Autore:
Andrea Rapelli

AUTONOMI Guidare? Roba vecchia, superata, per nostalgici in via d'estinzione. Adesso, ad andar forte sono le prove (più o meno riuscite) di guida autonoma: Delphi ha allestito di tutto punto una Audi SQ5 in grado di percorrere – senza l'aiuto del guidatore – un tragitto di 3.500 miglia attraverso gli Stati Uniti.

SENSORI Quelli della Delphi hanno pensato proprio a tutto, in modo da non farsi trovare impreparati: la Audi SQ5 ha ricevuto in dono sensori laser, radar e una buona quantità di telecamere. Così, anche quando nevica o piove (situazioni in cui i radar non riescono a dare il meglio) la SQ5 è capace di evitare tutti gli ostacoli che le si presentano davanti.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE Secondo Delphi, la Audi SQ5 sa prendere in completa autonomia decisioni complesse come affrontare un incrocio, dare la precedenza e sorpassare, ad esempio, un ciclista. In caso di pericolo l'auto, attraverso alcuni messaggi vocali, richiama l'attenzione di chi è seduto al posto guida, che dovrà prendere il controllo delle operazioni.

COAST TO COAST La Audi SQ5 preparata dalla Delphi partirà da San Francisco il 22 marzo prossimo e raggiungerà New York dopo una settimana, salvo imprevisti. L'operazione non è affatto un puro esercizio di marketing: dal road trip a stelle e strisce l'azienda inglese trarrà un bel bagaglio di esperienze, utili per il perfezionamento dei sistemi di guida autonoma. Per il momento, non resta che augurare alla SQ5 (e ai suoi occupanti) un buon viaggio.


TAGS: guida autonoma delphi audi sq5