Tecnologia

Design e tecnologia: il futuro di Volkswagen passa da qui


Avatar Redazionale , il 16/03/17

4 anni fa - Volkswagen si domanda come sarà l'evoluzione del design delle auto con l'arrivo dell'elettrico e della guida autonoma

Volkswagen si domanda come sarà l'evoluzione del design delle auto con l'arrivo dell'elettrico e della guida autonoma

AUTONOME CON STILE Come viaggeremo in futuro? A sollevare la domanda è stato il gruppo Volkswagen al termine dell’annuale conferenza sui risultati dell’anno precedente. Le risposte sono arrivate da Michael Mauer, a capo del design del gruppo tedesco, e Johann Jungwirth, responsabile del reparto digitale di Wolfsburg.

I MONDI SI PARLANO Lo sviluppo tecnologico influenzerà il design delle auto di domani. Pensate ai veicoli di oggi: devono sottostare a differenti vincoli, primo tra tutti la presenza di un motore endotermico. Certo, può essere piccolo ma non esiste downsizing che possa creare motori talmente piccoli da non occupare spazio. A meno che i motori non siano elettrici. Prendete ad esempio le Volkswagen I.D., I.D. Buzz e Sedric: sono elettriche e hanno forme davvero particolari, impensabili per auto con un classico motore a scoppio. Cambiano le forme esterne e anche gli abitacoli: nessuna trasmissione, nessun elemento meccanico particolare ma solo batterie messe sotto il pianale.

VEDI ANCHE



AUTONOMIA E DESIGN Anche l’arrivo di sistemi di guida autonoma porterà cambiamenti nelle matite dei designer. Immaginate la vostra auto: tutto è praticamente disegnato intorno a posto di guida, vero centro nevralgico dell’abitacolo. Se si fa scomparire il volante e si affida tutto a un cervellone elettronico (no, non temete, Hal 9000 e Terminator esistono solo nei film) l’aspetto dell’abitacolo può cambiare. Si viaggerà in ambienti più simili a salotti hi-tech, con monitor in ogni dove, anche al posto dei finestrini. Naturalmente ogni cosa sarà connessa alla rete e comandabile tramite i nostri smartphone, monitor touch e comandi vocali.

IL TRIONFO DELLA NOIA? Tutto molto interessante, ma LA domanda arriva ora “Per molte persone l’auto è qualcosa di molto emozionale. Sarà ancora vero anche in futuro?” Già, la guida autonoma rischierebbe di “ammazzare” l’emozione della guida, creando passeggeri annoiati. “La differenza sarà nel cosa innescherà le emozioni” spiega Michael Mauer “In un’auto elettrica ad esempio il suond del motore non è importante. Ma se stai viaggiando in mezzo al traffico in un’auto a guida autonoma sei meno concentrato sulle dinamiche di guida e più interessato allo stile dell’interno”. “Dobbiamo intensificare l’esperienza digitale, per esempio utilizzando i vetri laterali come monitor per la realtà aumentata, per mostrare informazioni sull’ambiente che ci circonda” ha poi aggiunto Johann Jungwirth.


Pubblicato da Massimo Grassi, 16/03/2017
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox