F1 2018, GP USA, Qualifiche: Hamilton pole al fotofinish, beffati Vettel e Raikkonen
F1 2018

GP USA, Qualifiche: Hamilton pole al fotofinish, beffati Vettel e Kimi


Avatar Redazionale , il 21/10/18

3 anni fa - Hamilton conquista l'81° pole position in carriera beffando Vettel e Raikkonen

Lewis Hamilton conquista l'81° pole position in carriera beffando Vettel di 61 millesimi (che sconterà 3 posizioni in griglia) e Kimi Raikkonen di 70 millesimi

Benvenuto nello Speciale F1 2018 GP AUSTIN, composto da 6 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario F1 2018 GP AUSTIN qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

HAMILTON È UNA LEGGE Fa fresco e c'è vento ad Austin, ma non piove e la Ferrari, dopo le ottime prove libere del mattino, dimostra di essere molto competitiva sull'asciutto, ma non a sufficienza per la pole. Lewis Hamilton è come sempre perfetto e conquista la sua partenza al palo numero 81 in carriera, per appena 61 millesimi su Vettel con Raikkonen terzo a 70 millesimi. Tre auto in un battito di ciglia in questo Gran Premio degli Stati Uniti. Peccato per la penalità di tre posizioni rimediata venerdì mattina, perché il tedesco partirà quinto e non potrà lottare da subito con il suo rivale per la vittoria. Valtteri Bottas è invece staccato di 3 decimi dai tre più veloci e partirà in terza posizione grazie all'avanzamento, al fianco di Daniel Ricciardo. L'altra Red Bull di Max Verstappen scatterà nella pancia del gruppo, a causa di un danno rimediato dall'olandese nella Q1. Del mondiale degli altri il poleman è Esteban Ocon, bravissimo a strappare la sesta piazza davanti a Hulkenberg, Grosjean e Leclerc

Q1 Le Ferrari di Vettel e Raikkonen scendono subito in pista con il tedesco che si issa per primo in testa in 1'34"569, con due decimi di margine sul compagno. Bottas con la Mercedes abbassa il limite di qualche millesimo, poi Hamilton scende fino a 1'34"176. Verstappen e Ricciardo sono 5° e 7° provvisori, con la Haas di Grosjean a separarli. Con il secondo tentativo Ricciardo scala in quinta piazza, Hamilton lima il suo tempo di 46 millesimi mentre Verstappen danneggia la posteriore destra passando sopra un dosso oltre i cordoli. I top driver non fanno un secondo run, gli altri sono tutti vicinissimi, basti pensare che ballano solo quattro decimi tra 7° al 16° alla fine. E sedicesimo è Alonso, che viene eliminato insieme a Sirotkin, Stroll, Ericsson e Vandoorne.

VEDI ANCHE



Q2 Max Verstappen non partecipa alla sessione a causa dei danni riportati in precedenza, scendono invece subito in pista gli altri cinque big. Davanti a tutti si piazza Kimi Raikkonen con un ottimo 1'32"884 ma è l'unico dei piloti Ferrari e Mercedes a utilizzare gomma Ultrasoft. Vettel si ferma ad appena 195 millesimi dal compagno ma con gomma Supersoft; Hamilton è terzo, ma impiega due tentativi per fare il suo 1'33"480, consumando un giro di troppo la gomma con cui partirà domani in griglia. 4° Bottas a 8 decimi dal connazionale, poi Ricciardo a 1"3, lo stesso ritardo di un bravissimo Charles Leclerc con la Sauber. L'australiano rischia restando ai box ma nessuno lo passa. Alla Q3 si qualificano anche Grosjean, Ocon, Perez e Hulkenberg mentre restano fuori Sainz e Magnussen. Non partecipano alla sessione Gasly e Hartley, che partiranno a fondo gruppo per la sostituzione del motore, oltre a Verstappen.

Q3 Tiratissimo ultimo segmento di qualifica. Lewis Hamilton in 1'32"567 strappa la pole provvisoria dopo il primo tentativo veloce, rifilando appena 88 millesimi alla Ferrari di Sebastian Vettel e 119 al suo compagno di team Valtteri Bottas. Kimi Raikkonen è impreciso nel terzo settore e si ferma a 457 millesimi, poi Ricciardo a 9 decimi. Oltre i due secondi Grosjean, Hulkenberg, Ocon e Perez. Leclerc ha una sola gomma nuova e la utilizzerà a fine sessione. A tre minuti circa dalla bandiera a scacchi tornano tutti in pista: il primo a migliorare è Bottas che fa 1'32"616 ed è secondo, poi Raikkonen che si prende la pole 1'32"307 ma dura pochi secondi, arriva Hamilton e se la riprende in 1'32"237. Infine Vettel, che arriva sul traguardo ma è secondo per 61 millesimi e domani partirà in quinta posizione. Ricciardo, quinto (domani partirà quarto) è a 1"2, poi Ocon, Hulkenberg, Grosjean, Leclerc e Perez.

RISULTATI QUALIFICHE

Pos. Pilota Team Q1 Q2 Q3 Giri
1 Lewis Hamilton Mercedes 1:34.130 1:33.480 1:32.237 20
2 Sebastian Vettel* Ferrari 1:34.569 1:33.079 1:32.298 18
3 Kimi Räikkönen Ferrari 1:34.703 1:32.884 1:32.307 15
4 Valtteri Bottas Mercedes 1:34.518 1:33.702 1:32.616 17
5 Daniel Ricciardo Red Bull-Tag Heuer 1:34.755 1:34.185 1:33.494 14
6 Esteban Ocon Force India-Mercedes 1:34.876 1:34.522 1:34.145 18
7 Nico Hulkenberg Renault 1:34.932 1:34.564 1:34.215 18
8 Romain Grosjean Haas-Ferrari 1:34.892 1:34.419 1:34.250 17
9 Charles Leclerc Sauber-Ferrari 1:35.069 1:34.255 1:34.420 17
10 Sergio Perez Force India-Mercedes 1:35.193 1:34.525 1:34.594 17
11 Carlos Sainz Renault 1:34.891 1:34.566   12
12 Kevin Magnussen Haas-Ferrari 1:34.972 1:34.732   12
13 Pierre Gasly** Toro Rosso-Honda 1:34.850 DNS   13
14 Brendon Hartley** Toro Rosso-Honda 1:35.206 DNS   13
15 Max Verstappen Red Bull-Tag Heuer 1:34.766     4
16 Fernando Alonso McLaren-Renault 1:35.294     6
17 Sergey Sirotkin Williams-Mercedes 1:35.362     6
18 Lance Stroll Williams-Mercedes 1:35.480     8
19 Marcus Ericsson Sauber-Ferrari 1:35.536     8
20 Stoffel Vandoorne McLaren-Renault 1:35.735     6

* 3 posizioni di penalità in griglia per non aver rispettato i limiti di velocità con le bandiere rosse nelle FP1
** I due piloti della Toro Rosso scatteranno a fondo griglia per la sostituzione del motore.


Pubblicato da Simone Valtieri, 21/10/2018
Gallery
F1 2018 GP Austin
Logo MotorBox