Autore:
Giulio Scrinzi

RED POWER Il weekend degli uomini del Cavallino Rampante non poteva iniziare in maniera migliore: se già nelle FP1 la SF70H di Kimi Raikkonen era riuscita a prendere il comando della classifica dei tempi, la Rossa di Maranello si è confermata finalmente competitiva anche in simulazione di qualifica nelle seconde prove libere del pomeriggio. Questo grazie a un Sebastian Vettel veramente a suo agio e in grado di firmare un ottimo 1'34''120, già abbondantemente al di sotto del record della pista fatto segnare da Nico Rosberg nella passata edizione. Lo ha seguito l'autore del miglior tempo della mattina, un Kimi Raikkonen a soli 263 millesimi dal compagno di squadra.

MERCEDES IN DIFFICOLTÀ Le prime a trovarsi in seria difficoltà a reggere il passo delle Ferrari sono state innanzitutto le due Mercedes di Valtteri Bottas, terzo (+0.670), e di Lewis Hamilton, quarto a sette decimi dalla vetta. Entrambe le Frecce d'Argento sembrano non digerire granchè l'Autodromo di Sochi, e la riprova è data dalle diverse frenate a ruote bloccate della W08 EQ Power+ numero 44, segno che il tre volte Campione del Mondo britannico non è ancora riuscito a trovare la quadra della situazione.

RED BULL, CHE DISTACCO! Sul circuito russo non hanno brillato nemmeno le due Red Bull di Max Verstappen, quinto, e di Daniel Ricciardo, sesto: i distacchi dal miglior tempo di Vettel sono di 1 secondo e 4 decimi per l'olandese a cui ne vanno aggiunti altri tre a danno dell'australiano, un dato che fa capire quanto la RB13 del reparto corse di Milton Keynes sia rimasta indietro nello sviluppo rispetto alle più competitive Ferrari e Mercedes.

WILLIAMS VERSO IL QUARTO POSTO MONDIALE Settima posizione per la Williams di un Felipe Massa che si è rimboccato le maniche per portare il team di Grove verso la conquista del quarto posto in Classifica Costruttori. Dietro di lui la Renault di Nico Hulkenberg, tornato in pista dopo aver ceduto il volante in mattinata al collaudatore russo Sergey Sirotkin, la HAAS di Kevin Magnussen e la prima delle Force India di Sergio Perez, capace di buttare fuori dalla top ten il compagno di squadra Esteban Ocon.

McLAREN-HONDA TRA ALTI E BASSI Qualche segnale incoraggiante è arrivato dalla McLaren, almeno da quella di un Fernando Alonso risalito in 12esima posizione a “solo” 2 secondi e 645 millesimi dalla vetta. Meno bene la situazione di Stoffel Vandoorne, fermato nel turno mattutino da una perdita di potenza della sua MCL32 che ha costretto i tecnici di Woking a sostituire la power unit Honda. Così facendo, però, la FIA è stata costretta a sanzionarlo con 15 posizioni sulla griglia di partenza per aver già superato il limite dei cinque propulsori stagionali, il che lo obbligherà domenica a partire dall'ultima casella.

PILOTA TEAM TEMPO GAP GIRI
1. Sebastian Vettel Ferrari 1'34''120   36
2. Kimi Raikkonen Ferrari 1'34''383 +0.263 36
3. Valtteri Bottas Mercedes 1'34''790 +0.670 36
4. Lewis Hamilton Mercedes 1'34''829 +0.709 34
5. Max Verstappen Red Bull Racing 1'35''540 +1.420 15
6. Daniel Ricciardo Red Bull Racing 1'35''910 +1.790 26
7. Felipe Massa Williams 1'36''261 +2.141 39
8. Nico Hulkenberg Renault 1'36''329 +2.209 38
9. Kevin Magnussen HAAS 1'36''506 +2.386 31
10. Sergio Perez Force India 1'36''600 +2.480 38
11. Esteban Ocon Force India 1'36''654 +2.534 39
12. Fernando Alonso McLaren-Honda 1'36''765 +2.645 27
13. Jolyon Palmer Renault 1'36''771 +2.651 22
14. Romain Grosjean HAAS 1'37''039 +2.919 31
15. Carlos Sainz Jr Toro Rosso 1'37''083 +2.963 36
16. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda 1'37''125 +3.005 25
17. Daniil Kvyat Toro Rosso 1'37''300 +3.180 35
18. Pascal Wehrlein Sauber 1'37''441 +3.321 30
19. Lance Stroll Williams 1'37''747 +3.627 36
20. Marcus Ericsson Sauber 1'37''819 +3.699 29

 


TAGS: formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen valtteri bottas lewis hamilton f1 F1 2017 formula 1 2017 f1 2017 gp russia gp russia 2017 f1 2017 gp russia prove libere