Autore:
Giulio Scrinzi

IL BISCIONE TORNA IN PISTA Le voci che erano circolate nel paddock della Formula 1 finalmente hanno trovato conferma: l'anno prossimo lo storico marchio Alfa Romeo farà il suo ritorno ufficiale nel Circus iridato, grazie a un'operazione (non solo commerciale) che avrà una portata più ampia rispetto a quella simile effettuata dalla Red Bull con la Renault, che fornisce al team di Milton Keynes le sue power unit rinominate Tag Heuer.

ALFA ROMEO SAUBER F1 TEAM La Casa del Biscione, quindi, riprenderà la sua attività sportiva in Formula 1, unendosi come Title Sponsor al team Sauber in un accordo pluriennale che prevede la fornitura al reparto corse elvetico delle power unit Ferrari con specifica 2018 (rimarchiate per l'occasione con il logo Alfa Romeo). Questa partnership sarà di tipo strategico, commerciale ma anche tecnologico e consentirà ad entrambi i marchi di scambiarsi tutto un insieme di conoscenze a livello ingegneristico e di know-how, al fine di creare nuove opportunità all'interno del grande mondo della F1.

PILOTI IN STAND-BY Questa collaborazione, però, non ha portato con sé i nomi dei tanto attesi piloti che effettueranno nei primi mesi del prossimo anno lo shakedown della futura C37. Nonostante ciò, è ormai certa la presenza almeno di Charles Leclerc, pupillo della Ferrari Driver Academy tenuto sotto l'ala protettrice di Marchionne e del Cavallino Rampante e neo Campione del Mondo della Formula 2, un risultato grazie al quale ha convinto i vertici di Maranello nel farlo diventare la prima scelta di quello che sarà, con tutta probabilità, lo junior team della Scuderia in Rosso. Il secondo sedile della futura Sauber, invece, è ancora scoperto, anche se tutti si aspettano la conferma di Marcus Ericsson visto il contributo economico che ha apportato per salvare dal fallimento il reparto corse di Hinwil. Rimane, comunque, una piccola chance per il nostro Antonio Giovinazzi, possibile compagno di Leclerc... budget permettendo.

SERGIO MARCHIONNE In merito al ritorno del marchio Alfa Romeo in F1 come sponsor della Sauber, ecco le parole del Presidente della Ferrari Sergio Marchionne: “Questo accordo con il team Sauber F1 è un passo significativo nella ristrutturazione di un marchio storico come quello dell'Alfa Romeo, che tornerà in Formula 1 dopo un'assenza di oltre 30 anni. La Casa del Biscione beneficerà anche della condivisione di tecnologia e know-how strategico con il team elvetico, che vanta un'esperienza davvero indiscussa. Gli ingegneri e i tecnici dell'Alfa Romeo avranno quindi l'opportunità di rendere questa esperienza disponibile al team Sauber, mentre i fan del marchio italiano avranno ancora una volta la possibilità di supportare una Casa automobilistica che è determinata a scrivere un nuovo entusiasmante capitolo nella sua storia sportiva unica e leggendaria”.

PASCAL PICCI Queste, invece, le dichiarazioni di Pascal Picci, Chairman della Sauber: “Siamo entusiasti di dare il benvenuto all'Alfa Romeo nel Sauber F1 Team. Questo marchio vanta una lunga storia di successi nel mondo dei Gran Premi e siamo orgogliosi che quest'azienda abbia scelto di lavorare con noi per il suo ritorno nel motorsport. Collaborare in maniera stretta con un produttore di automobili è una grandissima opportunità per il team Sauber per gli sviluppi futuri della tecnologia e dei suoi progetti. Siamo fiduciosi che insieme saremo in grado di riportare il nuovo Alfa Romeo Sauber F1 Team al successo in quella che sarà una lunga e proficua partnership”.

*Render Credit by emikp.wordpress.com


TAGS: alfa romeo formula 1 f1 F1 2017 marcus ericsson Charles Leclerc antonio giovinazzi formula 1 2017 sauber f1 team f1 2018 alfa romeo f1 formula 1 2018 sauber f1 team 2018 alfa romeo 2018 alfa romeo f1 2018 alfa romeo sauber f1 team alfa romeo sauber f1 team 2018