Pubblicato il 23/11/2016 ore 16:00

LA NUOVA ELISE Sarà appena più grande del modello attuale e peserà meno di 1.000 chili la Lotus Elise 2020: un modello del tutto inedito con una versione aggiornata del classico telaio in alluminio, che il costruttore inglese sta progettando tenendo conto dei rigidi crash test americani.

I FONDI CI SONO La decisione di rinnovare la gamma arriva in seguito ai conti che ad agosto 2016 sono tornati in positivo, grazie al rapido successo dell'Evora negli USA: per la prima volta dal 2000 la Lotus sembra stabile e autosufficiente, in grado di investire nello sviluppo di nuovi modelli.

I PIANI PER IL FUTURO Merito di Jean-Marc Gales, a capo dell'azienda da due anni e mezzo, che ha ridotto i costi e ampliato la gamma attuale: declinando in 23 versioni i soli 3 archetipi a disposizione. E ora pensa (quasi) in grande. Dopo l'Elise seguirà una nuova Exige e insieme questi due modelli dovrebbero permettere vendite attorno alle 4.000 unità l'anno, contro le 1.800 di quest'anno.

E POI LOTUS FARÀ UN SUV Nel 2022 sarà la volta di una nuova Evora e poi, probabilmente, un SUV di cui è già in lavorazione un primo prototipo, anche se il design è ancora tutto da definire. È quasi pronta, invece, la versione scoperta dell'Evora attuale, che verrà lanciata sul mercato nel 2017: anno in cui Lotus conta di vendere circa 2.000 vetture.


TAGS: nuova lotus elise 2020 nuova lotus exige nuova lotus evora nuovo suv lotus