Prova video

Nuova Nissan Qashqai, con l'ibrido è una storia seria. Prova video


Avatar di Lorenzo Centenari , il 22/06/21

5 mesi fa - Alla guida di nuova Qashqai Mild Hybrid. I consumi, le prime opinioni

Alla guida di nuova Qashqai in versione 1.3 Mild Hybrid. Quanto consuma e in che modo non fa rimpiangere il diesel. Prime opinioni

DIRITTI NATURALI Succede sempre così. Più trascorre il tempo e più si allarga la platea di auto che rivendicano la paternità di una categoria. Nel nostro caso, è tuttavia una gara a chi si aggiudica il secondo posto. Perché il primato, a votazione unanime, è soltanto suo, è soltanto di Nissan Qashqai. Perché fu il primo, perché il successo al botteghino dura da 15 anni. Di incollare il numero uno sulla carena, Qashqai non ne ha bisogno. Si accontenta di essere chiamato ''Il SUV compatto''. Anche a distanza di tre lustri dall'esordio, anche oggi che la concorrenza fa di tutto per smontarne l'ego. Come si difende, nel 2021, il trono dei C-SUV? Così.


NISSAN QASHQAI 2021: IL 1.3 MILD HYBRID

ENGINE: START Che Qashqai non sia un crossover come un altro, lo testimoniano sia il consenso planetario registrato dal 2006 in avanti (5 milioni di unità nel mondo, 3 milioni nella sola Europa), sia le aspettative concentrate sull'uscita della sua terza generazione. Lo abbiamo visto mentre ancora stava fermo, ne abbiamo appreso tutte le specifiche stilistiche, meccaniche e di ordine tecnologico (qui la nostra Qashqai-video-anteprima). Giunge ora il momento di metterlo in moto, e di passare immediatamente al nocciolo della questione.

BYE BYE DIESEL Se avete studiato, saprete bene come sotto il cofano di new Qashqai non ci sia più spazio per il propulsore diesel. Una precisa scelta di Nissan, d'accordo, ma una scelta pur sempre guidata dalle grigie prospettive sul futuro dell'alimentazione a gasolio, in favore della svolta ''eco'' (che poi il diesel Euro6 sia meno ''eco'', è un'altra storia). La scomparsa del diesel non è affatto, tuttavia, un motivo valido per disinteressarsi del prodotto. Non prima di averlo guidato, di averlo vissuto, anche solo per qualche chilometro. Fidatevi.

HYBRID (R)EVOLUTION Celebrato il funerale a Qashqai diesel, eccomi dunque al volante di Qasqhai formato Hybrid. La nuova edizione si declinerà in realtà in due distinte varianti ibride, ma in attesa che nel 2022 debutti anche il rivoluzionario sistema Nissan e-Power, sostanziamente un ibrido-elettrico che al motore a benzina assegna il solo ruolo di motogeneratore, al lancio l'unica soluzione in commercio è la soluzione micro-ibrida, o per meglio dire, Qashqai mild hybrid. Breve ripasso di teoria.

MINI-IBRIDO Accoppiato al 4 cilindri turbo benzina 1.3 DiG-T (da 140 cv o 158 cv), introdotto su Qashqai nel 2018 e oggi ulteriormente migliorato con l’introduzione di 50 componenti progettati ex novo e la piena conformità allo standard Euro 6d, il sistema mild hybrid di nuova Qashqai funziona pressapoco come la maggioranza degli altri ibridi leggeri in cirolazione. Ovvero: l’energia recuperata in fase di decelerazione è immagazzinata in una batteria agli ioni di litio da 12 Volt e poi riutilizzata sia per ottimizzare l'erogazione della coppia motrice in fase di ripresa o accelerazione (Torque Assist), sia - in presenza di cambio automatico - durante l'arresto per inerzia (cosiddetta funzione ''Coasting''). Più di preciso?

