FUTURISTICO È stato uno dei prototipi più radicali esposti al Salone di Ginevra 2017: parliamo della Volkswagen Sedric (contrazione di self-driving car), una concept che il gruppo tedesco ha sviluppato ex novo per la guida autonoma di livello 5, ossia quella che non richiede mai la supervisione o l'intervento di un guidatore in carne e ossa.

VOLKSWAGEN SI FA IN DUE Già, perché in futuro Volkswagen conta di affiancare alla produzione e vendita di auto tradizionali anche la fornitura di soluzioni per una mobilità intelligente, che per essere tale dovrà essere autonoma, sostenibile e condivisa.

MOBILITÀ INTELLIGENTE I veicoli del futuro dovranno poter essere usati in modo intensivo, per ammortizzarne i costi e razionalizzare il traffico. Poi dovranno consumare meno energia nell'ottica della sostenibilità. E poter essere usati da tutti: anche da chi non ha la patente e dai portatori di disabilità.

LA COMANDI A VOCE Concepita, disegnata, sviluppata e costruita in collaborazione con il Volkswagen Group Research e il Future Center Europe del Gruppo, Sedric si comanda con un pulsante o un'app per lo smartphone. Tramite questi, si attiva un sistema evoluto di comandi vocali per indicare la destinazione o affidare al computer di bordo compiti particolari, come portare i bambini a scuola, cercare parcheggio o ritirare merci in modo autonomo, andare a prendere un ospite.

IL PARABREZZA È OLED Sedric riconosce l’utente e apre da solo le portiere scorrevoli quando lo incontra. L’accesso è ampio e gli interni sono spaziosi perché volante, pedali e plancia non ci sono (la guida è del tutto automatica, ricordate?). Il parabrezza è un grande schermo OLED: trasparente, per non ostacolare la visuale, e dotato di realtà aumentata, per consentire la comunicazione e l’intrattenimento.

COME UNA SERRA Le batterie sono sotto al pavimento e il motore elettrico è all'altezza delle ruote. L'impianto di condizionamento e l’intelligenza artificiale del sistema di guida autonoma sono all'interno degli sbalzi anteriore e posteriore. Davanti al lunotto sono sistemate piante che purificano l’aria e amplificano l’effetto dei filtri per l’aria al carbone di bambù. Un vero salotto semovente.


TAGS: concept car prototipo auto elettrica guida autonoma smart mobility mobilità sostenibile salone di ginevra 2017 volkswagen sedric mobilità intelligente