Autore:
Giulio Scrinzi

SFIDA AD ALTA QUOTA Dagli Stati Uniti al vicino Messico il passo è breve per il Campionato di Formula 1 2018, che per il diciottesimo round stagionale si sposta sull'Autodromo Hermanos Rodriguez, circuito costruito nel parco pubblico Magdalena Mixhuca nella zona est di Città del Messico. Intitolato alla memoria dei fratelli Rodriguez, Ricardo e Pedro, ha ospitato il GP locale fin dalla prima edizione del 1962, anno in cui Ricardo perse la vita durante i turni di qualifica; suo fratello Pedro, invece, dopo anni di militanza nel Mondiale, perì in una gara sportiva in Germania. A seguito di un lungo stop di quasi quindici anni, è tornato in calendario dal 1986 al 1992, ma le sue condizioni di scarsa manutenzione indussero gli organizzatori a non corrervi più fino al 2015, quando le autorità locali lo hanno completamente riasfaltato e modificato in alcuni punti chiave, tra i quali il famoso ultimo curvone chiamato “Peraltada”. Lungo 4,304 km con ben 17 curve all'attivo nella configurazione attuale, la sua posizione a 2300 metri di quota rappresenta una bella prova per piloti e monoposto, dal momento che l'aria rarefatta crea alcuni disagi a livello aerodinamico e motoristico.

FATTI SALIENTI Il circuito di Città del Messico ha incoronato grandi campioni del passato come John Surtees (1966), Jim Clark (1967), Graham Hill (1968), Denny Hulme (1969) e Jacky Ickx (1970), ma ha anche permesso a Gerhard Berger su Benetton nel 1986 di conquistare la sua prima vittoria mondiale, così come a Michael Schumacher nel 1992 il primo podio. Con il suo ritorno nel 2015, gli unici vincitori sono stati i piloti delle Mercedes di Brackley, prima Nico Rosberg e poi Lewis Hamilton, assieme alla Red Bull di Max Verstappen nel 2017, mentre nel 2016 Valtteri Bottas su Williams ha stabilito il nuovo record di velocità massima in gara, passando sulla speed trap del rettilineo d'arrivo a 372,5 km/h.

CARATTERISTICHE

Gran Premio del Messico
Paese Messico
Luogo Autodromo Hermanos Rodriguez
Cadenza Annuale
Fondazione 1963
Autodromo Hermanos Rodriguez
Inaugurazione 1962
Lunghezza 4,304 km
Curve 17
Record del circuito 1'16''488 (Sebastian Vettel, Ferrari, 2017)

TAGS: formula 1 f1 f1 2018 formula 1 2018 f1 2018 gp messico f1 messico 2018