NISSAN QASHQAI 2021: FEELING DI GUIDA

SUPER START & STOP A velocità inferiori a 18 km/h e con il pedale del freno premuto, il motore termico si spegne e l’energia accumulata viene usata per continuare ad alimentare l’impianto elettrico di bordo: un giro di parole per descrivere il funzionamento di un sistema Start & Stop particolarmente evoluto, il cui compito resta sempre quello di ridurre leggermente consumi ed emissioni. Ci riesce? Beh, nella classica marcia a fisarmonica di un contesto di traffico urbano, il guadagno è sensibile. Dopo aver sgomitato nel traffico di Roma - sono alla guida del 140 cv con cambio automatico e 2 ruote motrici - il trip computer oscilla attorno a un valore di 6,0 l/100 km, quindi un valore che l'etichetta ''green'' se la merita. I benefici si riducono imboccando il casello: salvo imbottigliamenti, di uno Start & Stop in autostrada te ne fai ben poco. In compenso non hai pacchi batterie pesanti da trascinare: se non altro, l'impatto è neutro. 

VEDI ANCHE



SOFT BOOST In accelerazione (tra 20 e 110 km/h), l’energia della batteria è invece utilizzata per generare una coppia addizionale di 6 Nm, per una finestra di tempo fino a 20 secondi: si capisce anche così che non è il caso di aspettarsi un'iniezione di protossido di azoto, l'aiutino del mild hybrid serve semmai al 1.3 benzina per esprimere le sue proprietà di motore termico con un briciolo di disinvoltura in più, il che non guasta, specie se la guardiamo dal punto di vista di rumori e vibrazioni.

LIGHT QASHQAI E già che siamo in ambito feeling di guida: la nuova piattaforma CMF-C dell'Alleanza Renault-Nissan porta con sé uno sterzo più diretto e un nuovo retrotreno a ponte torcente in grado sia di digerire meglio le asperità, sia di contenere il rollio in curva. La precisione massima la si raggiunge invece con la versione 158 cv AWD in allestimento Tekna+, provvista di sospensioni posteriori Multilink. In generale, l'auto pesa più di prima, essendo di misure un pelo superiori (vedi sotto): ma se prendiamo la sola scocca, grazie al ricorso all'alluminio (cofano motore e portiere) e ai materiali compositi (portellone), il guadagno rispetto a prima è di 60 kg. Ecco perché - sostengono dal Giappone - non è stato necessario armare il 1.3 turbo di tecnologia ibrida a 48 Volt: il contenimento del peso concorre alla riduzione delle emissioni e permette l'impiego di una rete da soli 12 Volt di tensione. 

CVT DOUBLE FACE A proposito, invece, di prestazioni pure: la più sportiva, cioè la 158 cv 2WD, sviluppa 260 Nm di coppia a 1.800 giri/min. e passa da 0 a 100 km/h in 9,2 secondi. Alternativa al cambio manuale a 6 marce, la trasmissione automatica XTronic - della famiglia dei CVT a variazione continua - prende le distanze dall'effetto ''centrifuga'' che affliggeva qualche anno fa questo tipo di soluzione, dimostrandosi rilassante nell'uso quotidiano e preciso nel trasferimento della coppia alle ruote, anche in caso di sorpassi o partenze baldanzose. Tanto che, guidando coltello tra i denti, il suo funzionamento somiglia più a quello di un doppia frizione a rapporti reali.

IL VERDETTO La coppia non è la medesima di un 4 cilindri a gasolio (caratteristica più evidente col cambio manuale) e i consumi sono leggermente superiori, in compenso la progressione è più rotonda e il comfort acustico è migliore. Senza contare i benefici locali di natura fiscale (bollo, etc.) e circolazione (esclusione dai blocchi del traffico, etc.) ai quali ora Qashqai può accedere grazie all'appartenenza (sebbene con un piede solo) al mondo ibrido. Se non lo sapessi, stenterei a indovinare che l'esemplare che sto guidando sia provvisto di una qualche forma di elettrificazione. Ma nell'ottica di addolcire il trauma della transizione dal diesel all'ibrido benzina, un'esperienza soft era proprio ciò che serviva. Il mild hybrid è l'ibrido che non si vede e quasi non si sente: nessuna presa di ricarica, nessun driving mode da impostare. Fa quel che può, è vero, ma fa tutto da solo.

