Audi e il Diesel V6 a biorcarburanti. Studio USA: e-fuel dannosi
Transizione ecologica

Biorcarburanti sì o no? Audi ci crede, uno studio USA meno


Avatar di Lorenzo Centenari , il 23/02/22

2 mesi fa - Diesel V6 Audi ora compatibile con gasolio sintetico. Più "eco" o no?

Diesel V6 Audi ora compatibile anche con gasolio sintetico ottenuto da oli vegetali. Che è più ecologico. Oppure no? La ricerca

Elettrificazione la parola d'ordine per l'orizzonte a medio lungo termine, il presente invece assiste a un fenomeno parallelo: è la ''vegetalizzazione''. Grazie all'alimentazione con carburanti sintetici, gli odierni motori diesel e benzina sopravviveranno ancora un po'. Questa, almeno, è la vision di Audi, il cui storico Diesel V6 è ora pronto a digerire anche i biocombustibili. C'è tuttavia anche chi ammonisce sull'abuso degli e-fuel. Perché inquinerebbero più dei carburanti di origine fossile. Chi ha ragione?

OLIARE IL SISTEMA A partire da febbraio 2022, i modelli Audi A4, A5, A6, A7, A8, oltre ai SUV Q7 e Q8, equipaggiati di propulsore diesel a 6 cilindri, possono essere alimentati anche dai cosiddetti HVO, carburanti ottenuti da oli vegetali idrotrattati. Gli HVO sfruttano materiali di scarto come l'olio per la cottura, oppure residui agricoli, i quali vengono sottoposti a processo di idrogenazione e convertiti in idrocarburi alifatici, del tutto adatti all'impiego nei motori diesel. Possono sia essere aggiunti al diesel tradizionale, oppure sostituirlo al 100%. Secondo Audi, l'olio vegetale idrotrattato consente una riduzione delle emissioni di CO2 compresa tra il 70% e il 95% rispetto al gasolio fossile. Dal 2021, i modelli Audi provvisti di motore diesel a 4 cilindri già potevano alimentarsi con HVO, le cui stazioni di rifornimento sono piuttosto diffuse specialmente in Nord Europa.  

VEDI ANCHE



NON SOLO AUDI La soluzione del biodiesel, o refuel come ama definire Audi, mira ad addolcire la transizione ecologica, accompagnando il passaggio al full electric (dal 2026 i Quattro Anelli introdurranno solo modelli 100% elettrici) senza abbandonare in modo drastico l'endotermico. Oltre ad Audi, anche altri Costruttori - per rimanere nei paraggi, vedi Porsche - investono sugli eco-carburanti. Ma sono davvero così ''eco''? Un nuovo studio negli Stati Uniti afferma il contrario.

MAIS SOTTO ACCUSA Una ricerca pubblicata negli Atti della National Academy of Sciences suggerisce che la pratica di miscelare con la benzina il biocarburante ottenuto dal mais potrebbe non essere così rispettosa dell'ambiente. Meno rispettoso dell'utilizzo di benzina pura. Il report argomenta la sua tesi calcolando come questo genere di e-fuel esprima un'intensità di carbonio più alta del 24% a causa dei cambiamenti nell'uso del suolo necessario per coltivare il mais per produrre l'etanolo. Oltre al trattamento e alla combustione coinvolti nel processo stesso.

QUESTIONE APERTA Lo studio, che prende dunque in considerazione l'intero ciclo vita dalla materia prima allo scarico e che si riferisce alla benzina, e non al biodiesel (va ricordato che le raffinerie di petrolio americane sono obbligate per legge a mescolare 15 miliardi di galloni di etanolo a base di mais nella benzina statunitense ogni anno), contraddice ricerche precedenti del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti. Geoff Cooper, presidente e CEO della Renewable Fuels Association, avrebbe bollato la ricerca come ''completamente fittizia ed erronea'', sostenendo che essa cita solo ''lo scenario peggiore'' e ''dati selezionati''. Il dibattito sull'opportunità di mettere benzina e diesel fuorilegge non è l'unico a tenere banco.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 23/02/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox