Autore:
Simone Dellisanti

F1 GP GERMANIA Lewis Hamilton vince conquistando il Gran Premio di Germania, 12° round del mondiale di Formula 1 2016, collezionando la sua quarta vittoria consecutiva, vincendo sul circuito di Hockenheim. Una brutta giornata, invece, per Nico Rosberg che non azzecca la partenza perdendo la prima posizione conquistata sabato, facendosi infilare anche dalle due Red Bull. Ottima prestazione per Ricciardo e per Verstappen che conquistano il secondo ed il terzo gradino del podio. C’è poco da dire sulla Ferrari che, ancora una volta, mette in pista una prova insipida, solo la quinta e la sesta posizione per i due piloti del Cavallino Rampante che, ormai, da tempo non riescono più a lottare per le posizioni che contano.

LE PAGELLE Ma andiamo a vedere le pagelle di questo GP di Germania. Vi ricordo che i voti delle pagelline sono soggettivi e se volete dire la vostra, dare qualche voto in più o in meno ai protagonisti di questo weekend, vi invito a commentare sotto l'articolo o sulla pagina facebook di MotorBox (educatamente, in entrambi i casi) così che possiamo discuterne insieme!

Lewis HAMILTON Come in Ungheria, anche in Germania è stato perfetto in tutto. Se all’inizio della stagione non riusciva ad azzeccare una partenza che fosse una, ora è diventato la cintura nera delle partenze perfette. Quando il semaforo rosso si spegne non c’è né più per nessuno e questo l’ha capito bene Rosberg che, ieri, ha visto vanificare la sua pole in soli 300 metri. Dopo la prima curva per lui è stata solo una questione di controllo. Mai una sbavatura, mai un errore per tutta la gara e ora eccolo lì, pronto per conquistare il suo prossimo Mondiale. Voto 10 lode

Nico ROSBERG Bene il venerdì, benone il sabato, un disastro la domenica. È questo il trend che da un po’ di gare sta tenendo sotto scacco il pilota tedesco della Mercedes. Come abbiamo ripetuto settimana scorsa, deve essere più cattivo e deve ritrovare la stessa concentrazione che aveva ad inizio campionato. Ieri ha perso la gara a causa di una partenza disastrosa che non solo gli ha fatto perdere la prima posizione, ma ha anche permesso alle due Red Bull di superarlo, lasciandolo fuori dal podio alla fine della gara. Prima della bandiera a scacchi è riuscito a sfornare un sorpasso capolavoro ai danni di Verstappen ma è stato poi penalizzato, con cinque secondi di penalità, per aver portato al limite della pista il giovane Max. C’è da tirarsi su le maniche della tuta, altrimenti il Mondiale è bello che finito, capito Nico? Voto 5

Daniel RICCIARDO e Max VERSTAPPEN  La sana lotta interna che si sta sviluppando all’interno della Red Bull sta facendo bene a tutti e due i piloti, visto che ognuno di loro sta dando il massimo per dimostrare di poter essere il leader del team. Se poi ci aggiungiamo che la vettura ha fatto passi da gigante nei miglioramenti tecnici, allora possiamo capire perché il bolide con le ali ha superato la Ferrari nella classifica costruttori. Ieri i due piloti sono riusciti a raggiunger il secondo e il terzo gradino del podio tedesco, grazie ad una gara attenta ma allo stesso tempo aggressiva. Ora non resta che fare il passo definitivo cercando di andare a prendere le Mercedes sui circuiti di Spa e Monza. Voto 8

FERRARI, Kimi RAIKKONEN e Sebastian VETTEL  La Ferrari è l’unica scuderia di testa che gara dopo gara, piuttosto che migliorare, peggiora. Un vero Gambero Rosso. La pausa estiva viene come una manna dal cielo e servirà ai tecnici di Maranello per sviluppare un po’ il motore e il telaio, in vista della seconda parte di stagione. Per quanto riguarda la gara, ieri i piloti sono partiti in quinta e sesta posizione e sono arrivati… in quinta e sesta posizione. L’unico sussulto nel box Ferrari è stato quando Seb ha superato Kimi, in partenza. Emozionante. Voto 4

Nico HULKENBERG Il pilota della Force India è riuscito a portare la sua vettura a ridosso dei top team, superando Bottas nel finale e regalando così punti preziosi per la sua squadra. Voto 7

Valtteri BOTTAS In generale è riuscito a metter in piedi una buona gara con una vettura non entusiasmante, peccato che alla fine ha perso il duello con Hulkenberg. Voto 6

Jenson BUTTON Una discreta prova anche per Jenson che di tanto in tanto si permette di stare davanti a Fernando Alonso, come successo ieri. Dopo i due zeri ottenuti nelle scorse gare, un po’ di punti iridati ci volevano proprio. Voto 6

COMMISSARI DI GARA Adesso basta. Basta con questi commissari di gara che hanno perso di vista il significato della “lotta tra piloti”, basta con le penalizzazioni inutili e basta con i sorpassi ritenuti pericolosi. L’ultima genialata di questi personaggi è stata quella di penalizzare Nico Rosberg per un sorpasso ai danni di Verstappen con il tedesco che, alla curva 6, con malizia ha portato l’olandese verso l'esterno del tornante . È vero, il sorpasso non è stato pulito, ma così non si più andare avanti. La F1 non permette più la lotta libera tra i piloti, niente adrenalina e niente spettacolo, solo sorpassi ai box. Le carriere dei vari Mansell, Prost, Senna e Schumacher, non sarebbero esistite con questi commissari. Adesso basta. Voto 0


TAGS: ferrari red bull sebastian vettel kimi raikkonen lewis hamilton f1 2016 f1 gp germania nico rosberg campionato mondiale f1 2016 max verstappen daniel ricciardo F1 Mercedes AMG F1