Anteprima:

Mercedes SLS AMG


Avatar Redazionale , il 17/07/09

12 anni fa - La Casa di Stoccarda annuncia che costruirà una supersportiva elettrica e ne spiega per sommi capi il funzionamento. "Guardando" meglio l'unica immagine diffusa, però, si scopre molto anche delle forme della carrozzeria...

La Casa di Stoccarda annuncia che costruirà una supersportiva elettrica e ne spiega per sommi capi il funzionamento. "Guardando" meglio l'unica immagine diffusa, però, si scopre molto anche delle forme della carrozzeria...

FUTURO ANTERIORE Emissioni zero, emozioni a mille. Sembra essere questa, in estrema sintesi, la filosofia delle sportive di domani – o forse si dovrebbe dire di dopodomani – all'ombra della Stella a tre punte. A Stoccarda stanno infatti lavorando a quattro mani con i ragazzacci della AMG sulla SLS, una concept che potrebbe essere esposta al Salone di Francoforte a settembre e che rappresenta una sorta di manifesto programmatico per il futuro anteriore.

FANTASTICI QUATTRO Questa coupé rinuncerà al propulsore termico per adottare quattro unità elettriche, piazzate nelle vicinanze di ciascuna ruota, per una potenza totale equiparabile a 533 cv. I motori non saranno dunque montati direttamente sui mozzi come in altri recenti studi visti nei Saloni, a tutto vantaggio della precisione di guida. Secondo quanto dichiarato dalla Casa, la SLS AMG disporrà di un cambio su ciascun asse e una centralina elettronica sarà in grado di dosare in tempo reale la quantità di coppia da trasmettere a ogni singola ruota, con la tecnologia chiamata Torque Vectoring. Nella fase pilota, alla Mercedes stanno lavorando con batterie ad alto voltaggio agli ioni di litio, con struttura modulare e raffreddamento a liquido. Il pacchetto ha una capacità di 40 Ah, è capace di accumulare energia pari a 48 kWh e si ricarica in fase di rallentamento, grazie a un sistema di frenata rigenerativa.

VEDI ANCHE



HO VISTO UN FANTASMA Tutto questo discorso fatto dai tecnici della Mercedes si apprezza sicuramente meglio dando uno sguardo allo schema diffuso dalla Casa. A ben vedere, però, l'immagine rivela anche molto altro. In trasparenza s'intravede vede la sagoma della SLS e, giocando un po' con Photoshop, scurendo la foto ed eliminando le varie freccette, abbiamo fatto emergere la "carrozzeria fantasma".

CITAZIONI DOTTE La SLS, un po' come la quasi omonima SLR, presenta un muso lungo una quaresima, con l'abitacolo arroccato sulle ruote posteriori. Il principale elemento distintivo della sua linea sono le porte ad ala di gabbiano, che richiamano quelle della 300 SL di oltre mezzo secolo fa. E così come sull'antenata, nel frontale dell'SLS i parafanghi sembrano avere un'identità molto precisa, con profonde scanalature che li separano dal cofano motore.

APRIPISTA Direttamente dal glorioso passato arriva anche la presa d'aria centrale, che si protende in avanti. Questo elemento ricorda vagamente la W196 monoposto guidata anche da Stirling Moss e potrebbe svelare le tendenze stilistiche delle coupé prossime venture di Stoccarda . Il riflesso sul pavimento permette poi di notare la presenza, lungo la fiancata, di una branchia solcata da due listelli cromati, che sarebbe utilissima a placare i bollenti spiriti di cilindri e pistoni… se solo ci fossero. La coda infine è leggermente bombata ai lati e sormontata da uno spoilerino, una soluzione mutuata di nuovo dalla SLR. 


Pubblicato da Paolo Sardi, 17/07/2009
Vedi anche
Logo MotorBox