! Sul podio Miller ed Espargarò, tre moto italiane! Nei dieci chiudono anche Zarco, Marquez, Nakagami, Binder, Marini (bravo) e Vinales. A punti Pol Espargaro, Bezzecchi, Di Giannantonio, Alex Marquez e Morbidelli.

Clicca qui per tutti i risultati del weekend del Gran Premio del Francia 2022


Pubblicato da Simone Valtieri, 15/05/2022
Tags
Gallery
MotoGP Francia 2022
Logo MotorBox