TORRE STORICA La prima notizia nel corso della conferenza stampa di presentazione del team Ducati Aruba.it che parteciperà al prossimo campionato del Mondo Superbike è stata interessante per gli appassionati di motori. La storia torre che segue il paddock del Circuito Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola - quella che compare sullo sfondo delle gesta di piloti di Formula 1 come Senna, Mansell, Prost, Hill, Schumacher e Alonso con la storica colorazione dello sponsor Marlboro, e poi successivamente con il vede Dekra negli anni della Superbike - cambia oggi nome.

NUOVO NOME Da quest'anno si chiamerà Torre Aruba.it, dal nome del nuovo sponsor, a rimarcare il forte coinvolgimento con il Mondiale Superbike e con il Ducati Aruba.it team del circuito emiliano. Il contratto tra la società italiana di informatica e l'Autodromo è di un solo anno, ma con l'opzione di rinnovo per le due seguenti stagioni. Gabriele Sposato, direttore marketing dell'azienda, ha dichiarato: ''Questa torre ha visto negli anni sponsor importanti, e siamo lieti che oggi sia diventata torre Aruba.it all'interno dell'Autodromo che da 6 anni ci ospita in occasione della tappa di Superbike''.

Scott Redding e Chaz Davies in posta sulle Ducati Panigale R sul rettilineo di Imola

NUOVO LOOK ''La scelta di questa location per la presentazione ufficiale del team Aruba.it Racing - Ducati 2020 e la nuova veste data alla torre'' - ha aggiunto Sposato - ''Dimostrano l'impegno crescente di Aruba nel voler sviluppare ulteriori iniziative ed eventi all'interno del prestigioso Autodromo Enzo e Dino Ferrari. La torre è ora tinta di rosso, nero e bianco, colori che si sposano bene con le grafiche del circuito di Imola, che sono tinte delle medesime totalità.''


TAGS: superbike imola autodromo enzo e dino ferrari Torre Dekra Torre Marlboro Torre Aruba.it