Autore:
Simone Dellisanti
GP MALESIA E' terminato anche il 16° appuntamento del Mondiale di Formula Uno svoltosi in Malesia sul tracciato di Sepang. Quella di ieri è stata una gara piena di colpi di scena che ha portato alla vittoria la Red Bull di Ricciardo, seguito dal suo compagno di squadra Verstappen. Sul gradino più basso del podio è salito Rosberg autore di una splendida rimonta dopo il contatto avvenuto alla prima curva, dopo la partenza, con la Ferrari di Vettel
 
LE PAGELLE Ma andiamo a vedere le pagelle di questo GP della Malesia. Vi ricordo che i voti delle pagelline sono soggettivi e se volete dire la vostra, dare qualche voto in più o in meno ai protagonisti di questo weekend, vi invito a commentare sotto l'articolo o sulla pagina facebook di MotorBox (educatamente, in entrambi i casi) così che possiamo discuterne insieme!
 
 
Voto 10 a RICCIARDO Con una vettura sempre più competitiva, Daniel, è riuscito a trovare la vittoria in Malesia grazie anche alla sua bravura e alla sua capacità di gestire le gomme. Memorabile il duello con il compagno di squadra Verstappen, con l'australiano capace di chiudere la porta al giovane olandese per 4/5 curve consecutive. Alla fine ha avuto ragione lui e il suo sorriso è stato quello più bello sul podio di Sepang.
 
Voto 8/ Voto 0 a VERSTAPPEN Gira forte spremendo tutto il potenziale della macchina dal primo all'ultimo giro. Verso la fine della corsa tenta il tutto per tutto cercando il sorpasso sul suo capitano, ma alla fine si deve accontentare del secondo posto. Perchè anche lo 0 nel voto? E' davvero brutto sentirlo insultare Vettel via radio, con il suo muretto box, per l'errore che il tedesco ha fatto alla prima curva. E' brutto sentire un pilota così giovane dare dello stupido e dell'idiota ad un collega che ha vinto di più e che ha più esperienza. Sarà un talento come pilota ma dimostra ancora tanta immaturità. Nota di merito a Vettel e alla Scuderia Ferrari che hanno deciso di non rispondere al giovane olandese, ma qualcuno dovrebbe prendere dei provvedimenti.
 
Voto 8 a HAMILTON Fa tutto perfettamente per tutto il weekend di gara, sempre concentrato e competitivo dal giovedì alla domenica. Non può far nulla per evitare la rottura del motore a 15 giri dal termine. Sfortunato.
 
Voto 8,5 a ROSBERG Per il tedesco la gara è partita molto male. Incolpevole nell'incidente avvenuto in partenza con Vettel, è poi riuscito a rimontare dal fondo anche con le gomme meno prestanti, le hard, tornando su Raikkonen. Bellissimo il sorpasso sul finlandese che gli è valsa la terza piazza nonostante la stupida penalità inflitta da una direzione gara allucinante che sta distruggendo la F1.
 
Voto 7,5 a ALONSO Rimonta dal 22esimo posto al settimo con una macchina rinvigorita dal nuovo propulsore aggiornato dalla Honda. Nando è lì ancora in mezzo ai giovani a combattere giro su giro, peccato che la McLaren più di così, non va.
 
Voto 6 a RAIKKONEN Kimi ha fatto una bella gara portandosi a casa il miglior piazzamento possibile con una monoposto deludente da inizio anno. Per lui c'è di positivo che ha superato Vettel in classifica generale. Di negativo c'è che, forse, questo potrebbe allungare il suo contratto ancora di un anno, nonostante la Scuderia di Maranello avrebbe bisogno di ben altro pilota da affiancare a Vettel.
 
Voto 2 alla DIREZIONE GARA Formata troppo spesso da fenomeni che penalizzano i piloti per normali sorpassi di gara. Questa volta la penalità la prende il tedesco della Mercedes, Rosberg, con dieci secondi da scontare sotto la bandiera a scacchi, fortunatamente, ininfluenti per l'esito della griglia finale. Giusto per concludere in bellezza, si sono messi a indagare Gutierrez per aver perso una gomma in pista...Qualcuno può spiegargli che non è stato il pilota a montarla nel pit stop?
 
Voto 1 a VETTEL Nulla da fare, ormai è andato completamente in bambola. Ancora una volta sbaglia alla prima curva falciando quelli davanti a lui. Peccato perchè alla Ferrari servirebbe un Sebastian molto più costante, per racimolare qualche punto da qui alla fine del Mondiale.
 
Ps: ah quasi dimenticavo...l'errore di oggi è stato ritenuto pericoloso dalla direzione gara che ha punito il tedesco della Ferrari con tre posizioni di penalità rispetto a quello che riuscirà a conquistare in qualifica, nel prossimo Gran Premio del Giappone.

TAGS: ferrari mercedes vettel f1 2016 Raikkonen Hamilton rosberg f1 gp malesia circuito sepang ricciardo verstappen redbull