Come funziona la patente a punti
Guida pratica

Come funziona la patente a punti


Avatar Redazionale , il 08/09/08

13 anni fa - Il regolamento del concorso a premi per automobilisti disciplinati

Un concorso a premi per automobilisti disciplinati in cui ogni due anni si guadagnano due punti. Ma in cui è molto facile perderne

START All'inizio della propria carriera automobilistica si hanno a disposizione 20 punti. Se non commettete infrazioni, ogni due anni ricevete un bonus di altri due punti, fino ad un totale di 30. Avendo meno di 20 punti, trascorsi 24 mesi rientrate in possesso del gruzzolo iniziale.

DOPPIA RAZIONE Con una funzione propedeutica, il Legislatore ha ritenuto opportuno raddoppiare le sanzioni per i neopatentati e per le categorie professionali: fanno parte di questo gruppo tutti coloro che possiedono patenti superiori alle A e B, beccati in flagrante durante l'attività lavorativa. Inoltre, sempre per i primi tre anni, i neopatentati non potranno superare i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h sulle strade extraurbane principali. Qualora non venissero commesse infrazioni nel trienno, potranno guadagnare 1 punto di bonus all'anno per un massimo di 3.

GAME OVER A seconda della gravità dell'infrazione commessa, si possono perdere in un sol colpo da 1 a 10 punti totali. O anche tutti se una delle sanzioni comporta la sospensione della patente, una delle famigerate sanzioni accessorie, come la revoca – dovrete rifare nuovi esami – del documento di guida. La sanzione si applica, comunque, a chi è alla guida nel momento dell'accertamento da parte delle Forze dell'Ordine, non al proprietario del mezzo indicato sulla carta di circolazione. Ecco perché, nel caso il conducente non fosse identificato (una foto scattata dal Tutor, per esempio) la comunicazione verrà inviata al proprietario del veicolo, che avrà cura di comunicare i dati di chi era alla guida in quel momento. Se non lo fa, scatta una sanzione accessoria di 250 euro ma i punti sulla patente restano intonsi.

TORNARE SUI BANCHI DI SCUOLA I punti possono essere recuperati attraverso corsi in aula organizzati dalle autoscuole o presso centri autorizzati dal Ministero dei Trasporti, riservati sia a tutti coloro che possiedono una patente di guida, sia alle categorie professionali. Con alcuni distinguo: i percorsi didattici per i primi consentono di recuperare 6 punti, durano 12 ore in tutto e consentono fino a 4 ore di assenza documentate. Quelli per gli autisti di professione fanno guadagnare 9 punti, hanno una durata totale di 18 ore (da svolgersi sempre in due settimane continuative) e consentono di assentarsi per 6 ore. Se dovessero verificarsi più assenze, il corso va obbligatoriamente ripetuto.

PIEDE PESANTE Il vizietto della velocità, uno dei più comuni nel panorama motoristico italiano, è punito con una certa severità. Ecco perché una rinfrescata ai principali limiti fa sempre bene: potrete correre fino a 130 km/h sulle autostrade, 50 km/h nei centri abitati, 90 km/h sulle strade extraurbane secondarie e 110 km/h sulle principali. In caso di pioggia, fra casello e casello dovrete procedere al massimo a 110 km/h, che scendono a 90 km/h sulle extraurbane principali.

VEDI ANCHE



IL TABELLARIO Per chiarirvi le idee nell'intricata legislazione italiana, ecco di seguito una tabella riassuntiva con le principali violazioni e le relative sottrazioni di punti. Se non l'avete ancora fatto, il consiglio è quello di registrarvi sul Portale dell'Automobilista, un servizio messo a disposizione dal Ministero dei Trasporti: pochi clic saranno sufficienti per conoscere la propria quota punti. Inoltre, registrando il proprio veicolo, riceverete informazioni su scadenze importanti (come la revisione) e altre utili informazioni. Per i più pigri, rimane sempre attivo il numero verde 800 980 308.

-1 punto
-Mancato uso o utilizzo improprio delle luci
-Sistemazione dei passeggeri e/o animali e/o oggetti non idonea

-2 punti
-Inosservanza della segnaletica stradale o delle segnalazioni degli agenti
-Collegamento inidoneo in caso di traino
-Trasporto in sovraccarico o in sovrannumero su autovetture
-Sosta in corrispondenza della fermata di autobus e filobus

-3 punti
-Inosservanza delle condizioni generali per effettuare un sorpasso
-Distanza di sicurezza inadeguata (in caso di collisione con danni lievi)
-Non fermarsi all'invito di un agente
-Rifiutarsi di esibire i documenti richiesti o di far ispezionare il veicolo
-Eccesso di velocità superiore a 10 km/h e inferiore a 40 km/h

-4 punti
-Circolare contromano
-Uso errato delle corsie
-Fuggire in caso di incidente con soli danni a cose non così gravi da aver determinato la revisione della patente

-5 punti
-Circolare senza casco o con casco allacciato in maniera inadeguata
-Mancato uso delle cinture di sicurezza
-Uso di cuffie sonore o abuso di cellulari durante la guida (-10 punti in caso di recidiva, in fase di approvazione)
-Mancata precedenza a veicoli di soccorso (autoambulanze, polizia, vigili del fuoco)
-Omesso uso di lenti quando prescritte

-6 punti
-Mancato rispetto del segnale "STOP", precedenza omessa o del semaforo rosso
-Violazioni ai comportamenti previsti ai passaggi a livello
-Eccesso di velocità superiore a 40 km/h e inferiore a 60 km/h

-8 punti
-Mancato rispetto della distanza di sicurezza che ha causato incidente con gravi danni alle cose
-Non dare la precedenza ai pedoni sulle strisce
-Invertire la marcia in prossimità o in corrispondenza di incroci, curve e dossi 

-10 punti
-Gareggiare in velocità con veicoli a motore, con sfide organizzate e non autorizzate
-Eccesso di velocità superiore a 60 km/h
-Circolare contromano su curve, dossi ed in ogni caso di scarsa visibilità
-Effettuare sorpassi pericolosi
-Effettuare retromarce su autostrade
-Guidare in stato di ebbrezza da alcool, droghe o rifiutare gli accertamenti atti a verificare il proprio tasso alcolemico o il proprio stato psico-fisico
-Fuggire in caso di incidente con gravi danni ai veicoli e/o alle persone
-Forzare posti di blocco
-Sorpasso di veicoli fermi o in lento movimento, invadendo la carreggiata destinata al senso opposto di marcia


Pubblicato da La Redazione, 08/09/2008
Vedi anche
Logo MotorBox