Pubblicato il 17/03/21

SCOSSA TEDESCA Prosegue anche per la Casa di Monaco l’inevitabile transizione verso la mobilità elettrica, anche per i suoi SUV. Ne abbiamo avuto un primo assaggio con la iX3 elettrica provata qualche settimana fa, ma il vero punto di svolta arriverà solo tra qualche mese. La nuova serie di SUV a batteria, presentata lo scorso novembre (tra le polemiche degli appassionati, a cui BMW ha risposto in maniera molto intelligente), è realizzata su una piattaforma attorno a cui ruota tutta la produzione elettrica prossima futura della casa. Definita furbescamente Sport Activity Vehicle (SAV), la nuova ammiraglia tecnologica di BMW sarà disponibile in due varianti di modello, iX xDrive50 e iX xDrive40. Andiamo a scoprirla più da vicino.

BMW iX xDrive50: visuale di 3/4 anteriore

COM'È FATTA FUORI

BMW iX xDrive50: visuale di 3/4 posteriore

Le numerose immagini pubblicate da BMW permettono di farsi un’idea molto precisa dell’auto, che ha proporzioni da vera SUV tedesca, con la lunghezza e la larghezza di una X5, l’altezza di una X6 e le ruote di una X7. Il passo misura esattamente tre metri, a tutto beneficio di chi sale a bordo, in particolare i passeggeri della seconda fila. Le maniglie sono integrate nelle portiere e fuoriescono solo quando serve. Per la prima volta su un SUV BMW i finestrini sono senza cornice, come sulle coupé.

BMW iX xDrive40: il logo fa da tappo per l'acqua dei vetri

IL LOGO FA DA TAPPO La calandra nei grandi reni anteriori nasconde tutti i sensori per l’assistenza alla guida. Sottilissimi i gruppi ottici, sia davanti che dietro. Di serie le luci anteriori sono full LED; a richiesta la versione intelligente a matrice di LED. Vistose le prese d’aria verticali nel paraurti anteriore (nell’allestimento Sport), caratteristica la modanatura nero lucido nel terzo montante, che collega il finestrino al lunotto. Il logo BMW sul cofano svolge l’insolita funzione di tappo per il contenitore del liquido per i vetri.

BMW iX xDrive40: visuale posteriore

CERCHI AERODINAMICI I cerchi da 20” (disponibili anche nei tagli da 21” e 22”) hanno un disegno aerodinamico volto a ridurre le turbolenze e massimizzare l’efficienza della batteria. L’uso di materiali speciali ha permesso anche di ridurne il peso di circa il 15% rispetto ai cerchi in lega tradizionali, a tutto vantaggio dell’efficienza. Speciali inserti in alluminio - disponibili su richiesta - permettono di aumentare l’autonomia di una quindicina di km.

GLI INTERNI

BMW iX xDrive40: gli interni

Spazioso, minimal e tecnologico: questo, in estrema sintesi, l’abitacolo delle nuove BMW iX xDrive40 e 50. La plancia, lineare e semplice, ospita il nuovo sistema di infotainment BMW iDrive 8, con il suo enorme schermo curvo. Straniante l’assenza del tunnel centrale, a tutto beneficio dello spazio per le gambe di chi sta davanti. Molto ricercata nello stile e nelle finiture la console centrale, a cominciare dal selettore della modalità di marcia in cristallo (a richiesta), materiale ripreso anche dai comandi per le regolazioni elettriche dei sedili e dal tasto che comanda l’apertura (elettrica) delle portiere. Inedito e futuristico il volante di forma esagonale, con comandi a sfioramento e fisici sulle due razze.

BMW iX xDrive40: i sedili in pelle (lavorata con tecniche sostenibili)

SEDILI HIGH-TECH I sedili sportivi hanno il poggiatesta integrato e, per la prima volta in un’auto della casa di Monaco, potranno avere altoparlanti integrati nel poggiatesta e nella zona lombare. Su richiesta, le funzioni di riscaldamento e massaggio. I passeggeri che siedono dietro avranno ampio spazio per le gambe (anche chi siede al centro, grazie al pavimento completamente piatto), regolazioni del clima per la seconda fila, e prese USB annegate nei poggiatesta dei sedili anteriori. Il divano può essere frazionato con divisione 40:20:40. 

BMW iX xDrive40: la console centrale con selettore in cristallo

SCHERMO CURVO Il display curvo è al suo debutto su una vettura di serie, e integra il cruscotto da 12,3” dietro il volante (personalizzabile nella grafica) con lo schermo da 14,9” per l’infotainment al centro. L’head-up display proietta invece le informazioni direttamente sul parabrezza, percepite a circa 3 metri dagli occhi del guidatore: velocità dell’auto, limiti di velocità, stato dei sistemi ADAS, istruzioni di guida del navigatore, notifiche del telefono.

BMW iX xDrive40: le prese USB nei poggiatesta

SUPER MEGA STEREO Completano la dotazione in abitacolo le luci ambientali a LED, il tetto panoramico (optional) con oscuramento elettrocromatico, e lo stereo con 12 altoparlanti e amplificatore da 205W. Su richiesta si può avere un impianto da 655 W di Harman Kardon con 18 casse, comprese quelle nei sedili. Chi cerca il massimo può invece puntare sull’ultimo Bowers & Wilkins Surround Sound System con una potenza massima di 1.615 W e la bellezza di trenta casse: otto nei sedili, due tweeter, quattro speaker posizionali 3D, due bassi centrali e due subwoofer sotto i sedili posteriori. 

