Pubblicato il 20/05/20

È L’ORA DEI FURGONI Era praticamente solo questione di tempo, in effetti. Quello dei furgoni elettrici è uno dei mercati verso cui le case stanno dedicando molta attenzione in questi ultimi mesi, da Mercedes a Peugeot, passando per Citroen, Opel e Nissan. Quest’ultima si è spinta oltre, presentando la prima ambulanza a emissioni zero.

TOKYO GREEN Nato dalla collaborazione tra la casa di Yokohama e i Vigili del Fuoco di Tokyo, il progetto si inserisce nell’ambito dell’iniziativa “Zero Emission Tokyo”, lanciata dal governo metropolitano per il quartiere di Ikebukuro, una delle aree più vitali della capitale giapponese, e oggetto di un grande piano di rinnovamento urbano.

L'interno dell'ambulanza Nissan NV400

SPECIFICHE TECNICHE Basata sul furgone NV400, in vendita anche in Europa, l’ambulanza elettrica è mossa da un motore elettrico da 74 CV (55 kW), con una coppia massima di 220 Nm. Le due batterie agli ioni di litio hanno una capacità complessiva di 33 kWh, con possibilità di ricaricarsi con attacco di tipo 2 a prese con potenza massima di 7 kW. Le apparecchiature all’interno del mezzo di soccorso sono invece alimentate da una batteria da 8 kWh. In caso di blackout o altra calamità, l’ambulanza può trasformarsi in una fonte di energia mobile.

A SETTE POSTI L’NV400 è dotato di una barella elettrica, che agevola le operazioni di carico di pazienti al personale di soccorso. Tre tonnellate e mezzo il peso del mezzo, lungo più di cinque metri e mezzo, largo oltre due e alto due e mezzo. Tra soccorritori, autisti e passeggeri, l’NV400 ospita sette persone. La propulsione elettrica riduce in maniera importante rumore e vibrazioni rispetto a un veicolo tradizionale, così da ridurre al minimo gli impatti del trasporto su pazienti e soccorritori. L’ambulanza è stato realizzata da Autoworks Kyoto, in conformità alle normative giapponesi, in collaborazione con Gruau, azienda europea leader negli allestimenti per i veicoli di emergenza.
 


TAGS: tokyo nissan nv400 zero emissioni Ambulanza