Prova video

Nuova Volkswagen up! 2016: la prova. Guarda il video.


Avatar di Luca Cereda , il 05/07/16

5 anni fa - La Volkswagen up! ritocca stile e contenuti. Ora ha un TSI da 90 cv

La nuova Volkswagen up! ritocca stile e contenuti. Ora ha un nuovo infotainment e un TSI da 90 cv

PRIMA DELLA CLASSE Un lustro fa usciva un’auto che non c’era, la prima Volkswagen Up!, la citycar di Wolfsburg. Una bella scommessa, perché impacchettare la proverbiale qualità teutonica di Volkswagen in un’auto così piccola (354x165 cm) non era facile. Anche per questo, tra le citycar, la Up! non è mai stata quella più a buon mercato. Adesso arriva il primo restyling della Volkswagen Up! e la solfa non cambia. Siamo sempre piuttosto in alto per gli standard del genere pocket. Per prestazioni, equipaggiamento e prezzo (a fronte, però, di contenuti arricchiti).

FRONTE-RETRO L’hanno ridisegnata davanti e dietro, la nuova Volkswagen Up! 2016. Addio mezzaluna: il muso, meno sorridente e più corazzato ha una cornice nera spessa, quasi una sorta di cravattino, attorno al paraurti. All’equatore del frontale spunta anche un accenno di mascherina. Dietro, invece, il posteriore è un po’ più tormentato al paraurti, le luci di coda ridisegnate e sul portellone compare una linea orizzontale cromata che sembra tracciare la soglia di carico. Completano il nuovo look specchietti con frecce integrate e luci diurne a led di serie.

LO SMARTPHONE AL CENTRO Passiamo dentro. Dove ora, a darci il benvenuto, c’è un nuovo sistema di infotainment. Si chiama Composition perché, in un certo senso, lo devi comporre integrando lo smartphone (Apple o Android). Si applica lo smartphone al supporto montato sulla plancia, si accede al dal display da 5 pollici si collega il multimedia al telefono (avendo prima scaricato l’app di Volkswagen maps+more) e lo smartphone diventa navigatore, ma anche altro: trainer, media control, computer di bordo. Tutte le versioni del sistema multimediale Composition Phone sono dotate di doppio sintonizzatore, interfaccia AUX-IN e slot per schede SD.

ARIA FRESCA Dentro la nuova Volkswagen up!, poi, è cambiata l’aria. Non tanto per le modifiche all’arredamento quanto per il nuovo climatizzatore con sistema Pure Air, con tanto di sensori di controllo della qualità dell’aria. E poi è cambiata la musica: debutta l’inedita versione beats con un impianto BeatsAudio da 300 Watt e personalizzazioni dedicate. Una up! beats si riconosce anche per i cerchi da 16 pollici in lega leggera, pellicole decorative e specchietti retrovisori esterni in contrasto cromatico.

VEDI ANCHE



MOTORI Connettività potenziata e musica di qualità puntano chiaramente a stregare i giovani, ma c’è anche una novità più di sostanza nascosta sotto il cofano. Con le note versioni 1.0 MPI da 60 e 75 cv (con cambio manuale o ASG), la up! bifuel (a metano) e la e-up! (disponibile in estate), il restyling porta in dote un’inedita (per la up!) versione turbo a iniezione diretta del tricilindrico tedesco, capace di erogare 90 cv e una coppia massima di 160 Nm (disponibile già a partire da 1.500 giri). Così la up! TSI raggiunge una velocità massima di 185 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in poco meno di 10 secondi. Paura per i consumi? Volkswagen dichiara 4,4 l/100 km nel misto, con emissioni ferme a 102 g/km di CO2. Il massimo della up! aspettando la up! GTI, per la quale si vocifera di un mille da 115 cv e 200 Nm.  

PREZZI Il listino parte da 11.150 euro con la tre porte 1.0 da 60 cv in allestimento take up! Che, solo in Italia, ha nel mix di serie l’Emergency City Brake (la frenata d’emergenza automatica sotto i 30 km/h) insieme, tra gli altri, a sensori pioggia, al Radio Composition Plus con display da 5’’ e schienale posteriore ripiegabile. Non c’è il clima automatico, di serie invece sull’allestimento intermedio, move up!, che aggiunge anche il cruise control, i sensori di parcheggio posteriori, lo schienale posteriore frazionato, fendinebbia con frecce integrate e le calotte specchi in tinta con la carrozzeria. Passare all’allestimento superiore costa circa 1000 euro, mentre per le cinque porte bisogna sborsare altri 600/650 euro. La top di gamma – disponibile un po' dopo il lancio - è la high up!, che in più di una move up! ha cerchi in lega da 15’’, volante multifunzione rivestito in pelle e specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente.

L’ULTIMO TOCCO La nuova up! compie un deciso passo avanti sul fronte personalizzazione. Alcuni numeri: ci sono 13 colori di carrozzeria (sette dei quali nuovi), otto design per il cruscotto e sette nuovi colori dei sedili combinabili nei vari allestimenti. A questi si aggiungono due pacchetti stile che permettono di avere, tra le altre cose, tetto a contrasto, volante e cambio rivestiti in pelle, tetto panoramico, oppure esterni multicolore con pellicole decorative. Da abbinare, e qui si finisce, a un totale di nove modelli di cerchi.