MOTORI E PRESTAZIONI

BMW iX xDrive50: l'allestimento Sport in azione

Entrambi i modelli monteranno due motori elettrici, uno per asse, così da assicurare la trazione integrale e, in perfetto stile BMW, un sano piacere di guida. Non abbiamo le cifre definitive, ma la casa tedesca riferisce che la più “pacata” iX xDrive 40 avrà più di 300 CV (circa 240 kW), capace di scattare da zero a cento km/h in poco meno di sei secondi, e con consumi attorno ai 20 kWh per 100 km. Decisamente una spanna sopra i valori in campo di iX xDrive50, che avrà oltre 500 CV (370 Nm): lo 0-100 è coperto in meno di cinque secondi. Per entrambe le auto la velocità massima autolimitata a 200 km/h.

TRAZIONE INTEGRALE INTELLIGENTE

Come altre elettriche con un motore per asse, la trazione integrale è gestita dall’elettronica, che controlla ogni singola ruota e permette di gestire in maniera istantanea la ripartizione di coppia sui diversi assi, così da assicurare sempre la miglior trazione in ogni condizione di guida e di fondo stradale. Anche il recupero dell’energia in frenata è gestito in maniera intelligente dall’auto, che adatta la frenata rigenerativa in base alle condizioni della strada rilevate dai sensori a bordo (che osservano anche i colori dei semafori) e dai dati del navigatore.

BMW iX xDrive40: visuale frontale

DUE MODALITÀ Il selettore posto al centro della console permette di scegliere la modalità di guida D, quella in cui l’auto fa tutto da sola (compresa la gestione della frenata rigenerativa), oppure quella più tradizionale B, con tre diversi livelli di intervento della frenata, e che permette la guida con il solo pedale dell’acceleratore, da cui controllare la forza frenante dell’auto.

BATTERIE

BMW iX xDrive40: visuale di 3/4 anteriore

Alloggiate sotto il pianale, così da migliorare baricentro e stabilità, le batterie ad alta capacità di BMW iX sono protette da una cella in alluminio. La capacità “lorda” degli accumulatori di iX xDrive40 si aggira attorno ai 70 kWh, che con un consumo medio di circa 20 kWh per 100 km dovrebbero garantire un’autonomia di oltre 400 km, calcolata con il ciclo di omologazione WLTP. Per il modello iX xDrive50 la capacità lorda è di oltre 100 kWh, consumi nell’ordine dei 21 kWh per 100 km, e autonomia che supera i 600 km.

GARANZIA La temperatura d’esercizio è tenuta sotto controllo da un sistema di raffreddamento a liquido, che si attiva automaticamente quando ci si avvicina a una stazione di ricarica rapida (operazione che riscalda molto gli accumulatori). Come altri produttori, anche BMW garantisce l’efficienza delle batterie dei modelli iX fino al 70% per 8 anni o per 160mila km.

BMW iX xDrive40: la griglia chiusa

TEMPI DI RICARICA La ricarica da presa domestica è supportata con prese mono (Schuko) e trifase (industriale) fino a 11 kW, potenza alla quale la batteria della xDrive 50 si riempie in undici ore, quella della xDrive 40 in otto ore. Nelle stazioni di ricarica rapida in corrente continua, le nuove BMW iX xDrive50 possono essere ricaricate fino a 200 kW, mentre le iX xDrive40 fino a 150 kW: questo vuol dire che una decina di minuti è sufficiente per mettere in cascina, rispettivamente, 120 e 90 km di autonomia. Per entrambi i modelli, la ricarica all’80% avviene in circa tre quarti d’ora.

PREZZI E SOSTENIBILITÀ

Senza scendere troppo in dettagli circa allestimenti, modelli e versioni, BMW ha comunque già annunciato i prezzi di attacco dei due listini: iX xDrive40 partirà da 77.300 euro, più o meno il prezzo di una BMW X5 con motore a combustione tradizionale. BMW iX xDrive50 partirà invece da 98.000 euro. Molte funzionalità potranno essere attivate dopo l’acquisto tramite aggiornamenti over-the-air.

BMW iX xDrive40: i comandi per le regolazioni dei sedili

SOSTENIBILITÀ La nuova elettrica di Monaco sarà prodotta con un occhio molto attento alla sostenibilità, sia nell’uso dei materiali che nel processo produttivo, sfruttando elettricità proveniente da fonti rinnovabili, materiali riciclati e con l’estrazione attenta delle materie prime. Una certificazione di revisori indipendenti dichiarerà l’impatto delle nuove vetture. Già adesso BMW dichiara che il potenziale di riscaldamento globale (GWP) dei suoi nuovi SUV elettrici è di circa il 45% più basso di quello di un equivalente modello a gasolio.

ANCHE RETI DA PESCA Nello specifico, cobalto e litio necessari per le batterie ad alto voltaggio provengono da fonti verificate in Australia e in Marocco; le celle delle batterie sono prodotte utilizzando energia verde; l’alluminio acquistato proviene da impianti a energia solare; tra i materiali utilizzati per la produzione dell’auto c’è alluminio secondario, plastica riciclata, legno certificato FSC, pelle conciata con estratti di foglie d'ulivo, plastiche ottenute da reti da pesca recuperate.


TAGS: auto elettrica suv elettrico BMW iX xDrive 40 BMW iX xDrive50 bmw ix 2021