Novità e prove su strada auto Dacia | Pagina 12

Dacia: News e prove
News
- La Casa rumena è partner del Gambero Rosso per segnalare oltre mille posti ...

Avatar Redazionale , il 24/06/08
Raid low-cost:

Ultima tappa della Via della Logan, da Gura Ululì fino a Bucarest Ululà. Tappone di trasferimento, 480 chilometri con pochi spunti interessanti lungo la strada, resi ancora meno interessanti da pioggia battente lungo tutto il percorso con contorno di nebbia bassa occludi-paesaggio.

-
Raid low-cost:

La carovana lascia l'Ucraina e rientra nella Comunità Europea. La Romania la accoglie con strade curate e indicazioni stradali chiare. Intanto la Logan...

-
Raid low-cost:

Da Kursk a Kiev, dalla Russia all'Ucraina. Il raid low-cost continua non senza problemi su strade bucherellate e guai burocratici.

-
Raid low-cost:

Da Sergiev Posad a Kursk. Chi l'avrebbe mai detto dopo il primo cielo stellato da quando sono sbarcato in questa fetta di mondo: al risveglio le cipolle dorate del monastero di Sergiev Posad riflettono l'umido della pioggia e non i raggi del sole.

-
Raid low-cost:

Sveglia all'alba, oggi ci aspettano 580 chilometri di strade russe, Novgorod a Sergiev Posad, tra fondo stradale dissennato più che dissestato non si può e cartelli incomprensibili.

-
Raid low cost:

Pit stop con cambio pilota a San Pietroburgo per l'equipaggio di MotorBox. E primi contatti con la Dacia Logan del raid, ma anche con la dura realtà russa.

-
Raid low-cost:

Trecento chilometri di strada fra contrasti paesaggistici e strade costellate di buche e automobilisti scapestrati fanno temere il peggio. La Logan però passa indenne attraverso tutto: il peggio è evitato. Adesso, cambio "redazionale" al volante.

-
Raid low cost:

La Russia mantiene le promesse e crea problemi burocratici alla comitiva. Oltre che ritardi pesanti sulla tabella di marcia. Anche la Logan mantiene le sue promesse e porta i nostri eroi a destinazione dopo 900 km tutti d'un fiato sulle strade russe.

-
Raid low-cost:

La piccola comitiva di Logan MCV entra in Bielorussia, catturando l'attenzione di tutti. Le strade migliorano rispetto alla Polonia, ma aumenta il freddo, il rischio ghiaccio si fa più concreto e si riduce la velocità massima consentita. Con la Logan che si trova sempre più a suo agio.

-
Raid low-cost:

Quasi quattrocento chilometri percorsi su strade statali e provinciali polacche per scoprire che proprio lì la Logan dà il meglio di sè, garantendo 6 km al litro in più rispetto ai consumi registrati in autostrada.

-
Raid low-cost/

L'arrivo in Polonia è una sorpresa: molti night club e poche autostrade. Una pacchia per la Logan, che sulle strade provinciali dà il meglio d sé.

-
Raid low-cost/

Lanciata a tavoletta sulle autobahn tedesche, dove è consentito tirare il collo anche alle supercar, la Logan MCV mostra per la prima volta i propri limiti velocistici: non è una scheggia, si sapeva, e i 170 km/h si raggiungono a fatica. Ma c'è dell'altro

-
Raid low-cost:

Con l'arrivo di una nuova valigia piena di indumenti puliti (la prima è dispersa da una settimana) si riescono a valutare meglio le dimensioni del bagagliaio della Logan MCV. Che supera a pieni voti il test del Massiccio dei Vosgi, e che ora dovrà vedersela con le autostrade tedesche, dove ...

-
Raid low-cost

Continua l'avventura dei nostri eroi, non senza difficoltà. A quelle in terra marocchina si sono aggiunti anche disservizi in mare aperto. Da ieri la comitiva low cost è sbarcata in Europa, ma anche qui

-
Logo MotorBox