Anteprima

Nuova Lamborghini LP700-4


Avatar Redazionale , il 20/12/10

10 anni fa - Diventano pubbliche caratteristiche e numeri del nuovo bolide di Sant’Agata. Lo vedremo a Ginevra?

Ancora niente nome e niente foto. Ma qualcuno con in mano le specifiche del nuovo modello ha pensato bene di condividerle con il popolo del web. E così diventano pubbliche caratteristiche e numeri del nuovo bolide di Sant’Agata. Con uno zero-cento in 2,9 secondi e optional sfiziosi. Tutto vero, fino a prova contraria.

SCOOP ELETTRONICI Tutte le volte tocca ripetersi. Ma finirà che le Case dovranno ripensare le proprie strategie di comunicazione se, ogni volta, le anticipazioni legate a foto o documenti elettronici portano scompiglio nella timeline di lancio elaborata dal marketing. Che a Ginevra 2011 sarebbe arrivata la sostituta della Murciélago si sapeva, ma la lunga attesa, che al massimo sembrava poter essere ingannata dai dibattiti sul nome, subisce un’improvvisa accelerazione. Complici le slide con le caratteristiche tecniche, optional e comprensive pure di palette di colori sfuggite in rete. E così ora ci si può preparare all’adrenalina di uno zero-cento bruciato in meno di 3 secondi oppure gustarsi la nuova tonalità arancio perlato.

DATI TECNICI Andando subito al sodo le prime conferme ci sono alla voce propulsore: un 6,5 litri con 12 cilindri a V con bancate inclinate di 60 gradi. Le prestazioni dichiarate, grazie ai 700 cavalli e ai 690 Nm di coppia, dicono che la punta massima raggiunge i 350 chilometri orari mentre lo zero - cento si brucia in 2,9 secondi. Il cambio a sette marce passa da una marcia all’altra in 50 millisecondi. La massa della nuova Superlambo veleggia intorno ai 1500 kg per un rapporto peso potenza di 1 cavallo ogni 2,25 chilogrammi. La distribuzione dei pesi è 43% davanti e 57% dietro mentre la trazione è, come standard filosofico della casa impone, integrale.

VEDI ANCHE



CONFIGURAZIONI La fiche tecnica esplicita altri dettagli succulenti quali passo, misure complessive della carrozzeria e taglia dei pneumatici. Scorrendo le slide segrete si passa al caleidoscopio dei colori, che prevede due tinte pastello, il nero e il giallo, il bianco e poi tinte metallizzate e perlate, con un nuovo grigio e un nuovo arancio rispetto ai colori disponibili per la Murciélago. Ci sono poi tre colori speciali per il programma “ad personam” di personalizzazione. Nella slide successiva ci sono gli abbinamenti per gli interni che vanno dal monocolore scuro agli abbinamenti in Alcantara fino a quelli più coraggiosi, vedi il bicolore.

EQUIPAGGIAMENTI Tra le dotazioni di serie ci sono tutte le diavolerie elettroniche che ci si potrebbe aspettare, vedi ABS, ESP e compagnia ma anche spoiler e prese d’aria laterali comandati elettricamente. Possibili anche tre settaggi diversi dell’elettronica che influiscono su cambio, differenziale e risposta di sterzo e propulsore. Pulsante di avviamento sul tunnel, strumentazione basata integralmente su schermi TFT, sistema multimediale comprensivo di navigatore e interfaccia USB e iPod completano il quadro tecnologico. In compagnia di fari BiXenon, interfaccia Bluetooth, luci al led esterne. Dotazione di serie prevedibilmente d’alto livello ma anche una lista optional a dir poco invitante.

OPTIONALE DELLE MIE BRAME E che riguarderà non solo i materiali per gli interni o la grandezza dei cerchi. Si potrà scegliere, ad esempio, di avere il cofano motore trasparente, a quel punto da abbinare alla copertura del propulsore stesso con una capsula in fibra di carbonio. Poi si potrà giocare con i colori di particolari tecnici quali i cerchi, volendo tutti neri, oppure le pinze freno colorabili in giallo, arancio o grigio a seconda del buon (o cattivo) gusto. Anche le sospensioni posteriori sono colorabili di giallo, chi le andrà a guardare? Sedili elettrici e riscaldabili, volante multifunzione e sistemi audio evoluti completano il quadro. Disponibile anche un sistema di park-assit, probabilmente utilissimo visto che storicamente le Lambo non brillano per visibilità posteriore…

VERO, FALSO O… Tutto chiaro quindi, meno le forme e il nome che ancora rimangono avvolti dal mistero. Con una postilla, anzi due. La prima è che tutto potrebbe non essere tutto vero al 100%, i documenti elettronici che vi riportiamo possono essere facilmente contraffatti e comunque, fino a conferma della Casa non si possono ritenere ufficiali. Il secondo dubbio, che ormai ci assale, è quello relativo alla reale casualità di questi documenti dispersi sul web. Come scritto in una delle slide “trafugate” non c’è nessuna foto della nuova auto, coerentemente con la politica della Casa. Recentemente l’Amministratore Delegato di Lamborghini, Martin Winterkorn, ha dichiarato in un’intervista che la motivazione è molto semplice: le foto di nuovi modelli in un mercato particolare come quello delle supercar disturbano le vendite del modello uscente non di poco. A pensar male poi si fa peccato. Eppure, ora tutte le testate di motori parleranno della nuova Lambo, senza neppure far vedere una foto…


Pubblicato da Luca Pezzoni, 20/12/2010
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox