Autore:
Salvo Sardina

DS IN TESTA Non è stato forse il finale che gli uomini di Ds Techeetah si aspettavano, ma l’ePrix di Roma porta comunque una gioia nel team franco-cinese. André Lotterer, autore della pole position, a 15 minuti dalla fine ha perso la leadership per mano di Mitch Evans, dovendosi “accontentare” ancora una volta del podio. Mentre la “maledizione vittoria” del tedesco prosegue, a Jean-Eric Vergne va ancora peggio: il campione Formula E in carica chiude quattordicesimo a causa di una penalità per sorpasso in Full Course Yellow. Il morale però non potrebbe essere più alto: grazie ai risultati di Lotterer e al ritardo accumulato da tutti i rivali, Ds vola in testa alla classifica con 7 punti di vantaggio su Virgin Racing e 14 sulla coppia Audi e Mahindra.

SENSAZIONI MISTE Nonostante la gioia per la leadership tra i team e per il rilancio in classifica piloti – adesso sono solo tre i punti che lo separano da Jerome D’Ambrosio – Lotterer ha ammesso di provare un misto di emozioni positive e negative: “Ho ottenuto la mia prima pole position e portato a casa un bel bottino, ma volevo davvero vincere questa gara e credo di avere avuto in mano la macchina per riuscirci. Dobbiamo capire cosa è successo, ho iniziato a far fatica con le gomme nella fase centrale della corsa e non ho potuto tenermi Mitch alle spalle. È stata una bella lotta, bello anche vedere il modo in cui siamo riusciti a gestire l’energia. Adesso siamo comunque in buona posizione e spero davvero di poter ottenere presto questa prima vittoria. Non vedo l’ora di farcela e sono convinto che sarà una buona seconda parte della stagione”.

GIORNATACCIA JEV Trovare buoni motivi per sorridere nella parte del box destinata alla macchina di Jean-Eric Vergne è impresa piuttosto complessa. Partito dalle retrovie, il francese stava recuperando nelle prime fasi di gara, prima di restare coinvolto nel botto che ha sospeso per quasi un’ora l’ePrix romano. Poi, risalito in zona punti, Jev è stato ricacciato in quattordicesima piazza a causa di un Drive Through per sorpasso in regime di bandiera gialla: “È stata una giornata complicata. Ho fatto una bella partenza dopo le qualifiche in cui c’era stato un problema tecnico. Stavo recuperando e avevo anche il giro più veloce della gara, ma poi ho ricevuto una sanzione che mi ha riportato fuori dalla top-10. Avrei potuto essere leader del campionato, ma ci sono ancora tante gare e credo che abbiamo ancora buone chance anche come team grazie al piazzamento di André. Alla fine, quindi, non è così male. Ma dobbiamo portare due macchine sul podio a Parigi. Sarebbe grandioso”.


TAGS: formula e andrè lotterer ds techeetah Formula E 2018-2019 Jean-Eric Vergne Roma ePrix 2019 RomeEPrix 2019 Circuito Eur