Autore:
Emanuele Colombo

CIFRE A CONFRONTO I numeri che arrivano dagli USA fanno impressione: secondo il sito Good Car Bad Car l'Alfa Romeo Giulia, nei primi cinque mesi del 2017, avrebbe totalizzato appena 2.482 esemplari venduti calcolando tutte le versioni, compresa la Quadrifoglio. Nello stesso periodo sarebbero ben oltre 15mila le Audi A4; 22mila le BMW Serie 3 e 35 mila le Mercedes Classe C consegnate. Persino la Jaguar XE avrebbe fatto meglio dell'italiana, con 4.528 esemplari.

LE RAGIONI DEL DIVARIO Come mai la nostra Giulia, peraltro accolta con grande favore dalla stampa locale, è così indietro? Volendo fare delle ipotesi, potrebbe pesare la fidelizzazione dei consumatori americani ai marchi a loro più noti, mentre Alfa Romeo è appena tornata sul mercato nordamericano e ha bisogno di tempo per ricavarsi un suo spazio. Inoltre la rete di distribuzione negli USA potrebbe non essere capillare come quella dei rivali.

LASCIA O RADDOPPIA Al netto di queste problematiche, vedremo se l'Alfa Romeo Stelvio - che negli USA stanno lanciando proprio in questi giorni - sarà in grado di rafforzare la posizione della marca italiana all'estero ed eventualmente quanto tempo ci metterà a portarsi sui livelli dei rivali. Che per Audi Q5 e BMW X3 sono, per il momento, nell'ordine delle 21mila unità, sempre calcolate sui primi cinque mesi del 2017.


TAGS: bmw serie 3 mercedes classe c audi a4 bmw x3 audi q5 jaguar xe alfa romeo giulia Alfa Romeo Stelvio vendite negli usa mercato usa mercato nordamericano crisi alfa giulia numeri vendite cifre vendite