Autore:
Giulio Scrinzi

FINALMENTE BOTTAS! Si spengono i semafori rossi e le due Ferrari scattano a corrente alternata: Vettel cerca di tenere d'occhio la Mercedes del rivale Lewis Hamilton, mentre Raikkonen si pianta subito, viene risucchiato ma poi si riprende all'istante la terza posizione provvisoria. Ma davanti... è Valtteri Bottas a prendere il comando della corsa, con una partenza a sangue freddo in cui ha subito regolato i conti con tutti i suoi avversari grazie al “bottone magico” della sua W08 EQ Power+. Durante la gara il finlandese ha tenuto alta la concentrazione, non ha sbagliato praticamente nulla e, tenendo a debita distanza la Rossa di Vettel, si è involato verso la sua prima vittoria in Formula 1 dopo 81 partenze nel Circus iridato.

ANCORA QUALCHE DETTAGLIO E... Secondo a soli 617 millesimi il poleman Sebastian Vettel, che sicuramente avrebbe portuto terminare il suo Gran Premio in prima posizione se non fosse stato per quella partenza poco convincente... Peccato, perchè la SF70H ha rivelato un'ottima competitività per tutta la durata della corsa, e il terzo posto del compagno di squadra Kimi Raikkonen è la conferma che “Gina” non è stata creata su misura solamente per il tedesco. Ancora qualche dettaglio, e le due Rosse saranno un avversario inavvicinabile per chiunque.

QUANDO IL WEEKEND NON GIRA Anche per la Mercedes, che sì ha permesso a Bottas di vincere nella terra degli Zar, ma d'altro canto non ha fatto andare oltre il quarto posto un Lewis Hamilton decisamente in difficoltà nella messa a punto della sua Freccia d'Argento. Il tre volte Campione del Mondo, nel tentativo di non perdere l'unica chance di salire sul podio, ha distrutto le gomme rimanendo in scia a Raikkonen: una scelta che poi ha pagato costringendolo a passare sotto la bandiera a scacchi con 36 secondi di ritardo.

ANCORA DUE SETTIMANE Quinto posto per l'unica Red Bull al traguardo, quella di un Max Verstappen che ha incassato addirittura un minuto di gap dal vincitore. E dire che la sua partenza era addirittura a rischio per un guasto alla power unit Tag Heuer, poi prontamente risolto dai tecnici di Milton Keynes. È andata peggio al suo team-mate, un Daniel Ricciardo che ha alzato bandiera bianca dopo soli 4 giri per un surriscaldamento all'impianto frenante che lo ha costretto alla via dei box. Tenete duro ragazzi, ancora due settimane e in Spagna vi arriverà una RB13 in versione “Bis” completamente rivista!

E INTANTO LE PANTERE ROSA... In un weekend caratterizzato da scarsi risultati in prova e in qualifica, le due Force India “rosa” sono riuscite a recuperare alla grande grazie a un sesto posto di Sergio Perez a cui ha fatto seguito il settimo del giovane Esteban Ocon. Così facendo ora la scuderia di Vijay Mallya si trova stabilmente in quarta posizione nella Classifica Costruttori con 13 punti di vantaggio sulla Williams, che a Sochi è andata a punti solamente con un Felipe Massa nono sopravanzato anche dalla Renault di Nico Hulkenberg.

TUTTI GLI ALTRI L'ultimo punto disponibile in questo GP è stato portato a casa dalla Toro Rosso di Carlos Sainz Jr, capace di tenere lontano dalla top ten il rookie Lance Stroll e il compagno di squadra, nonché idolo locale, Daniil Kvyat. La prima delle HAAS è quella di Kevin Magnussen, perchè la gemella di Romain Grosjean è stata costretta al ritiro per un contatto in partenza con la Renault di Jolyon Palmer. E la McLaren? Quella di Stoffel Vandoorne è arrivata al traguardo in 14esima piazza davanti alle due Sauber di Marcus Ericsson e Pascal Wehrlein, mentre la MCL32 di Fernando Alonso non è riuscita nemmeno a schierarsi in griglia di partenza per l'ennesima perdita di potenza che ha ammutolito senza preavviso la power unit Honda.

COSì AL TRAGUARDO Ecco l'ordine di arrivo del GP di Russia 2017 sull'Autodromo di Sochi.

PILOTA TEAM
1. Valtteri Bottas Mercedes
2. Sebastian Vettel Ferrari
3. Kimi Raikkonen Ferrari
4. Lewis Hamilton Mercedes
5. Max Verstappen Red Bull Racing
6. Sergio Perez Force India
7. Esteban Ocon Force India
8. Nico Hulkenberg Renault
9. Felipe Massa Williams
10. Carlos Sainz Jr Toro Rosso
11. Lance Stroll Williams
12. Daniil Kvyat Toro Rosso
13. Kevin Magnussen HAAS
14. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda
15. Marcus Ericsson Sauber
16. Pascal Wehrlein Sauber

CLASSIFICA PILOTI Qua la classifica Piloti di Campionato aggiornata al quarto round russo sull'Autodromo di Sochi.

PILOTA TEAM PUNTI
1. Sebastian Vettel Ferrari 86
2. Lewis Hamilton Mercedes 73
3. Valtteri Bottas Mercedes 63
4. Kimi Raikkonen Ferrari 49
5. Max Verstappen Red Bull Racing 35
6. Daniel Ricciardo Red Bull Racing 22
7. Sergio Perez Force India 22
8. Felipe Massa Williams 18
9. Carlos Sainz Jr Toro Rosso 11
10. Esteban Ocon Force India 9
11. Nico Hulkenberg Renault 6
12. Romain Grosjean HAAS 4
13. Kevin Magnussen HAAS 4
14. Daniil Kvyat Toro Rosso 2
15. Pascal Wehrlein Sauber 0
16. Lance Stroll Williams 0
17. Antonio Giovinazzi Sauber 0
18. Jolyon Palmer Renault 0
19. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda 0
20. Fernando Alonso McLaren-Honda 0
21. Marcus Ericsson Sauber 0

CLASSIFICA COSTRUTTORI Qua, invece, la classifica Costruttori aggiornata al quarto round russo sull'Autodromo di Sochi.

TEAM PUNTI
1. Mercedes 136
2. Ferrari 135
3. Red Bull Racing 57
4. Force India 31
5. Williams 18
6. Toro Rosso 13
7. HAAS 8
8. Renault 6
9. Sauber 0
10. McLaren-Honda 0

 


TAGS: formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen valtteri bottas lewis hamilton f1 F1 2017 formula 1 2017 f1 2017 gp russia gp russia 2017