EFFETTO MATRIOSKA Con tutto ‘sto popò di personalizzazioni anche l’abitacolo della Volkswagen up! s’infighetta un po’ ma la sostanza – per fortuna - non cambia: si entra in una Volkswagen fatta e finita, anche se in miniatura. Le plastiche, dure è vero, sono tutte ben confezionate e montate a filo. Bravi i tedeschi, che con il restyling si sono anche ricordati di infilare sulla porta lato guida il comando alzacristalli per il finestrino del passeggero – peccatuccio veniale della scorsa versione. L’unico elemento che cambierei, a questo punto, è il volante: bello, soprattutto quello rivestito in pelle bianca della up! beats, ma piuttosto grande per un’auto così minuta e regolabile solo in altezza.

OKAY PER QUATTRO La posizione di guida giusta, però, volendo si trova. E pure senza troppa fatica, grazie al sedile guida regolabile in altezza e al più che discreto spazio a disposizione in prima fila. Okay, in 3,54 metri per 1,65 di miracoli non se ne possono fare, eppure quattro adulti trovano posto e possono pensare di affrontare un viaggio a medio-lungo raggio senza troppi patemi. A patto di avere troppe pretese sul necessaire: dietro lo schienale a quel punto rimangono 251 litri di bagagliaio (951 è invece il volume massimo). Pochi, senza se e senza ma. Ben organizzati, però, quando si tratta di separare i sacchetti della spesa, grazie al piano di carico regolabile su due livelli.

OVATTATA A prova di trasfertona è anche l’insonorizzazione: eccellente fino ai 100 km/h e più che discreta anche a velocità autostradali. Andando oltre, interferenze sono più che altro fruscii aerodinamici, mentre il motore lavora sempre in sordina, ben isolato dal sottoscocca. Temevo che il millino turbo della nuova Volkswagen up! potesse farsi sentire, rischiando di stancare alla lunga. E invece no: il suo frullare è discreto e soltanto in piena accelerazione arriva a solleticare l’orecchio di chi guida. Ma lo fa educatamente e, alla fine, diverte pure.

C’E’ PIU’ BRIO Il nuovo tricilindrico in versione turbo (90 cv e 160 Nm) è il vero protagonista della prova. Mi tolgo subito lo sfizio di pestare giù il piede destro per vedere come risponde: ora la up! ha tutto un altro sprint. Il millino turbo ha davvero una bella coppia, oltretutto spalmata in modo uniforme. L’allungo non sarà granché ma le risposte, quando c’è da riprendere, sono sempre corpose e la spinta fino ai medi regimi è tale da assecondare una guida brillante. Tanto in città, quanto nel misto veloce.

RAPPORTI LUNGHI A fargli da spalla c’è un cambio manuale a cinque rapporti. Rapporti lunghi, per calmierare i consumi e ovviare alla mancanza della sesta. Gli innesti sono puliti e precisi. Insomma, la up! davvero un buon cambio manuale: corto nella leva e secco. Anche lui, nel suo piccolo, invita a concedersi qualche slancio sportivo, insieme all’assetto, sincero e rassicurante anche quando si affronta il misto di fretta. Il tutto senza arrivare ad avere sospensioni troppo rigide per un’auto che, prima di tutto, deve saper digerire i pavé di città, viuzze butterate e dossi ogni due per tre. Anche in questo, dopo il restyling, la Volkswagen up! rimane la cittadina modello che già conoscevamo.    


Pubblicato da Luca Cereda, 05/07/2016
Gallery
Listino Volkswagen up!
Allestimento CV / Kw Prezzo
up! 1.0 EVO 65 CV move up! BMT 3p 60 / 44 15.200 €
up! 1.0 EVO 65 CV move up! BMT 5p 60 / 44 15.600 €
up! 1.0 EVO 65 CV color up! BMT 3p 60 / 44 16.700 €
up! 1.0 EVO 65 CV color up! BMT 5p 60 / 44 17.100 €
up! 1.0 EVO 65 CV beats up! BMT 3p 60 / 44 17.200 €
up! 1.0 68 CV eco up! move up! BMT 3p 68 / 50 17.400 €
up! 1.0 EVO 65 CV beats up! BMT 5p 60 / 44 17.600 €
up! 1.0 EVO 65 CV sport up! BMT 3p 60 / 44 17.700 €
up! 1.0 68 CV eco up! move up! BMT 5p 68 / 50 17.800 €
up! 1.0 EVO 65 CV sport up! BMT 5p 60 / 44 18.100 €
up! 1.0 115 CV TSI up! GTI BMT 3p 116 / 85 21.350 €
up! 1.0 115 CV TSI up! GTI BMT 5p 116 / 85 21.750 €
up! e-up! - / - 25.850 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Volkswagen up! visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Volkswagen up!
Vedi anche
Logo MotorBox