Pubblicato il 05/12/20

AUDI Q5 2021: COME CAMBIA E COME VA

SUA ALTEZZA Le mode vanno e vengono, i modelli che conquistano per la propria sostanza, e non soltanto l'apparenza, restano e la moda, casomai, la impongono. Audi Q5 è il principe dei SUV, Q5 è il SUV che a lungo ha conservato il titolo di SUV più venduto al mondo (2009-2015) e che ancora oggi, nonostante la spietata concorrenza interna, non si scuce di dosso i gradi di SUV più amato dell'intera flotta Audi. Alle soglie del 2021, Q5 di seconda generazione accetta di sottoporsi all'aggiornamento di metà carriera, e uscendo dal salone di bellezza, si compiace dei suoi cambiamenti. Sia di stile, sia - in misura anche maggiore - in chiave tecnologica. Vedi l'elettrificazione dei motori (anche se soft), vedi i sistemi digitali. Vedi i fari posteriori OLED, uno spettacolo nello spettacolo. Ora, nuova Audi Q5 me la guardo e me la guido.


AUDI Q5 2021: GLI ESTERNI

CON GIUDIZIO In perfetto stile Audi, gli interventi alla carrozzeria sono discreti, ma ugualmente incisivi. La griglia ''single frame'' ottagonale cresce di superficie, idem le prese d'aria laterali, ora incorniciate da inediti inserti trapezoidali. Più muscolari i passaruota, ridisegnato infine l'estrattore posteriore, elemento che contribuisce all'aumento della lunghezza del veicolo di circa 2 cm, per una misura complessiva ora di 4 metri e 68 cm. Il restyling 2021 si declina anche nella carrozzeria SUV coupé Q5 Sportback, ma questa è un'altra storia.

GIOCHI DI LUCE Ma l'attrazione massima di nuova Q5 sono i fari posteriori, i quali - a richiesta - possono essere equipaggiati di tecnologia Digital OLED, una prima assoluta (qui per l'approfondimento dedicato). Grazie alla maggiore segmentazione dei LED organici rispetto ai fari LED tradizionali, è possibile ottenere per la prima volta luci posteriori di differente design, trasformando così i fari di coda in veri e propri display interattivi. A proprio piacimento, tre diverse configurazioni luminose, a ciascuna delle quali sono dedicate specifiche animazioni quando si abbandona l'auto (Coming home) o ci si avvicina (Leaving home). Mentre - indipendentemente dalla preferenza - una firma particolarmente sportiva può sempre essere impostata in modalità ''dynamic'' tramite l'Audi drive select. Stile, ma non solo: coi Digital OLED, debutta anche la nuova funzione di indicazione di prossimità. Ovvero: quando Q5 è ferma e un altro utente della strada si avvicina da dietro a una distanza inferiore a due metri, tutti i segmenti OLED vengono attivati, in modo da attirare l'attenzione e contribuire così a scongiurare un possibile tamponamento. In generale, i vantaggi della soluzione OLED consistono, oltre che nel marcato contrasto, in una più elevata omogeneità di illuminazione.

AUDI Q5 2021: GLI INTERNI

Q.I. Una volta a bordo, Audi Q5 2021 le sue novità le nasconde bene, dal momento che interessano più la sfera cognitiva, che non l'aspetto fisico. Tutte, tranne una: il display centrale del sistema di infotainment non solo si ingrandisce, passando da 8,1 pollici a 10,1 pollici, ma acquista anche l'interfaccia 100% touch, mandando in pensione la classica manopola sul tunnel. L'evoluzione può piacere o non piacere, in buona parte dipende dalle abitudini acquisite da ciascuno nel corso del tempo. Tra pochi passaggi, vi dico la mia. Sta di fatto che, grazie alla nuova piattaforma MIB 3, dieci volte più veloce a fare i calcoli di quella precedente (MIB 2), è ora possibile imprimere comandi a testo libero sia digitandoli sullo schermo, sia tramite la propria voce. Non prima di aver pronunciato la formula magica ''Hey Audi''. Il grado di conoscenza del sistema è pressoché illimitato, essendo alimentato da un database in cloud in continuo aggiornamento. Senza contare che il cervellone di Audi Q5 integra pure Amazon Alexa, e insieme ad essa tutte le funzioni normalmente disponibili da casa o da dispositivo abilitato.

GRAND TOURER In tutto il resto, l'abitacolo è lo stesso: ampio spazio davanti, buono anche per tre il divano posteriore (solo un po' di impiccio il tunnel di trasmissione), da grandi viaggi il vano di carico, 520 litri di capacità che diventano 550 litri in caso di sedili posteriori plus con frazionamento 40:20:40, regolazione in longitudine e adattamento dell’inclinazione degli schienali. Peccato manchi una bella soglia di accesso a raso pavimento. Il portellone ad azionamento elettrico è comunque di serie. 

AUDI Q5 2021: NUOVE TECNOLOGIE 

DIGITAL SUV Proprio digitalizzazione e connettività, di nuova Audi Q5 sono la vera arma segreta. Con sistema di infotainment MMI plus con MMI touch, mappe di navigazione Google Earth e grafiche in 3D. Con Audi connect, la funzione di connettività Car-to-X per dialogare con le altre Audi iscritte al club, e scambiarsi informazioni su posteggi liberi, condizioni meteo, limiti di velocità. Audi phone box per la ricarica a induzione del cellulare, Audi smartphone interface infine per trasferire sul display di bordo le funzioni del proprio device tramite i protocolli Android Auto ed Apple CarPlay (quest'ultimo anche in modalità wireless).

ADAS Sempre vasta la gamma di sistemi di assistenza alla guida. Già dal primo livello di allestimento sono inclusi frenata d'emergenza Audi pre sense citycruise control e sistema di ausilio al parcheggio plus, mentre salendo di equipaggiamento fanno capolino anche pacchetto ''Tour'' (traffic jam assist + riconoscimento della segnaletica + active lane assist + collision avoid assist + assistenza alla svolta e pacchetto ''City'' (assistenza al cambio di corsia e al traffico trasversale posteriore).

AUDI Q5 2021: MOTORIZZAZIONI

100% HYBRID Nuova Q5 è perfetta espressione della progressiva elettrificazione dell’offerta Audi. Edizione 2021 disponibile esclusivamente con motorizzazioni mild-hybrid (MHEV): nel prossimo futuro, Q5 sarà poi proposto anche in configurazione plug-in hybrid (TFSI e), in due step di potenza. Al lancio, dunque Audi Q5 nella variante a benzina 2.0 (45) TFSI quattro S tronic da 265 CV e 370 Nm di coppia con tecnologia MHEV 12V oppure, lato diesel, nelle configurazioni 2.0 (35) TDI S tronic MHEV 12V, forte di 163 CV e 370 Nm, 2.0 (40) TDI quattro S tronic MHEV 12V, accreditata di 204 CV e 400 Nm, e 3.0 (50) TDI quattro tiptronic MHEV 48V da 286 CV e 620 Nm, cui si affianca la variante sportiva SQ5 TDI, dotata del V6 3.0 TDI da 341 CV e 700 Nm con compressore ad azionamento elettrico, turbocompressore a gas di scarico e tecnologia mild-hybrid a 48 Volt.

AUDI Q5 2021: ALLESTIMENTI

UNO PER CINQUE Nuova Audi Q5 viene prodotta nello stabilimento messicano di San José Chiapa nelle versioni base, Business, Business Advanced, S line ed S line plus. Inclusi sin dalla entry level, tra gli altri accessori, i cerchi in lega da 18 pollici, i proiettori anteriori full LED, i gruppi ottici posteriori a LED, il display touch da 10,1 pollici, il clima automatico a tre zone, la gestione della dinamica di marcia Audi drive select. Sistema di navigazione MMI plus con MMI touch, servizi Audi connect Navigation & Infotainment plus, assistente per gli abbaglianti, pacchetto luci ambiente e pacchetto Tour di serie dall'allestimento Business. Al lancio, anche l’esclusivo pacchetto ''edition one'': gli esterni si basano sulla variante S line integrata dal pacchetto esterno lucido nero e da dettagli sportivi quali i loghi Audi dalla finitura total black al frontale, nonché i listelli sottoporta in carbonio. Il pack include anche pinze freno rosse, cerchi in lega da 20 pollici e sedili sportivi.

AUDI Q5 2021: I PREZZI

ACQUISTO O NOLEGGIO? Nuova Q5 già in vendita da novembre 2020, listino prezzi a partire da 50.800 euro (Q5 2.0 35 TDI S tronic 163 CV MHEV 12V), col cuore di gamma Q5 2.0 TDI quattro S tronic 204 CV che attacca invece a 53.500 euro (o 399 euro al mese con Audi Value, 439 euro al mese con Audi Value noleggio). Offerta a benzina a partire da 59.000 euro (2.0 TFSI quattro S tronic 265 CV), versione sportiva SQ5 TDI quattro tiptronic 341 CV infine da 82.700 euro.

AUDI Q5 2021: LA PROVA SU STRADA

FEEL THE TOUCH Prima ancora di avviare il motore, provo l'infotainment. Personalmente, sono un fan dei sistemi con rotella a pressione-rotazione, tuttavia il display touch incernierato a sbalzo che trovo alla mia destra è così ampio, così nitido, così intuitivo e soprattutto agevole da raggiungere col dito indice (anche per uno come me che se alza il braccio, di certo non tocca il soffitto del bagno), che nonostante tutto mi trovo a mio agio. Un buon inizio (ma continuo a preferire le manopole sul tunnel).

LA BEST SELLER Pesco la variante che va per la maggiore, ovvero Audi Q5 2.0 TDI quattro S tronic (nel mio caso nello squisito allestimento S line plus, che come dice il nome è il nonplusultra). Riassumo brevemente le sue cifre chiave: 204 CV di potenza a 3.800 giri/minuto, una coppia di 400 Nm sin da 1.750 giri/minuto, uno scatto da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi, una velocità massima di 222 km/h, tutto quanto a fronte di consumi nel ciclo combinato WLTP di 6,3-6,9 litri ogni 100 chilometri ed emissioni di CO2 di 165-182 g/km

MICRO IBRIDO... Cuore del suo sistema mild-hybrid a 12 Volt (e non a 48 Volt, come nel caso dei 3.0 TDI), sempre l’alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) collegato all’albero motore che nelle fasi di frenata e decelerazione recupera energia, successivamente immagazzinata nella specifica batteria agli ioni di litio e veicolata ai dispositivi integrati nella rete di bordo. Traduzione: oltre i 55-60 km/h, quando rilascio (o anche solo parzializzo) il pedale dell’acceleratore, Audi Q5 può avanzare per inerzia (veleggiare) a motore spento per alcuni secondi.

...MACRO VANTAGGI Nemmeno te ne accorgi, ma in realtà è come se per qualche istante fossi a bordo di una full electric. Il voltaggio della batteria è tuttavia basso, e l'incantesimo si spezza quasi subito. Poco male: l'auto per la legge è omologata come ibrida a tutti gli effetti, con tutti i benefici di natura fiscale e circolatoria che comporta la voce a libretto. Mentre in termini di economie di esercizio, il sistema mild-hybrid riduce i consumi sino a un massimo di 0,3 l/100 km: buttali via, se ne hai il coraggio.

ULTRA GRIP All’efficienza della mia Audi Q5 2.0 TDI contribuiscono anche la trasmissione a doppia frizione S tronic a 7 rapporti (con paddles al volante, of couse) e la trazione quattro con tecnologia ultra, soluzione riservata ai motori 4 cilindri, che ripartisce una quota di coppia motrice al retrotreno solamente quando necessario. E quando, è necessario? Quando lo stabilisce una speciale centralina elettronica, che in pochi decimi di secondo raccoglie informazioni relative all’angolo di sterzata e all’accelerazione trasversale e longitudinale cui è sottoposta la vettura oltre al carico del propulsore, così da agire non solo secondo una strategia reattiva, ma anche predittiva.

MASCALZONATE In termini pratici: su asfalto liscio e ad andatura da padre di famiglia, Q5 avanza trascinata dall'asse anteriore. Se invece inizio a maltrattare il pedale del gas, a sballottare l'auto in una direzione e poi nell'altra, oppure mi metto a sguazzare nel fango o a giocare con la neve, allora anche le ruote posteriori prendono l'iniziativa e acquistano grip. Lo dico non perché stia scritto nel manuale d'uso, ma perché scorgendo il cantiere di una rotatoria in costruzione, non ancora asfaltata e col terriccio reso ancor più interessante dalla pioggia, non ho resistito a orbitare una manciata di volte attorno all'isolotto centrale. Proprio per scoprire che finire alla deriva, grazie alla trazione quattro è pressoché impossibile. Idem terminare la marachella in testacoda. Prova superata, e quel che è meglio, non mi ha visto nessuno.

ODE AL DIESEL L'Audi drive select di Q5 2.0 TDI quattro S tronic si scompone in 6 modalità di guida. Efficiency, Comfort, Auto, Dynamic, Individual, Offroad. Sei caratteri diversi, ma pur sempre sei fratelli, tutti quanto accomunati da un alto grado di comodità, precisione, silenziosità : un 2 litri diesel dal timbro così dolce, dalle vibrazioni neutre, dal tiro così virile (10 anni fa, un 2 litri diesel da oltre 200 cavalli faceva gridare al miracolo) e dai consumi tanto contenuti, davvero fa rimpiangere che - un giorno o l'altro - i motori a gasolio verranno messi al bando.

CONCLUSIONI Sei modalità di interazione tra motore, sterzo, sospensioni (a cinque braccia all'avantreno e al retrotreno) e logica del cambio. Sei linguaggi diversi, in definitiva, con i quali comunicare con un SUV, Audi Q5 2021, che cambia poco dal punto di vista meccanico, ma compie un altro passo avanti verso l'eccellenza digitale e tecnologica alla quale oggi aspira ogni prodotto premium. 

AUDI Q5 2.0 TDI QUATTRO S TRONIC: SCHEDA TECNICA

DIMENSIONI

4,68 x 1,90 x 1,66 metri

BAGAGLIAIO 520/1.520 - 550/1.550 (opt.)
MOTORE 4 cil. 1968 cc Diesel mild hybrid 12V
POTENZA 204 CV a 3.800 - 4.200 giri/min.
COPPIA 400 Nm a 1.750 - 3.250 giri/min.
ACC. 0-100 KM/H 7,6 secondi
VELOCITÀ MAX. 222 km/h
CONSUMI 6,3-6,9 l/100 km (ciclo combinato WLTP)
EMISSIONI CO2 165-182 g/km (ciclo combinato WLTP)
PREZZO da 53.500 euro

AUDI Q5 2021: LA PROVA IN VIDEO

ACTION Se anziché leggendo un testo e guardando fotografie statiche, preferisci conoscere nuova Audi Q5 attraverso la voce di un tester e le immagini in movimento, questo è il paragrafo che fa per te. Clicca Play sul video qui sotto e scopri tutto del SUV Audi di maggior successo in assoluto (e un motivo ci sarà): come è fatto, come va, quanto costa, quale versione scegliere. Buona visione!


TAGS: audi audi q5 prova video diesel mild-hybrid audi a5 2021