Pubblicato il 09/06/20

FORMAT COMPRESSO L'Indycar è probabilmente il primo campionato a prendere il via, nonostante lo stop ed il posticipo a causa dell'epidemia di Coronavirus. La serie nord-americana è scattata sabato notte dall'ovale di Dallas dove ha disputato quella che è diventata la prima corsa stagionale. Il particolare format messo a punto con le nuove disposizioni sanitarie ha visto i maestosi spalti dell'impianto di Fort Worth deserti, la pista riservata ai soli addetti ai lavori e l'azione in pista condensata nell'arco di un pomeriggio. Scopriamo quindi i commenti e le reazioni dei piloti alla prima gara a porte chiuse.

team ganassi dallas 2020

''MAI VISTO PRIMA'' A commentare la vittoria a caldo è Scott Dixon, il neozelandese del team Ganassi ha dominato tre-quarti di gara senza un solo tifoso a seguirlo dal vivo al di là delle reti: ''E' stata una cosa inedita, senza precedenti. Siamo arrivati in pista questa mattina. Abbiamo disputato prove libere, qualifiche e gara il tutto nell'arco di poche ore. Finito tutto siamo tornati a casa nella notte texana. E' la prima volta che mi succede in vita mia! Probabilmente questo è il modo in cui dovremo disputare un bel po' di eventi della stagione 2020. Possiamo solamente accettarlo e conviverci. Week end di gara così compressi saranno qualcosa di veramente intenso dove avremo anche la doppia gara. E' divertente. Sappiamo che le incognite e le novità sono ciò che vivacizzano la nostre vite''.

scott dixon dallas 2020

PAGENAUD SODDISFATTO E' entusiasta e positivo anche il pilota secondo al traguardo. Il francese Simon Pagenaud si è così espresso: ''E' interessante un format che vede l'azione che normalmente si sviluppa nell'arco di un week end di gara concentrata in una mezza giornata. Offre interessanti spunti per il futuro. Tuttavia, quando sali in vettura devi essere svelto a trovare il setup e a fare le tue scelte per la gara. Terminata la qualifica siamo praticamente andati a  schierarci per la gara. Devi tirar fuori il meglio di te stesso assieme a tutta la squadra''.

Partenza gara 2020 Dallas

NEWGARDEN TRADITO DALLA STRATEGIA Concorda con Pagenaud anche il compagno di squadra Josef Newgarden. Il poleman si è ritrovato a soffrire dopo una scelta strategica risultata non ottimale: ''Mi sono divertito molto. Come hanno detto Scott e Simon, è stato divertente disputare una full-immersion di un pomeriggio. La parte più difficile per me è stata quando abbiamo capito che la strategia scelta si è rivelata tutt'altro che efficace. A quel punto non hai più tempo per correggere niente. sei già in gara e devi difenderti. Se avessimo avuto più tempo nelle prove libere per girare avremmo fatto delle scelte più ragionate. Ci siamo dovuti affidare all'istinto più che ai dati e abbiamo sofferto in gara''.


TAGS: dallas indycar IndyCar 2020 Coronavirus Ganassi Newgarden Pagenaud Dixon texas motorspeedway