Autore:
Marco Congiu
POCO MA BUONO Subaru non è un costruttore che punta su volumi di vendita esagerati. Il marchio delle Pleiadi, nel 2016, ha chiuso il suo anno migliore, con oltre un milione di auto prodotte e una quota di mercato europeo pari allo 0,3%, equivalente a 40.600 veicoli. 
 
FEDELE ALLA LINEA Nel corso dell'ultimo Salone di Ginevra, abbiamo ammirato da vicino la nuova Subaru XV, auto che porta all'esordio la nuova piattaforma modulare Sgp - Subaru Global Platform. Si tratta di un pianale in grado di offrire una maggior rigidità torsionale - tutto a vantaggio quindi del divertimento di guida e di un miglior comfort a livello globale - e, in caso di sinistro, capace di assorbire meglio l'energia per valori pari al 40%.
 
MENO INCIDENTI L'EyeSight è uno dei sistemi di cui Subaru si vanta maggiormente. L'EyeSight è capace di riconoscere i più comuni ostacoli - dai pedoni alle auto, passando per i ciclisti e motociclisti - e, abbinato al Cruise Control Adattivo ed al Lane Keep Assist, può intervenire sullo sterzo, acceleratore e freno. Questo sistema sarà, poi, la base di partenza per le prossime Subaru a guida autonoma, che veranno la luce verosimilmente nel 2022. 
 
FUTURO ELETTRICO Sono due le date da segnare in rosso sul calendario, per gli amanti di casa Subaru. Nel 2018 vedremo per la prima volta una ibrida del marchio, che sarà tuttavia pur sempre dotata del celeberrimo motore Boxer, mentre nel 2021 sarà la volta della prima elettrica, che equipaggerà il sistema di trazione integrale. 

TAGS: subaru subaru xv subaru elettrica subaru ibrida