IMPRESA NELL’IMPRESA Come si fermano 135.000 cv di potenza? O meglio: come rallentare un razzo che viaggia alla velocità supersonica di oltre 1220 km/h (e che, se tutto fila liscio, arriverà addirittura a 1600)? Anche se i “piedi” poggiano a terra, ci vuole il paracadute. E per far sì che il Bloodhound SSC (se non sai cos’è, vedi correlate) possa scrivere un altro record sul Guinness dei primati di velocità su terra in tutta sicurezza, la Jaguar F-Type Coupé R si è messa al lavoro, testando – con successo - il sistema di azionamento del paracadute. Che in realtà è solo uno degli espedienti per portare a termine la frenata del secolo…

SLOW MOTION Quando si lancerà sulla pista di Hakskeen Pan, in Sudafrica, il razzo Bloodhound per rallentare chiederà aiuto anche a freni ad aria (sorta di “porte” che si apriranno per aumentare la resistenza aerodinamica) e freni a disco – ma solo dopo essere sceso sotto le 200 miglia orarie. Il tutto in uno spazio di 12 miglia, tanto è lunga la pista di Hakskeen Pan. Solo il paracadute è in grado di esercitare una resistenza aerodinamica istantanea di una tonnellata, secondo Andy Green - colui che guiderà il razzo e che, a un certo punto, premerà il bottone di attivazione del paracadute. Anzi, dei paracadute: il Bloodhound ne avrà ben due.

V8 AMICO Tornando ai test, questi rientrano in una partnership tencica tra Jaguar e il team ingegneristico di Bloodhound che va oltre “la prova del palloncino”. La F-Type R, qui con indosso la livrea Bloodhound, fornisce al razzo dei record il suo V8 sovralimentato da 550 cv per alimentarne la pompa comburente


TAGS: land speed record record di velocità su terra