Redding in BMW è un caso: Sykes non lo vuole e punta a Honda
WorldSBK 2021

Redding in BMW è un caso: Sykes deluso guarda a Honda


Avatar di Simone Valtieri , il 03/09/21

2 settimane fa - Sykes bolla come pessima la scelta della BMW di ingaggiare Redding

Sykes ha bollato come pessima la scelta BMW di ingaggiare Redding per la prossima stagione. Intanto Honda sonda lui e Davies e Locatelli prolunga con Yamaha

DELUSIONE SYKES È un Tom Sykes molto deluso quello che dal paddock di Magny Cours parla dell'approdo di Scott Redding in BMW, il team per cui attualmente corre e che dovrà cederlo per fare spazio al pilota britannico attualmente in Ducati. Uno tra Sykes e Van der Mark, infatti, dovrà fare posto al neo arrivato, e sarà proprio il più esperto tra i due a doverlo fare. ''Non credo che ingaggiare Redding sia una scelta intelligente, in questo modo si distruggono una squadra e il lavoro di quasi due anni'' - ha spiegato a Speedweek il risentito pilota - ''Sono delulso, ho sacrificato tanto tempo per portare la BMW a questo livello, non è questione di arroganza ma in questi giorni ho dimostrato di essere veloce, mi è mancata solo un po' di costanza''. 

OPZIONE HONDA Le opzioni per il futuro di Sykes sembrano essere principalmente due, o ripiegare sul team Bonovo, satellite della casa di Monaco di Baviera, oppure esiste la possibilità che il 36 enne di Huddersfield si accasi in Honda, in quella che sarebbe la sua quinta casa dopo Suzuki, Yamaha, Kawasaki e BMW. ''Tutti stanno dicendo la loro a riguardo'' - ha affermato Tom - ''Penso che al momento posso solo continuare a guidare e cercare di ottenre il massimo da me e dal team. Ovviamente seguo con interesse il progetto HRC, ha tantissimo potenziale e penso che la mia esperienza e la mia velocità si adatterebbero bene con esso, ma vedremo''.

VEDI ANCHE



MAI DIRE MAI, CHAZ Un altro pilota che la Honda sta seguendo per sostituire il partente Bautista (che tornerà alla corte della Ducati) è Chaz Davies, che gareggia anch'esso per la casa di Borgo Panigale (per il team satellite Barni Racing) e che, però, appare poco ottimista su questo fronte: ''Non ci sono novità rispetto al 2022, ovviamente tengo le orecchie aperte per potenziali opportunità ma non vado a fare delle corse per prendere qualsiasi cosa. Sulle voci non sono sicuro… ci sono le voci e poi c’è la realtà. A essere onesto penso che Honda abbia una sua strategia in mente su chi preferisca mettere in sella alla sua moto e non sono sicuro di essere in cima alla lista. Non sono sicuro che possa essere un’opzione realistica, ma mai dire mai''.

WorldSBK 2021: Toprak Razgatlioglu e Andrea Locatelli, PATA Yamaha WorldSBK 2021: Toprak Razgatlioglu e Andrea Locatelli, PATA Yamaha

BRAVO LOCA! Se la casa giapponese dovesse ingaggiare entrambi i piloti britannici, a farne le spese sarebbe Leon Haslam, mentre un'altra casa del Sol Levante, la Yamaha, è certa di riconfermare Andrea Locatelli nel team ufficiale anche per il 2022, così com'era capitato qualche giorno fa a Michael Ruben Rinaldi con la Ducati. Le ultime prestazioni di Andrea - iridato Supersport in carica e con già due podi all'attivo (ad Assen e Most) in Superbike - gli hanno consentito di raggiungere il quinto posto in classifica a metà campionato che - da contratto - gli garantisce il prolungamento automatico. Il suo compagno e leader iridato, Toprak Razgatlioglu, invece, aveva esteso qualche settimana fa il suo contratto con il team Pata fino al 2023, declinando l'interesse della MotoGP.


Pubblicato da Simone Valtieri, 03/09/2021

Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox