Autore:
Giulio Scrinzi

SBK GARA 2 – ALLA PARI DI BAYLISS Un'altra doppietta messa in cassaforte. Il Titolo Mondiale centrato in anticipo sul circuito di Magny-Cours non ha calmato la sete di vittorie di Jonathan Rea, che dopo il successo inaspettato della prima manche ha firmato oggi a Jerez la sua 52esima vittoria in carriera, raggiungendo il primato che, in precedenza, apparteneva a Troy Bayliss. In una gara che ha visto due partenze a causa del crash iniziale tra Laverty e Davies, il Cannibale della Kawasaki ha impiegato meno di un giro e mezzo per sbarazzarsi di tutti i suoi colleghi, imponendosi al vertice e portando a termine il suo compito con quasi 3 secondi di vantaggio sulla coppia del team Aruba.it Racing Ducati. Stavolta è stato Marco Melandri a precedere Chaz Davies, nonostante qualche difficoltà di troppo nel superare inizialmente i due della Yamaha, Alex Lowes e Michael Van der Mark, rispettivamente quarto e sesto con Tom Sykes quinto nel panino delle quattro cilindri di Iwata.

SUPERSPORT – CARICASULO INDOMABILE Ci ha provato fino all'ultimo Jules Cluzel, a maggior ragione per tenere aperto un Mondiale che sta sempre più andando verso la vittoria iridata del francese Lucas Mahias. Alla fine, però, ha dovuto cedere alla fame di vittoria del nostro Federico Caricasulo, che non assaporava la soddisfazione del gradino più alto del podio dal secondo appuntamento iridato della Thailandia. Oggi, infatti, a Jerez ha sventolato il tricolore, grazie alla prestazione maiuscola del “Carica”, capace di rintuzzare tutti gli attacchi di Cluzel in una giornata in cui Mahias è giunto solamente quinto e Sofuoglu ha dovuto sventolare bandiera bianca per la frattura all'anca e al bacino rimediata a Magny-Cours. In questo modo, ora, i giochi iridati proseguiranno nel prossimo round in Qatar, dove il francese della Yamaha dovrà lottare a denti stretti con il turco della Kawasaki, che farà di tutto pur di difendere il suo trono da Campione del Mondo in carica. Il transalpino della Honda, invece, ha dovuto abbandonare oggi le sue ambizioni iridate in favore di Caricasulo, che l'ha preceduto sotto la bandiera a scacchi e sul podio, completato dalla Kawasaki di Anthony West.

STK 1000 – RIVINCITA ROSSA La sconfitta a tavolino dell'anno scorso, con la Panigale R di Leandro Mercado che ha sventolato bandiera bianca senza nemmeno schierarsi in griglia, è stata l'immagine che lo junior team del reparto corse Aruba.it Racing Ducati ha voluto cancellare in questa stagione. Oggi, finalmente, il momento è arrivato, grazie al sesto posto di Michael Ruben Rinaldi, sufficiente per riportare il Titolo della Superstock 1000 nelle mani della Casa di Borgo Panigale. Il riminese classe 1995 ha condotto una gara molto conservativa ed è stato premiato prima dalla caduta di Florian Marino poco dopo lo start e poi dal terzo posto di Toprak Razgatlioglu, troppo poco per poterlo impensierire in classifica iridata. Davanti a tutti, invece, si è tolto una grande soddisfazione il tedesco Markus Reiterberger, presente a Jerez come wild card in preparazione per il 2018 e capace di portare la sua BMW sul gradino più alto del podio, davanti a Illia Mykhalchyk e allo sfortunato Razgatlioglu, che l'anno prossimo vedremo nella massima serie iridata pronto a prendersi la rivincita.

SSP 300 – MARC GARCIA CAMPIONE Gli bastava chiudere davanti al nostro Alfonso Coppola, o al massimo perdere da quest'ultimo giusto quattro punti per assicurarsi il Titolo Mondiale nella classe Supersport 300. E alla fine, grazie al suo quarto posto sotto alla bandiera a scacchi, Marc Garcia è diventato il primo Campione del Mondo della classe d'esordio del Campionato delle derivate dalla serie, battendo per un solo punto il rivale Coppola, giunto al traguardo in una terza posizione, quindi, particolarmente amara. Secondo Scott Deroue, mentre è salito sul gradino più alto del podio la seconda sorpresa di giornata: stiamo parlando di Galang Hendra Pratama, pilota del team MotoXRacing che ha partecipato a quest'ultimo appuntamento del Mondiale come wild card e che ha centrato una sorprendente, quanto inaspettata, vittoria diventando il primo indonesiano di successo in un Campionato del mondo.

SBK GARA 2 – COSì AL TRAGUARDO 1) Jonathan REA, Kawasaki; 2) Marco MELANDRI, Ducati; 3) Chaz DAVIES, Ducati; 4) Alex LOWES, Yamaha; 5) Tom SYKES, Kawasaki; 6) Michael VAN DER MARK, Yamaha; 7) Xavi FORES, Ducati; 8) Sylvain GUINTOLI, Kawasaki; 9) Leandro MERCADO, Aprilia; 10) Jordi TORRES, BMW; 11) Roman RAMOS, Kawasaki; 12) Leon CAMIER, MV Agusta; 13) Raffaele DE ROSA, BMW; 14) Alessandro ANDREOZZI, Yamaha; 15) Takumi TAKAHASHI, Honda; 16) Riccardo RUSSO, Kawasaki; 17) Davide GIUGLIANO, Honda; 18) Lorenzo SAVADORI, Aprilia.

SUPERBIKE – CLASSIFICA DI CAMPIONATO 1) Jonathan REA, 506 punti; 2) Chaz DAVIES, 363 punti; 3) Tom SYKES, 363 punti; 4) Marco MELANDRI, 301 punti; 5) Alex LOWES, 226 punti; 6) Michael VAN DER MARK, 210 punti; 7) Xavi FORES, 185 punti; 8) Leon CAMIER, 154 punti; 9) Jordi TORRES, 149 punti; 10) Eugene LAVERTY, 135 punti.

SUPERSPORT – COSì AL TRAGUARDO 1) Federico Caricasulo, Yamaha; 2) Jules Cluzel, Honda; 3) Anthony West, Kawasaki; 4) Patrick Jacobsen, MV Agusta; 5) Lucas Mahias, Yamaha; 6) Sheridan Morais, Yamaha; 7) Niki Tuuli, Yamaha; 8) Robert Hartog, Kawasaki; 9) Gino Rea, Kawasaki; 10) Christian Gamarino, Honda.

SUPERSPORT – CLASSIFICA DI CAMPIONATO 1) Lucas Mahias, 165 punti; 2) Kenan Sofuoglu, 145 punti; 3) Jules Cluzel, 135 punti; 4) Sheridan Morais, 132 punti; 5) Patrick Jacobsen, 108 punti; 6) Federico Caricasulo, 105 punti; 7) Niki Tuuli, 72 punti; 8) Anthony West, 62 punti; 9) Kyle Smith, 51 punti; 10) Luke Stapleford, 47 punti.

STK 1000 – COSì AL TRAGUARDO 1) Markus Reiterberger, BMW; 2) Illia Mykhalchyk, Kawasaki; 3) Toprak Razgatlioglu, Kawasaki; 4) Mike Jones, Ducati; 5) Roberto Tamburini, Yamaha; 6) Michael Ruben Rinaldi, Ducati; 7) Federico Sandi, BMW; 8) Marco Faccani, BMW; 9) Andrea Mantovani, Aprilia; 10) Maximilian Scheib, Aprilia.

STK 1000 – CLASSIFICA DI CAMPIONATO 1) Michael Ruben Rinaldi, 138 punti; 2) Toprak Razgatlioglu, 130 punti; 3) Florian Marino, 120 punti; 4) Roberto Tamburini, 106 punti; 5) Mike Jones, 85 punti; 6) Jeremy Guarnoni, 84 punti; 7) Maximilian Scheib, 70 punti; 8) Marco Faccani, 69 punti; 9) Illia Mykhalchyk, 66 punti; 10) Federico Sandi, 65 punti.

SSP 300 – COSì AL TRAGUARDO 1) Galang Hendra, Yamaha; 2) Scott Deroue, Kawasaki; 3) Alfonso Coppola, Yamaha; 4) Marc Garcia, Yamaha; 5) Daniel Valle, Yamaha; 6) Robert Schotman, Yamaha; 7) Enzo De La Vega, Yamaha; 8) Mika Perez, Honda; 9) Borja Sanchez, Yamaha; 10) Paolo Giacomini, Yamaha.

SSP 300 – CLASSIFICA DI CAMPIONATO 1) Marc Garcia, 139 punti; 2) Alfonso Coppola, 138 punti; 3) Scott Deroue, 111 punti; 4) Mika Perez, 104 punti; 5) Daniel Valle, 85 punti; 6) Borja Sanchez, 85 punti; 7) Robert Schotman, 78 punti; 8) Ana Carrasco, 59 punti; 9) Dorren Loureiro, 59 punti; 10) Mykyta Kalinin, 44 punti.


TAGS: superbike sbk marco melandri chaz davies jonathan rea tom sykes kawasaki racing team Aruba.it Racing Ducati superbike 2017 sbk 2017 sbk jerez 2017 superbike jerez 2017