Autore:
Simone Dellisanti

COME SCHUMI In Cina scambiano le batterie elettriche esauste delle vetture con quelle cariche come in un pit stop di Formula Uno. O quasi. NIO, famosissimo marchio cinese che produce automobili, ha dichiarato su Twitter di aver completato il lancio della sua rete di ‘stazioni di scambio delle batterie’ lungo la superstrada tra Pechino e Shanghai, istallando apposite stazioni che permettono alla vettura di casa, la NIO ES8 (e solo per lei) di scambiare una batteria scarica per una completamente carica in soli 3 minuti.

IN LUNGO E IN LARGO Le nuove stazioncine NIO coprono la distanza di 1164 chilometri, per un totale di otto stazioni di scambio delle batterie. Inoltre, sono state già programmate ulteriori stazioncine per coprire tutto il territorio cinese e donare ai possessori della NIO ES8 la tranquillità di guidare in lungo e in largo senza preoccuparsi troppo di quanta carica residua sia rimasta nella vettura.

OPLA' Quando le batterie saranno in procinto di esaurirsi, al guidatore basterà dirigersi alla stazioncina NIO più vicina dove una serie di pistoni automatici solleveranno l'auto per rimuovere la batteria scarica e, infine, sostituirla con una completamente carica in pochissimi minuti. Un gioco da ragazzi.

QUANDO DA NOI Peccato che queste stazioni siano appannaggio di chi guida una NIO ES8 ma è da sottolineare come questa tecnologia potrà essere modificata per essere utilizzata non solo da una vettura specifica ma anche da tutte le altre macchine NIO. Inoltre, quando questa tecnologia sarà matura, potrà essere esportata anche in Europa, per essere utilizzata sulle nostre strade e con le nostre, prossime, auto full electric.


TAGS: auto elettriche Nio