Pubblicato il 25/03/2019 ore 15:55

4 IL NUMERO PERFETTO Auto elettrica ed economie di scala non sono mai andate d'amore e d'accordo. Per sua natura, una vettura a zero emissioni richiede un progetto ad hoc, materiali speciali inclusi (i.e. fibra di carbonio), senza così poter salire in corsa su pianali già adottati da altri membri della gamma. Tutto vero, tranne che per BMW. La nuova piattaforma cosiddetta CLAR (Cluster Architecture) è programmata per ospitare qualsiasi futuro modello BMW da Serie 3 a Serie 7, a trazione posteriore o integrale, alimentato a benzina o a gasolio, ma anche ibrido plug-in e persino, appunto, a propulsione elettrica. La quinta espressione della divisione BMW i si chiamerà i4 e sarà in tutto e per tutto una Serie 4 Gran Coupé. Soltanto, anziché bielle pistoni avrà motore elettrico e pacco batterie. Eccola (in foto e anche in video) mentre muove i primi passi sulla neve e il ghiaccio del Centro prove di Arjeplog, in Svezia, al Circolo Polare Artico.

DENTRO I4, FUORI SERIE 4 Nuova BMW i4 è attesa per il 2021 e uscirà a poca distanza da BMW iNext, secondo Suv a zero emissioni nell'agenda dell'Elica dopo iX3, già prenotato per il 2020. In qualità di berlina a quattro porte, la i4 colmerà così il gap tra la piccina i3 e la sportiva i8, con la peculiarità di essere la sola BMW nativa elettrica a condividere la pianta meccanica (oltre che con ogni probabilità anche l'aspetto complessivo) con un modello ad alimentazione tradizionale, la Serie 4 GC di nuova generazione. Unica probabile differenza, oltre a dettagli di design come la mascherina radiatore, un'altezza da terra lievemente maggiore per far spazio agli accumulatori di energia. Per avere un'idea, la i4 sarà un'evoluzione della concept i Vision Dynamics mostrata al Salone di Francoforte 2017. Prestazioni? 0-100 km/h in 4 secondi, velocità massima 200 km/h, soprattutto un'autonomia che si annuncia superiore ai 600 km. Così fosse, sarebbe record del mondo.  


TAGS: bmw auto elettrica bmw i bmw inext bmw i4