Autore:
Valerio Colombo

FORTUNA E BRAVURA Lewis Hamilton! Lo si poteva immaginare alle prime gocce di pioggia che sarebbe stato ancora lui, sempre lui, a mettere tutti in fila. Anche a Spa-Francorchamps, anche dove le Ferrari si erano mostrate più veloci in ogni singola sessione, sono bastati dieci minuti di asfalto bagnato a Lewis per prendere la pole position del Gran Premio del Belgio, la numero 78 della sua carriera. La delusione di Sebastian Vettel è palpabile, anche perché a pochi secondi dalla bandiera a scacchi è tornato il sole. Ancor più deluso l'altro pilota Ferrari, Kimi Raikkonen, serio candidato per la pole ma che partirà solamente sesto per via della poca benzina messa a bordo che non gli ha consentito di sfruttare la pista, leggermente più asciutta, nel finale.

SORPRESA FORCE INDIA Incredibile la seconda fila conquistata in toto dalla Force India. la scuderia che rischiava di non correre questo Gran Premio a causa del fallimento, è stata prima rilevata da Lawrence Stroll (papà di Lance), poi rinominata Racing Point Force India e, infine, protagonista in pista con Esteban Ocon e Sergio Perez che domani occuperanno la terza e la quarta casella in griglia. Quinto Romain Grosjean con la Haas-Ferrari. In quarta fila le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo, nono Magnussen con l'altra Haas, decimo Bottas, che scatterà ultimo per la sostituzione del motore sulla sua Mercedes.

CRISI MCLAREN La Ferrari lascia intravvedere il suo potenziale già nel primo segmento di qualifica, con il tempo che regge e la pista asciutta a Kimi Raikkonen basta un giro per firmare la vetta della cronotabella in 1'42"585 ottenuto con gomma Soft, una mescola di vantaggio su Bottas (secondo a 2 decimi) e con la stessa copertura di Hamilton e Vettel, 3° e 4° al termine dei primi 18 minuti di qualifiche. Eliminato Fernando Alonso, solo 17° con una McLaren scarsamente competitiva per tutto il weekend. Con lui fuori anche il suo compagno Vandoorne, ultimo, la Renault di Sainz (16°) e le Williams di Sirotkin (18°) e Stroll (19°).

TRE IN 52 MILLESIMI! Nel secondo segmento si inizia subito a fare sul serio. I big escono celermente per mettere in cassaforte la qualificazione in caso di pioggia. Il primo tempo è subito un 1'41"627 per Kimi Raikkonen che diventa l'uomo più veloce di sempre a girare sulla pista di Spa-Francorchamps, togliendo il record a Neel Jani che con una Porsche 919 Hybrid "Evo" (Modificata rispetto a quella che corre nel WEC) aveva conquistato il primato nel maggio scorso. Il record dura poco e gli viene soffiato da Vettel in 1'41"501 nel suo secondo tentativo, seguito da Kimi a 32 millesimi ed Hamilton a 52! Tutti e tre montavano ovviamente la gomma Supersoft che porteranno domani in griglia, pioggia permettendo. Quarto Bottas a 7 decimi ma con gomma Soft, con lui si qualificano alla Q3 Verstappen, Perez, Grosjean, Ricciardo, Ocon e Magnussen. Gli eliminati in Q2 sono Gasly e Hartley (Toro Rosso), Leclerc ed Ericsson (Sauber) e Hulkenberg (Renault).

HAMILTON È UNA LEGGE La pioggia arriva su Spa-Francorchamps a rimescolare le carte all'inizio della Q3. Tutti sono costretti a rientrare ai box per montare le intermedie e davanti a tutti si piazza in primis Verstappen, poi superato da Raikkonen e da Vettel. Si decide tutto negli ultimi due minuti, con la pista in rapida evoluzione. Vettel migliora di 1"2 il suo crono ma arriva Lewis Hamilton e dopo una serie di imperfezioni trova il giro perfetto: 1'58"179! Vettel si ferma a 7 decimi. La seconda fila è tutta - sorprendentemente - della Force India con Ocon e Perez. Raikkonen è solo sesto a causa della tattica sbagliata della Ferrari.

RISULTATI QUALIFICHE

Pos
Pilota Team Q1 Q2 Q3 Giri
1 Lewis Hamilton Mercedes 1:42.977 1:41.553 1:58.179 19
2 Sebastian Vettel Ferrari 1:43.035 1:41.501 1:58.905 18
3 Esteban Ocon Force India-Mercedes 1:44.003 1:43.302 2:01.851 16
4 Sergio Perez Force India-Mercedes 1:44.004 1:43.014 2:01.894 14
5 Romain Grosjean Haas-Ferrari 1:43.597 1:43.042 2:02.122 20
6 Kimi Räikkönen Ferrari 1:42.585 1:41.533 2:02.671 13
7 Max Verstappen Red Bull-Tag Heuer 1:43.199 1:42.554 2:02.769 11
8 Daniel Ricciardo Red Bull-Tag Heuer 1:43.604 1:43.126 2:02.939 16
9 Kevin Magnussen Haas-Ferrari 1:43.834 1:43.320 2:04.933 19
10 Valtteri Bottas* Mercedes 1:42.805 1:42.191 DNS 7
11 Pierre Gasly Toro Rosso-Honda 1:44.221 1:43.844   14
12 Brendon Hartley Toro Rosso-Honda 1:44.153 1:43.865   13
13 Charles Leclerc Sauber-Ferrari 1:43.654 1:44.062   14
14 Marcus Ericsson Sauber-Ferrari 1:43.846 1:44.301   11
15 Nico Hulkenberg Renault 1:44.145     3
16 Carlos Sainz Renault 1:44.489     6
17 Fernando Alonso McLaren-Renault 1:44.917     6
18 Sergey Sirotkin Williams-Mercedes 1:44.998     6
19 Lance Stroll Williams-Mercedes 1:45.134     6
20 Stoffel Vandoorne McLaren-Renault 1:45.307     8

*Valtteri Bottas scatterà ultimo a causa della sostituzione del motore sulla sua Mercedes


TAGS: vettel Raikkonen Hamilton GP Belgio f1 2018 f1 2018 gp belgio GP Belgio 2018 FP3 Belgio 2018