Autore:
Giulio Scrinzi

SABATO DOLCE-AMARO Il sabato del Mondiale Superbike sul circuito di Jerez de la Frontera ha riservato un finale dolce-amaro per il team Aruba.it Racing Ducati: nella prima gara del weekend, infatti, Marco Melandri era pronto a far valere la sua prima pole position in Rosso e a bissare il suo primo successo come ducatista conquistato a Misano, ma un problema tecnico sulla sua Panigale R lo ha costretto a sventolare bandiera bianca a pochi giri dalla fine. Ci ha pensato Chaz Davies a risollevare gli animi del reparto corse di Borgo Panigale, con un'ottima medaglia d'argento grazie alla quale ha ridotto ulteriormente lo svantaggio da Tom Sykes per il secondo posto iridato in ottica Mondiale.

CHAZ DAVIESSono soddisfatto di come è andata Gara 1 perchè è stata veramente una bella corsa, soprattutto dopo tutti i problemi incontrati durante le FP2. L'asfalto nuovo ci ha costretto ad analizzare meglio i nostri dati, ma alla fine sono stato capace di recuperare dei punti importanti su Sykes in ottica Campionato. Mi dispiace, allo stesso tempo, per Marco: è stato davvero sfortunato e meritava di vincere questa prima manche”.

MARCO MELANDRIOggi abbiamo corso la nostra gara più bella di sempre: mi sentivo a mio agio come non mai e non ho patito alcun problema di stabilità in accelerazione, utilizzando così un setup più concentrato sulla velocità in curva. Ero in grado di spingere al limite senza oltrepassarlo. Purtroppo ho accusato un problema tecnico proprio quando ero in testa: non so se avremmo vinto o meno perchè la corsa non era ancora finita, ma in ogni caso eravamo pronti a giocarcela fino all'ultimo. È un vero peccato aver perso un'occasione del genere, ma daremo tutto per rifarci con gli interessi domani”.


TAGS: ducati superbike sbk marco melandri chaz davies Aruba.it Racing Ducati superbike 2017 sbk 2017 sbk jerez 2017 superbike jerez 2017