Autore:
Simone Dellisanti

UN PO' DI STRETCHING Poco importa a Porsche se la sua LMP1 è stata ritirata dalle competizioni Endurance nel FIA World Endurance Championship. La Porsche 919 hybrid LMP1 è ancora in grado di correre velocissimo su tutti i circuiti del mondo e non teme confronti con altre regine del motorsport. Nella giornata di ieri Porsche ha fatto una capatina sul circuito belga di Spa-Franchorchamps per far sgranchire le gambe alla sua 919 hybrid LMP1, nella versione ‘evo’. Ci voleva dopo aver visto il proprio prototipo trionfare per tre volte a Le Mans.

HOT LAP Quello della Porsche, però, non era solo una sessione di allenamento ma un vero lap record visto che la LMP1 di Porsche ha bruciato l'hot lap di Spa, siglato da Hamilton, con un nuovo 1’41.770. Tutto a dispetto del tempo conquistato dalla Mercedes W07 Hybrid di Formula 1 che ha fermato il crono sull'1’42.553.

TUTTA NUOVA...O QUASI La Porsche è entrata in pista con alcune modifiche rispetto a quando era iscritta ufficialmente alle competizioni ed era dotata di una aerodinamica studiata appositamente e rivista per l'occasione, oltre ad essere dotata di gomme speciali studiate da Michelin. Invariato invece il propulsore con il V4 2.0 turbo che spingeva le Porsche 919 hybrid lo scorso anno a Le Mans.

LE PAROLEE’ stata una combinazione tra un giro perfetto da parte del pilota – ha spiegato Fritz Enzinger, responsabile LMP1 di Porschee un ottimo lavoro di ingegneria. Il record di oggi mostra tutto il potenziale della nostra Porsche. Il nostro obiettivo era mostrare il potenziale della nostra vettura senza le restrizioni dettate dal regolamento tecnico del WEC“.


TAGS: mercedes Hamilton circuito spa francorchamps porsche lmp1 porsche evo