Autore:
Lorenzo Centenari

VEDO NERO Di scatola nera sulle automobili a scopi assicurativi si fa un gran parlare, e non certo da ieri. Conviene, non conviene, sconti, mica sconti, privacy, etc. Sta di fatto che il pubblico, almeno la stragrande maggioranza, in materia ancora vede buio. Anzi, nero. 

MAGIC BOX Col Ddl Concorrenza in dirittura d'arrivo (almeno così si spera), l'argomento è tornato di massima attualità. Sembra infatti che il testo, al capitolo assicurazione RC Auto preveda, tra altre cose (come l'ispezione del veicolo, o la presenza di un congegno che impedisca all'auto di avviarsi quando il guidatore è in preda ad elevato tasso alcolemico), che in caso di installazione di scatola nera le compagnie assicurative siano obbligate a praticare sconti sul premio di polizza. In attesa che la Legge e l'Ivass si esprimano in modo definitivo, proviamo a riassumere per punti le principali caratteristiche di questo misterioso oggetto mutuato dall'aviazione civile e militare, e le conseguenze che esso comporta.

SCATOLA NERA COSA? Chiamasi innanzitutto scatola nera (o black box) un dispositivo elettronico mobile provvisto al proprio interno di rilevatore Gps e in grado di registrare, in maniera del tutto oggettiva, una notevole mole di dati relativi alla marcia del veicolo e allo stile di guida del suo proprietario, compresi ovviamente i sinistri di qualsiasi natura, ma anche un eventuale furto. Il suo funzionamento si fonda sulla connessione via satellite a una centrale remota mediante scheda telefonica

SCATOLA NERA CHI? Una delle sue funzioni chiave è quella di accelerometro: la scatola nera è in grado di misurare l'accelerazione gravitazionale (forza G) in ambedue le direzioni. Vale a dire che un black box tiene nota sia della forza di accelarazione positiva, sia delle decelerazioni negative. Proprietà particolarmente utile in caso di incidente: in questo modo resta traccia della forza di frenata, e di impatto, del veicolo stesso.

SCATOLA NERA DOVE? Non solo: la scatola nera registra posizione geografica, tempi di marcia, tempi di sosta, chilometri percorsi suddivisi per orario diurno e notturno, urbano ed extraurbano, inoltre memorizza di volta in volta la marcia inserita e il regime di rotazione del motore, profilando in modo assai preciso lo stile di guida dell'automobilista. Un sensore rileva anche l'attivazione dei dispositivi di sicurezza come airbag, Abs ed Esp. Il dossier informazioni viene quindi inviato al database della compagnia assicurativa, che può così conoscere per filo e per segno le abitudini del proprio cliente.

BYE BYE PRIVACY E qui veniamo al tema più spinoso. Gli automobilisti italiani che acconsentono all'installazione del dispositivo dichiarano anche il consenso ad essere monitorati, seppur nei limiti imposti dal Garante sulla Privacy. Intendiamoci: la scatola nera non è una videocamera puntata addosso. Non registra le imprecazioni, i pettegolezzi nei confronti della moglie e altri comportamenti imbarazzanti. Ma rappresenta pur sempre un limite ideologico alla propria libertà di movimento. Come un Grande Fratello elettronico al quale, in sede giudiziaria, non sarà consentito mentire.

SCATOLA NERA PERCHE'? In cambio della propria intimità su quattro ruote, il cliente sperimenta tuttavia anche dei vantaggi. Innanzitutto, l’installazione della scatola nera è completamente gratuita e non interferisce in alcun modo con gli altri equipaggiamenti elettronici di bordo. Oltre ad uno sconto sul premio di polizza, variabile in base alla compagnia, all'area geografica e al profilo dell'automobilista, l'utente beneficerà di assistenza stradale 24 ore su 24, localizzazione immediata dell'auto in caso di furto, prove scientifiche della propria innocenza in caso di incidente causato da altri soggetti, infine una tempistica di disbrigo del sinistro notevolmente inferiore.

BENVENUTA AL SUD Al momento, la scelta o meno di installare la scatola nera è a discrezione del singolo automobilista. Il dispositivo è già tuttavia molto gettonato, in particolare, da parte degli automobilisti del Sud Italia, area afflitta da un pesante caro assicurazioni: a seconda della provincia di residenza, la scatola nera restituisce uno sconto medio del 15%. Nel Meridione, l'incidenza sui contratti varia tra il 30 e il 45% del totale, mentre su scala nazionale la black box già interessa circa il 16% delle polizze RC Auto. Siamo tutti in attesa di sapere quando diventerà obbligatoria. 


TAGS: assicurazione auto scatola nera ddl concorrenza polizze rc auto premio assicurativo