Autore:
Emanuele Colombo

LO SCENARIO La ricerca sulle emissioni sta rivalutando la posizione del diesel nei confronti delle alternative; la politica si muove in senso contrario, visto che la Gran Bretagna pensa di bandirlo entro il 2040, seguita da Parigi e tante altre importanti capitali mondiali; intanto Greenpeace è passata all'azione, assaltando una nave cargo con circa 1.200 auto Volkswagen a bordo per impedirne lo sbarco.

LA PROTESTA Alcuni attivisti sono saliti a bordo impedendo l'attracco al porto di Sheerness, in Inghilterra, mentre altri cercavano di sottrarre le chiavi delle vetture sbarcate in precedenza per bloccarne l'uscita dall'area portuale. Sulla nave è stato esposto un manifesto con la scritta Ditch Diesel, ossia seppellite il diesel.

LA BEFFA L'obiettivo era sensibilizzare l'opinione pubblica contro le auto a gasolio: una battaglia che il gruppo ambientalista sta portando avanti con azioni di protesta inscenate anche davanti al recente Salone di Francoforte. Ironia della sorte, la maggior parte delle auto imbarcate era a benzina, non diesel, ha fatto sapere Volkswagen.  


TAGS: volkswagen diesel cargo dieselgate scandalo emissioni attivisti greenpeace ambientalisti protesta nave assalto a nave cargo