Autore:
Emanuele Colombo

I DATI DI ANCMA Crescita a doppia cifra nel 2016 per il mercato delle due ruote: l'incontro annuale di Confindustria ANCMA ha evidenziato un momento positivo per il settore. Ottimo, in particolare il risultato delle moto vere e proprie, mentre i gloriosi cinquantini sono fermi al palo. Ma ecco, segmento per segmento, che cosa è emerso dall'incontro e le varie iniziative dell'Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori.

IL SUCCESSO DELLE MOTO Il 2016 ha visto le immatricolazioni crescere del 13,3% e “anche il 2017, che nel primo semestre registra un incremento delle vendite pari al 7%, si conferma positivo”, dice Corrado Capelli, Presidente di Confindustria ANCMA. Le moto guidano la crescita con un incremento del 21,6%: le preferite sono le naked, seguite da vicino dalle enduro stradali.

IL RUOLO DEGLI SCOOTER Gli scooter, che comunque rappresentano un mercato dai volumi maggiori, hanno realizzato un +8,6%. L'unico settore in sofferenza pare quello dei modelli di 50cc, che registrano una flessione dello 0,7%: soppiantati dai 125cc nel ruolo di veicoli d'accesso al mondo delle due ruote. Positivo il saldo tra import ed export, con un vantaggio della produzione italiana pari a 866 milioni di euro nel 2016.

QUADRICICLI IN CRESCITA Molto positivo l’andamento dei quadricicli, anche se i numeri, in assoluto, sono piccoli: nel 2016, con 6.063 vendite, la crescita del settore è stata del 23,8%. Tra questi, i modelli non elettrici totalizzano un 23,3% di crescita nel 2016 e un +14,6% nel 2017. I quadricicli elettrici, che nel 2016 avevano totalizzato 1.449 immatricolazioni trainati dal fenomeno car sharing, nel 2017 perdono il 60% dei volumi.

IL BOOM DELLE BICI ELETTRICHE In tempi non sospetti abbiamo ipotizzato che le bici a pedalata assistita stiano prendendo il posto che negli anni Ottanta era dei ciclomotori e la forte crescita del mercato sembra darci ragione. Le e-bike vendute in Italia nel 2016 sono state 124.400, per un incrementeo del 120% rispetto al 2015.

LE INIZIATIVE PER LA SICUREZZA Tra le iniziative che ANCMA sta portando avanti vi è il dialogo con EuroNCAP per coinvolgere nel programma dei crash test le moto, rispettandone però le peculiarità. Sempre in tema di sicurezza, ANCMA partecipa alla stesura della nuova normativa CEN sui capi di abbigliamento protettivo per i motociclisti, “affinché si possa procedere alla certificazione oggettiva e sicura dell’abbigliamento immesso sul mercato comunitario”, ha dichiarato Pier Francesco Caliari, Direttore Generale di Confindustria Ancma.

LA DIFESA DELL'INDUSTRIA Inoltre ANCMA spinge le istituzioni europee a differire il recepimento della legislazione comunitaria in materia di emissioni, rumore e sicurezza spostando la scadenza dal 2020 al 2024: per “i requisiti ambientali e di rumore più critici per lo sviluppo della nuova tecnologia necessaria”. Il tutto negli interessi delle imprese nazionali e coerente con “la principale mission dell’Associazione, quella di fare lobby per promuovere un ambiente legislativo favorevole alla produzione, commercializzazione ed utilizzo dei veicoli a due ruote”.

LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE Altra battaglia che vede impegnata ANCMA è quella contro la contraffazione: il progetto mira a realizzare un dossier sui casi rilevati in Cina, Indonesia e Tailandia, per poi attivare canali istituzionali con i governi di questi paesi, attraverso il governo italiano. Purtroppo lo scadere della legislatura vanificherà l'impegno per la riforma del codice della strada, nel cui ambito ANCMA si era battuta per la messa in sicurezza delle infrastrutture stradali, l’accesso dei motocicli nelle corsie preferenziali e la circolazione dei motocicli 125cc in autostrada.

VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO Nell'ottica della valorizzazione turistica della capitale, ANCMA ha sviluppato con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti lo studio di impatto economico per la realizzazione del GRAB, il Grande Raccordo Anulare per le Biciclette: un anello ciclabile di 44 km che tocca i principali monumenti e siti archeologici di Roma. La conclusione dello studio è che l'opera si ripagherebbe in meno di tre anni.


TAGS: ancma mercato moto e-bike ebike confindustria pedalata assistita iniziative mercato scooter mercato due ruote cicli e motocicli confindustria ancla dati di mercato bici elettriche quadricicli