NISSAN QASHQAI 2021: LA TRAZIONE AWD

Le modalità di guida tornano invece in gioco in caso di trazione integrale 4WD, optional riservato a Qashqai 158 cv automatica. Cinque sfumature di 4x4: a StandardECO Sport (presenti anche sulla 4x2) si aggiungono Snow e Off-Road. Così come di cinque volte più rapido rispetto a prima è il tempo di risposta del meccanismo in caso di pattinamento di una delle ruote: appena 2 decimi di secondo. Con l'integrale, semmai, cresce il peso e salgono un pelo i consumi: 4WD ok solo in caso di impiego in fuoristrada, residenza in località montuose, etc., altrimenti è una zavorra inutile.

NISSAN QASHQAI 2021: DESIGN E DIMENSIONI

Sebbene di pochi centimetri (+3 cm in lunghezza e in larghezza, +1 cm in altezza), Qashqai 2021 cresce su tutta la linea e il primo impatto dal vivo lo conferma anche ai miei sensi. Più che le misure, tuttavia, del passaggio alla piattaforma CMF-C colpisce il salto nel futuro del design, ora più spigoloso senza pungere, più virile senza risultare prepotente. Si espande la scollatura a V al frontale, si affilano i fari a LED, cambiano di orientamento le prese d'aria (ora verticali), crescono infine i cerchi in lega, ora disponibili fino a 20 pollici. Di lato, il montante A più coricato allinea Qashqai alla corrente SUV coupé che tanto va di moda. Anche il lettering Qashqai sul portellone posteriore rispecchia uno stile sempre più in voga. Tra il secondo e il terzo Qashqai, corre una generazione...e mezzo. 

NISSAN QASHQAI 2021: IN ABITACOLO

La rivuluzione si palpa ancora meglio mentre si esplorano gli internipiù spaziosi sia davanti che in seconda fila grazie all'aumento di 2 cm dell'interasse (molto pratica la portiera posteriore che si apre quasi di 90°), sia infine come capacità di carico: il bagagliaio cresce di 74 litri, in totale ora fanno 504 litri. Con l'abitacolo di Qashqai precedente, non un accessorio in comune: quadro strumenti digitale da 12,3 pollici, display centrale a sbalzo da 9 pollici completo di numerose funzioni connectivity (c'è Android Auto, c'è Apple CarPlay wireless), ridisegnata da zero pure la console, sul tunnel, la cui superficie perfettamente liscia è interrotta solo dalla originale levetta del cambio automatico e della manopola per la gestione del sistema 4WD, ove previsti. Più la chicca, sulle versioni superiori, di un head-up display da 10,8 pollici da cockpit aeronautico. Digitalizzazione sì, ma con giudizio: la presenza massiccia (ma ordinata) di numerosi tasti fisici, sia sul volante, sia sulla plancia (clima, radio, navigazione, etc.), è forse uno degli aspetto che preferisco degli interni. A mio avviso, in questo modo l'interfaccia uomo-macchina conserva un po' di...umanità in più.

NISSAN QASHQAI 2021: TECNOLOGIE

Terza generazione di Qashqai ovviamente equipaggiata di nuovo Nissan ProPILOT, sistema che assiste il guidatore in un numero sempre più ampio di situazioni. Regolare accelerazione e frenata nella singola corsia quando si viaggia in autostrada, ora gli riesce ancora meglio grazie all'adozione di un nuovo radar a lungo raggio. Può rallentare la vettura fino a fermarla e farla ripartire automaticamente (se l’arresto dura meno di 3 secondi) quando le vetture di fronte riprendono a muoversi. Il sistema, inoltre, acquisisce i dati dal navigatore (funzione Navi-link) ed è in grado di regolare la velocità nelle curve o sulle rampe delle uscite autostradali. Ma non è tutto: ProPilot comunica con i sensori radar che controllano gli angoli ciechi e interviene sullo sterzo per impedire il cambio di corsia qualora sopraggiunga un altro veicolo. Il ProPilot è un pacchetto ultracompleto ed è incluso solo negli allestimenti top: Qashqai entry level è comunque equipaggiata di cruise control adattivo, mantenimento di corsia, riconoscimento segnaletica stradale, sensori di parcheggio posteriori con frenata automatica anti-urto in fase di retromarcia.

