Autore:
Emanuele Colombo

UN CHIP PER LE TESLA Parlando di auto elettriche, pochi penserebbero di poter migliorare l'autonomia dei modelli Tesla, già al top in questo tipo di performance. Invece la V-Tech, azienda specializzata in chip tuning con sedi in Europa, Australia e Russia, sta lanciando Teslachip: un modulo che si collega in pochi minuti alle prese standard delle Tesla Model S e Model X per ottimizzare il consumo di energia.

CHE COSA FA Teslachip è una centralina aggiuntiva che agisce sull'acceleratore, per renderlo meno sensibile, rendere l'accelerazione più omogenea e dolce, e per aggiungere una funzione Glide, che permette – a detta di V-Tech – di lasciar correre l'auto senza alcun apporto del motore: né in termini di spinta né in termini di ricarica. Una sorta di guida in folle o “follone”, come si usava fare anni fa con le auto a motore a scoppio. In opzione, Teslachip può anche limitare la potenza massima che, diciamolo, per molte Tesla è largamente superiore al necessario.

VANTAGGI E COSTI Secondo V-Tech, grazie a questi accorgimenti, il beneficio in termini di autonomia può raggiungere il 10 per cento. Il Teslachip è compatibile con tutte le Tesla a esclusione dei modelli P e della Model S 100D, per i quali V-Tech sta ancora ottimizzando le calibrazioni del dispositivo. Vista la recentissima introduzione sul mercato presumiamo che anche per la Model 3 il sistema non sia disponibile. Teslachip si compra online sul sito http://evtun.com/teslachip.html al prezzo di 236 euro, spedizione inclusa. Chissà che cosa ne direbbe il Ministro dell'Ambiente tedesco che ha scartato la Model S per autonomia insufficiente...


TAGS: autonomia auto elettriche tesla tesla model x tesla model s tesla model 3 range extender chip tuning teslachip v-tech p100d compatibilità chip acceleratore funzione glide autonomia tesla autonomia auto elettriche