Autore:
Andrea Minerva

SUPER CRUGNOLA Questa volta nessun intoppo lo ha fermato, e il pilota varesino ha così potuto godersi la strameritata vittoria al Rally “Due Valli”. In realtà si tratta di un vero e proprio trionfo per Crugnola, che insieme al copilota Pietro Elia Ometto ha condotto in maniera perfetta la Vw Polo Gti R5 del team Hk Racing, dominando la 37° edizione del rally veronese, vincendo in totale sette prove speciali e rallentando il ritmo solo negli ultimi due tratti cronometrati per gestire il risultato senza eccessivi rischi, fino alla fine. La vittoria di Crugnola è stata meritata, limpida, senza discussioni, frutto di una manifesta superiorità che nessuno degli avversari è stato mai nemmeno lontanamente in grado di mettere in discussione. Un premio anche meritato per il pilota che vanta il maggior numero di prove speciali vinte in questa edizione del Campionato Italiano Rally. Il duello per la seconda posizione ha visto primeggiare Simone Campedelli, Tania Canton e la Ford Fiesta R5 del team Orange1 racing. Risolti i problemi di natura tecnica che lo avevano rallentato nella giornata di venerdì, Campedelli ha potuto riprendere un buon ritmo di gara, che gli ha consentito di difendere al meglio la seconda posizione dagli attacchi di Giandomenico Basso. Ma il portacolori di Orange1 Racing ha lamentato comunque vari problemi di assetto, dovuti pare alle infinite variazioni di aderenza del percorso. Basso, Granai e la Skoda Fabia R5 del team Metior c’hanno provato a lungo nel portare un attacco serio a Campedelli, ma il distacco del leader del campionato dal rivale non è mai sceso sotto i 6 secondi, e alla fine lo stesso Basso si è dovuto accontentare del terzo posto finale. Tra i “big” in lotta per il Titolo Tricolore chi ha pagato un tributo pesante in questo 37° Rally “Due Valli” sono stati Luca Rossetti, Eleonora Mori e la Citroen C3 R5; la gara già non si era messa bene per l’equipaggio ufficiale di Citroen Italia, che veleggiava con difficoltà in quarta posizione, ma a peggiorare ulteriormente la situazione ci si è messa una doppia foratura verificatasi nel corso della sesta prova speciale: Rossetti ha perso 4 minuti e da quel momento non è più stato possibile risalire dal 7° posto, che poi è stato il risultato finale.

LA TOP 10 DEL “DUE VALLI” Scorrendo il resto della classifica del penultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally, spicca l’ottimo quarto posto di Luca Bottarelli, in gara con una Skoda Fabia R5 del team Hk Racing; il pilota bresciano è stato molto competitivo durante l’intero arco del rally, riuscendo in qualche occasione ad avvicinare, e non poco, i “crono” dei primi della classifica. La quinta posizione è stata occupata da Antonio Rusce e Sauro Farnocchia, su Skoda Fabia R5, bravi a rintuzzare gli attacchi di Giacomo Scattolon e Matteo Nobili, a tratti molto veloci con la Hyundai i20Ng R5 e alla fine sesti. Come già detto, Luca Rossetti ed Eleonora Mori, in seguito alla doppia foratura, non hanno potuto fare meglio del settimo posto assoluto con la C3 R5 ufficiale di Citroen Italia. Molto, molto bene invece Michele Griso, pilota del team Munaretto Sport, che si è tolto la soddisfazione di chiudere in ottava posizione assoluta questo “Due Valli” e di primeggiare con la Peugeot 208 R2b nella classifica R2. Ma c’è qualcuno che festeggia ancora di più, ovvero Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella, equipaggio ufficiale di Peugeot Sport Italia; grazie all’ennesima vittoria di classe, la quinta su cinque gare, si sono infatti laureati con una gara di anticipo, Campioni italiani Due Ruote Motrici 2019: chapeau! La top 10 è poi completata da Giacomo Guglielmini, decimo con un’altra Peugeot 208 R2b.

LA SITUAZIONE DEL CAMPIONATO La vittoria di Crugnola, la defaillance di Rossetti e il leader del campionato Basso, costretto al terzo posto, sono elementi che hanno rimescolato non poco le carte in vista della sfida finale della stagione, il Rally “Tuscan Rewind” che si disputerà nel finesettimana dal 21 a 23 novembre. In realtà, Basso mantiene il comando della classifica, ma i distacchi si sono notevolmente accorciati. Vi ricordiamo che il regolamento del Cir prevede che ogni pilota debba scartare i due peggiori risultati della stagione, ecco stando a questo calcolo, e ovviamente agli scarti attuali, Basso avrebbe un solo punto di vantaggio nei confronti di Campedelli, secondo, e 4,75 punti su Crugnola, terzo. Rossetti, dopo questo sfortunato e non troppo competitivo “Due Valli”, si troverebbe invece a 7 punti e mezzo da Basso. Ma non è tutto qui. Il “Tuscan Rewind” avrà un coefficiente di 1,5 e quindi i punteggi normalmente assegnati per ogni gara avranno un valore maggiorato. Insomma, in Toscana sarà battaglia vera tra quattro piloti che hanno ottime carte da giocare in una sfida finale che sarà probabilmente ricordata a lungo.

CLASSIFICA FINALE RALLY DUE VALLI

  1. CRUGNOLA (VW POLO GTI R5)
  2. CAMPEDELLI (FORD FIESTA R5) +11.6
  3. BASSO (SKODA FABIA R5) +26.3
  4. BOTTARELLI (SKODA FABIA R5) +2.02.3
  5. RUSCE (SKODA FABIA R5) +3.41.4
  6. SCATTOLON (HYUNDAI I20NG R5) +3.47.4
  7. ROSSETTI (CITROEN C3 R5) +4.29.2
  8. GRISO (PEUGEOT 208 R2) +10.40.6
  9. CIUFFI (PEUGEOT 208 R2) +10.44.1
  10. GUGLIELMINI (PEUGEOT 208 R2) +11.25.8

CLASSIFICA PILOTI CAMPIONATO ITALIANO RALLY

  1. BASSO 84.50 (punti validi 69.00)
  2. CAMPEDELLI 68.75 (punti validi 68.00)
  3. CRUGNOLA 67.25 (punti validi 64.25)
  4. ROSSETTI 65.50 (punti validi 61.50)

CLASSIFICA CIR – COSTRUTTORI

  1. FORD ITALIA 75.50
  2. PEUGEOT SPORT ITALIA 68.25

CLASSIFICA CIR – COSTRUTTORI DUE RUOTE MOTRICI

  1. PEUGEOT 141
  2. FORD  138.5

TAGS: skoda fabia r5 Giandomenico Basso Simone Campedelli Ford Fiesta R5 Peugeot 208 R2B citroen c3 r5 cir 2019 Rossetti ciuffi rally due valli 2019