NISSAN QASHQAI 2021: LISTINO PREZZI

Ricapitolando: per l'edizione di nuova Qashqai in consegna da giugno-luglio 2021, la scelta relativa alla motorizzazione è una sola. Le variabili sono perciò grado di potenza, trazione, trasmissione e allestimenti (ce ne sono sei, dalla base Visia alla completa Tekna+, passando per le intermedie Acenta, Business, N-Connecta e Tekna). Il 1.3 mild hybrid da 140 cv è associabile esclusivamente a trazione anteriore e cambio manuale a 6 rapporti: listino prezzi a partire da 25.500 euro. Lo step da 158 cv si può invece configurare a trazione anteriore o integrale, con cambio manuale o automatico XTronic: prezzi a partire da 32.140 euro. Parola ora al pubblico. 

NISSAN QASHQAI 2021: SCHEDA TECNICA

NISSAN QASHQAI MILD HYBRID 158 CV 2WD XTRONIC  
   
Lunghezza 4.425 mm
Larghezza 1.835 mm
Altezza 1.625 mm
Passo 2.665 mm
Bagagliaio 504-1.593 litri
Motore 4. cil. 1.3 turbo benzina Mild Hybrid 12 Volt
Potenza 158 CV a 5.500 giri/min.
Coppia 260 Nm a 1.800-4.000 giri/min.
Acc. 0-100 km/h 9,2 secondi
Velocità max. 199 km/h
Trazione anteriore 
Cambio automatico a variazione continua CVT
Consumi 6,5 l/100 km
Emissioni CO2 146 g/km
Prezzo da 32.140 euro (Acenta)

NISSAN QASHQAI 2021: IL VIDEO DELLA PROVA

Per metabolizzare i cambiamenti stilistici, tecnologici e meccanici di Nissan Qashqai terza generazione, niente di meglio che il canale audio-video. Clicca Play qui sotto e scopri come evolve il SUV compatto per definizione. Fuori, dentro e sottopelle. Buona visione.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 22/06/2021
Gallery
Listino Nissan Qashqai
Allestimento CV / Kw Prezzo
Qashqai 1.3 MHEV 140 CV Visia 140 / 103 25.950 €
Qashqai 1.3 MHEV 140 CV Acenta 140 / 103 29.390 €
Qashqai 1.3 MHEV 140 CV Business 140 / 103 30.820 €
Qashqai 1.3 MHEV 140 CV N-Connecta 140 / 103 31.950 €
Qashqai 1.3 MHEV 140 CV N-Style 140 / 103 32.400 €
Qashqai 1.3 MHEV 158 CV XTronic Acenta 158 / 116 32.590 €
Qashqai 1.3 MHEV 158 CV XTronic Business 158 / 116 34.020 €
Qashqai 1.3 MHEV 140 CV Tekna 140 / 103 34.250 €
Qashqai 1.3 MHEV 158 CV XTronic N-Connecta 158 / 116 35.150 €
Qashqai 1.3 MHEV 158 CV XTronic N-Style 158 / 116 35.600 €
Qashqai 1.3 MHEV 158 CV XTronic 4WD N-Connecta 158 / 116 37.150 €
Qashqai 1.3 MHEV 158 CV XTronic Tekna 158 / 116 37.840 €
Qashqai 1.3 MHEV 158 CV Tekna+ 158 / 116 38.950 €
Qashqai 1.3 MHEV 158 CV XTronic 4WD Tekna 158 / 116 39.840 €
Qashqai 1.3 MHEV 158 CV XTronic Tekna+ 158 / 116 41.150 €
Qashqai 1.3 MHEV 158 CV XTronic 4WD Tekna+ 158 / 116 43.140 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Nissan Qashqai visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Nissan Qashqai
Vedi anche
Logo MotorBox