Novità auto elettriche

Audi A6 Avant e-tron concept: il prototipo elettrico più elegante


Avatar di Claudio Todeschini , il 17/03/22

2 mesi fa - 700 km di autonomia e 476 CV di potenza: Audi A6 Avant e-tron concept. Video

Non è la versione definitiva, ma poco ci manca: Audi si prepara a sfidare Tesla nel segmento delle berline sportive elettriche. Eccola in video

Storicamente Audi identifica le versioni station wagon dei suoi modelli con il nome Avant, che deriva da avant-garde (avanguardia), a sottolineare l’originalità con cui a Ingolstadt si sono avvicinati al tema delle “familiari”. Dopo la presentazione della tre volumi, lo scorso aprile al Salone dell’auto di Shanghai, oggi la casa di Ingolstadt ha svelato la sua nuova Audi A6 Avant e-tron concept, “familiare” full electric realizzata sulla piattaforma PPE (Premium Platform Electric, sviluppata insieme a Porsche) che muoverà tutti i prossimi modelli a batterie della casa tedesca, sia berlina che SUV, dei segmenti D, E e F.

DISEGNATA DAL VENTO

Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: visuale laterale Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: visuale laterale

Scordatevi le forme e gli elementi stilistici dell’attuale generazione di A6: la nuova berlina (e station) di Ingolstadt ha forme decisamente più futuristiche, e per certi versi meno “tranquille” del modello attuale. La griglia anteriore, naturalmente chiusa, occupa la quasi totalità del frontale, lasciando spazio solo per - altrettanto vistose - prese d’aria laterali incastonate in un paraurti sportivo, e gruppi ottici sottilissimi, quasi delle lame a LED che tagliano il cofano. Una vocazione sportiva sottolineata anche dagli enormi cerchi in lega da 22 pollici.

Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: l'enorme calandra chiusa Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: l'enorme calandra chiusa

FATTA PER TAGLIARE L’ARIA Trattandosi di un’auto elettrica, l’aerodinamica gioca un ruolo importantissimo: a questo serve la linea del tetto discendente che termina in un vistoso spoiler sopra il lunotto, ma soprattutto la enorme coppia di diffusori nel paraurti posteriore, e che con ogni probabilità non troveranno seguito nel modello di serie. Il risultato è un CX record, almeno per questo genere di vetture: 0,24, di solo 0,02 superiore alla berlina a tre volumi. Tra le tante soluzioni che hanno reso possibile questo risultato, anche gli specchietti retrovisori sostituiti da meno invasive telecamere laterali, come già visto sui SUV e-tron, con schermi in abitacolo che mostrano le immagini riprese dai loro occhi elettronici. Come il resto della gamma elettrica di Audi, anche su A6 Avant e-tron gli inserti neri nella massiccia fiancata evidenziano la zona dell’auto in cui è collocata la batteria, tra gli assali e sotto il pianale. Pronunciate le “spalle”, che confluiscono in una coda rastremata e compatta, attraversata da una avveniristica striscia di LED animati

Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: l'enorme diffusore posteriore Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: l'enorme diffusore posteriore

DIMENSIONI Invariate, rispetto alla berlina a tre volumi, le dimensioni della station elettrica, che sarà lunga 4,96 m, larga 1,96 m e alta 1,44 m. Il colore di questo prototipo è il grigio “Neptune Valley”, che grazie alla presenza di speciali pigmenti restituisce riflessi dorati controluce.

FARI ANIMATI E TECNOLOGICI

I gruppi ottici anteriori a matrice di LED sono costituiti da decine di piccoli fari a LED, che producono animazioni durante l’accensione dell’auto, disegnando diverse possibili firme luminose scelte dall’utente, sulla falsariga di quanto visto anche su Q4 e-tron, ma con molti più “punti” luce. In alternativa, i fari possono proiettare su una parete un videogame da giocare usando il proprio smartphone come joystick.

Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: visuale frontale Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: visuale frontale

OLED DIETRO La fascia luminosa posteriore che corre a tutta larghezza è realizzata con la tecnologia OLED, che permette la realizzazione di diverse “scenografie” e firme luminose, selezionabili dall’utente. Oltre all’effetto scenico non indifferente, i gruppi ottici posteriori possono adattare il fascio luminoso in base alle condizioni di traffico, meteo e ambientali, indicando per esempio possibili segnalazioni di pericolo a chi ci segue.

VEDI ANCHE



Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: visuale posteriore Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: visuale posteriore

ANCHE DI LATO Oltre a quelli frontali e posteriori, Audi A6 Avant e-tron monta tre piccoli proiettori che, all’apertura delle portiere, disegnano animazioni luminose e scritte di benvenuto sull’asfalto. Questi elementi luminosi servono anche per avvertire i ciclisti quando si stanno aprendo le portiere. Da ultimo, agli angoli della vettura sono inserite quattro ulteriori unità a LED che proiettano a terra gli indicatori di direzione.

MOTORI E PRESTAZIONI DI AUDI A6 AVANT E-TRON

Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: visuale di 3/4 anteriore Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: visuale di 3/4 anteriore

Il concept di Audi A6 Avant e-tron ha la trazione integrale quattro garantita dalla presenza di un motore elettrico per asse, configurazione già vista su altri modelli della casa di Ingolstadt, così come su diverse vetture elettriche del gruppo Volkswagen. La potenza massima è di 476 CV, con una coppia di 800 Nm. Lo scatto da 0 a 100 km/h è coperto in meno di quattro secondi. Sospensioni a cinque bracci all’avantreno, multilink al posteriore. In alternativa, la piattaforma PPE permette comunque di montare anche un solo propulsore al posteriore, a tutto vantaggio dell’autonomia. 

BATTERIA E AUTONOMIA DI AUDI A6 AVANT

Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: ricarica rapida fino a 270 kW Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: ricarica rapida fino a 270 kW

La batteria, alloggiata nel pianale, sotto il pavimento dell’auto, ha una capacità di 100 kWh, che permette alla station elettrica un’autonomia di oltre 700 chilometri nel ciclo misto WLTP. A questo si affianca la possibilità - come su Audi e-tron GT - di ricaricare alle colonnine fast charge fino a 270 kW, grazie alla tecnologia a 800V. Tradotto in termini più pratici, si possono mettere in cascina 300 km di autonomia in poco meno di 10 minuti. Sempre con questa potenza, si passa dal 5% all’80% della batteria in 25 minuti.

PIATTAFORMA MODULARE Le batterie hanno un layout piatto, e questo permette di realizzare vetture non solo con una luce da terra più generosa (SUV), ma anche auto dal baricentro più basso e un comportamento più votato al piacere di guida. Dimensioni di batteria e passo delle auto realizzate sulla piattaforma PPE sono variabili, e questo permette di lavorare su modelli di segmento D, E e F.

QUANDO ARRIVA AUDI A6 AVANT

Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: eccola insieme alla berlina tre volumi Nuova Audi A6 Avant e-tron concept: eccola insieme alla berlina tre volumi

Il concept anticipa la prossima Audi A6 completamente elettrica, disponibile sia in versione tre volumi sia in versione Avant, che verrà presentata ufficialmente il prossimo anno, con la commercializzazione prevedibilmente già nel 2024. Dopo il debutto del primo modello del segmento E, ne arriverà uno del segmento D (la A4 elettrica?) e uno nel segmento F (la A8 a batteria).


Pubblicato da Claudio Todeschini, 17/03/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox