F1/news

Ferrari senti Ecclestone: non vincono perché ci sono troppi italiani


Avatar di Simone  Dellisanti , il 09/01/17

4 anni fa - Secondo il Patron della F1, la Ferrari non vince perché è poco "internazionale"

Ecclestone: ci sono troppi italiani che lavorano alla Ferrari. Non ho niente contro di loro ma non sanno gestire un team in grado di vincere

PAROLE PICCANTI "Se Vettel non vince non è di certo colpa sua. Se non raggiunge la vittoria la colpa è della squadra e della macchina che non è competitiva. Ci sono troppi italiani che lavorano alla Ferrari. Non ho niente contro di loro ma non sanno gestire un team in grado di vincere. La Ferrari è ritornata alla situazione precedente all'arrivo di Schumacher e Todt, ci sono troppi italiani al lavoro. Alla Ferrari servono persone anche straniere che sappiano fare bene il loro lavoro, solo così Sebastian può vincere".

LE PERSONE SBAGLIATE Ancora una volta Bernie Ecclestone ha voluto dire la sua sull’attuale situazione in casa Maranello e non si può certo dire che il tatto sia uno dei pregi dell’attuale Patron della Formula Uno. Ecclestone ha rimarcato ancora una volta la sua diffidenza verso la struttura organizzativa della Scuderia Ferrari, riconducendo la mancanza di vittorie proprio alle persone che lavorano all’interno del team che, secondo lui, “non sanno gestire un team vincente”.

VEDI ANCHE



IL LAVORO PAGA Il Presidente Marchionne non ha voluto ribattere alle parole velenose del padrone del Circus e ha, ancora una volta, difeso le scelte e la riorganizzazione del team, con l’aggiunta di alcune nuove pedine italiane, per fare un esempio Mattia Binotto ha sostituito James Allison nel ruolo di Chief Technical Officer. Con la sintetica ma importante frase “lasciateci lavorare in pace e vedrete che la Ferrari tornerà a vincere" ha voluto chiudere ogni polemica prima della sosta natalizia.

VETTEL ANCORA CON FERRARI Intervistato da Sport Bild, Ecclestone ha ammesso anche che non vede il pilota tedesco della Ferrari lontano dalla sede di Maranello nel prossimo futuro: “Non credo cambierà team, è un testardo e la sua missione ha un solo nome e si chiama Ferrari, non vuole andare via prima di aver vinto con loro." Infine il buon Bernie ha proseguito parlando anche del nuovo anno motoristico della F1, che sarà caratterizzato da importanti cambi di regolamento. “Anche nel 2017, Ferrari o Red Bull non riusciranno a interrompere il dominio Mercedes. Il loro motore è il migliore, a meno che non riusciamo a bilanciare la situazione con nuove regole sul motore. Cercheremo di lavorarci su il prima possibile”.


Pubblicato da Simone Dellisanti, 09/01/2017
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox