Listino prezzi Sym Maxsym 400 / MY 2021 - prezzi e caratteristiche

Sym Maxsym 400

Il Sym Maxsym 400 è cambiato sia a livello estetico che sotto le carene. Per il maxiscooter un look più moderno e una dotazione tecnologica più evoluta: ci sono per esempio nuovi fari a LED, un motore Euro 5 e il TCS, il controllo di trazione, disattivabile attraverso un pulsante. Il maxi di Taiwan scende in campo offrendo un ottimo compromesso tra estetica e sostanza.

MY 2021 A partire da 6.699 €
Scheda Maxsym 400
Prezzi a partire da: 6.699 €
Omologazione: Euro5
Listino Prezzi MY2021
Com'è la Maxsym 400?

Il miglioramento estetico è avvertibile e il Sym si fa apprezzare per un design più moderno. Anche la qualità costruttiva è piuttosto buona, così come gli accoppiamenti, mentre qualcosa da dire c’è per quanto riguarda la strumentazione analogica, funzionale ma un po’ in contrasto con l’ammodernamento generale. Il monocilindrico da 399 cc eroga 34 CV a 6.750 giri e 39 Nm a 5.250 giri e si accende tramite il sistema keyless, che funziona piuttosto bene; accanto al manettino si trova il pulsante per l’apertura della sella, che è ampia e ben sfruttabile, in grado di contenere un casco integrale e uno jet. Anche nel retroscudo trovano spazio due vani lunghi e profondi, in quello di destra c’è anche la presa USB per la ricarica dello smartphone. Peccato soltanto che non siano sotto chiave. Il cupolino, regolabile su due posizioni, è facilmente regolabile ma solo da fermo: servono infatti entrambe le mani.

Come va la Maxsym 400?

Esteticamente parlando il balzo in avanti rispetto alla precedente versione è evidente e il Sym attira sguardi. Ma la forma si sposa bene con la sostanza e il Maxsym 400 offre una sella ampia e comoda, un’ottima protezione aerodinamica - anche grazie al plexiglass regolabile - e un motore sempre corposo e piacevole da utilizzare, sia in città quando si parzializza a bassa velocità che quando si spalanca per superare in autostrada. Tra le curve il Maxsym 400 mette in evidenza un’ottima stabilità, a patto di rinunciare a un po’ di agilità, naturalmente: per farlo voltare con decisione serve un po’ di forza, nonostante la cura dimagrante. Buono anche il comfort offerto dalle sospensioni: si comportano bene nella maggioranza delle situazioni, andando un po’ in crisi solo quando il fondo è davvero rovinato. Consumi di 21 km/l insieme con il generoso serbatoio da 13 litri permettono un’autonomia di circa 300 km.

PRO

Rapporto qualità/prezzo Il Maxsym 400 è costruito bene ed è un maxi di sostanza, con tutte le carte in regola per ben figurare anche contro i più accreditati rivali

 

Vano sottosella Molto spazioso e con una sella che si apre e blocca a circa 45°, agevolando le operazioni di carico/scarico

Guida Sa essere comodo, ma anche piacevole e divertente da guidare, mettendo in luce un’ottima tenuta di strada e una gran frenata

Autonomia Grazie al serbatoio da 13 litri e a consumi buoni il Maxsym 400 è in grado di percorrere circa 300 km prima di fermarsi di nuovo dal benzinaio
 

CONTRO

Strumentazione Un po’ datato il quadro strumenti analogico, con un piccolo display digitale in bianco e nero. Con una svecchiata anche qui il Sym diventerebbe quasi perfetto

 

Quale versione scegliere

La dotazione di base è ottima e non si sente il bisogno di altro. Personalmente sceglierei la colorazione antracite opaco, la più bella

Quale colore scegliere

Bianco, Blu, Grigio Nuvola e Antracite Opaco

Logo MotorBox