Pubblicato il 27/11/2019 ore 12:10

UNA E TRINA L'ingresso sulla scena di Volkswagen T-Cross la scorsa primavera entra di diritto nella "top 5" degli eventi a quattro ruote più fragorosi del 2019. Concessionari in preda a smania sport utility compatto, formula magica sempre più potente, persino in grado (vedi T-Roc) di rimpicciolire il fascino di icone sacre come Polo e Golf. Configurare T-Cross è piuttosto facile, e ora anche più intrigante: tre motori, tre allestimenti. Vediamo in dettaglio.

T-Cross, in gamma anche il 1.5 TSI

MOTORI Completata nel corso dell'anno, l'offerta di Volkswagen T-Cross consiste oggi del 3 cilindri 1.0 TSI turbo benzina, declinato in due livelli di potenza (95 cv, oppure 115 cv), nel più performante 1.5 TSI da 150 cv (novità dell'ultima ora), inoltre nel diesel 1.6 TDI da 95 cv. Tutti quanti i propulsori adottano il filtro antiparticolato, tutti quanti rispecchiano la normativa antinquinamento Euro 6. Libera circolazione autorizzata sempre, ovunque e comunque, insomma.

TRASMISSIONI Mentre in edizione 1.0 TSI 95 cv Volkswagen T-Cross è disponibile soltanto con cambio manuale a 5 marce, in configurazione 1.0 TSI 115 cv il fratello minore di T-Roc può in alternativa essere equipaggiato di cambio automatico a doppia frizione DSG a 7 rapporti, ideale per ridurre lo stress da stop & go tipico del traffico di punta metropolitano, e al tempo stesso per insaporire il piacere di guida stesso. Scelta duplice anche per la 1.6 TDI, scelta univoca (DSG) invece per il 1.5 TSI.

VW T-Cross, gli interni

DOTAZIONI La gamma italiana di Volkswagen T-Cross è articolata su tre allestimenti: Urban, Style e Advanced. Di serie sin dallo step d’ingresso Urban sono display multifunzione da 8 pollici, assistenza attiva al mantenimento di corsia Lane Assist, assistente al cambio di corsia Blind Spot Detection, frenata automatica di emergenza Front Assist, inoltre l'assistenza all'uscita dai parcheggi Rear Traffic Alert. Sulla Style salgono a bordo Adaptive Cruise Control, volante multifunzione, cerchi in lega da 16 pollici e mancorrenti al tetto. Per T-Cross Advanced, infine, fari anteriori a LED; cerchi da 17 pollici, strumentazione digitale Active Info Display, volante in pelle.

PREZZI Il listino ufficiale parte da quota 19.000 euro (T-Cross 1.0 TSI 95 cv Urban), ma una promozione abbassa la soglia a quota 17.900 euro. In allestimento Style, la medesima motorizzazione costa 1.300 euro in più (20.300 euro). Passando alla versione 1.0 TSI 115 cv: 21.450 euro in configurazione Style, 23.050 euro la top di gamma Advanced. 1.500 euro il prezzo dell'automatico DSG. Da 25.690 euro la 1.5 TSI, da 21.950 euro infine T-Cross 1.6 TDI.

T-Cross, in pochi mesi è già un successo

OPTIONAL E a proposito di accessori: ecco quanto vi costa arredare la vostra T-Cross di addobbi vari. Tra i più gettonati: 875 euro il software di navigazione Discover Media con aggiornamento mappe gratuito, 235 euro per la predisposizione Apple CarPlay ed Android Auto (App Connect), 510 euro per sensori anteriori e posteriori (660 euro con funzione di parcheggio automatico Park Pilot), 300 euro la videocamera di retromarcia, 400 euro infine il clima automatico bi-zona. Siete attenti al look? Il pacchetto R-Line costa 1.600 euro. Eh già, per essere belli (e comodi) bisogna soffrire.


TAGS: volkswagen suv compatti guida all'acquisto volkswagen t-cross